Tesla estende la batteria di alcune macchine per via dell'uragano Michael

Tesla estende la batteria di alcune macchine per via dell'uragano Michael

Tesla aumenterà la batteria su alcune macchine per agevolare coloro che sono coinvolti nell'uragano Michael che ha messo a disagio parecchi abitanti in Florida ed ora è diretto verso il Carolina

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Tecnologia
TeslaTesla
 

L’uragano Michael è arrivato negli Stati Uniti mercoledì pomeriggio, portando venti molto forti e piogge torrenziali nello stato della Florida. Michael è considerato il più violento uragano che abbia colpito la Florida negli ultimi 80 anni ed è diretto verso il nordest della Georgia arrivando fino al North e South Carolina.

Tesla ha deciso di rilasciare un aggiornamento software che aggiungerà ad alcuni clienti di Tesla Model S e Model X un piccolo extra di autonomia della batteria.

Non è la prima volta che Tesla applica questo aumento di capacità alle proprie auto; anche durante l'uragano Florence dello scorso mese e l'uragano Irma dell'anno scorso Tesla ha fornito ai clienti fino a 40 miglia di raggio aggiuntivo.

L'aggiornamento è possibile perché Tesla ha venduto alcune vetture Model X e Model S con una maggiore capacità della batteria nell'hardware rispetto a quella effettivamente pagata dal cliente, limitandola attraverso modifiche lato software. In alcuni casi l'aziende ha venduto auto con batterie da 75kWh a clienti che avevano pagato 60kWh o 70kWh di capacità. In altri casi Tesla ha usato batterie da 60kWh a clienti che avevano ordinato auto con batterie da 40kWh.

L'azienda automobilistica offre batterie maggiorate rispetto a quanto viene detto per semplificarne la produzione, così da non creare troppi modelli di diversa capienza.

Tesla afferma che alcuni clienti in Florida, Alabama, Georgia, Carolina del Sud e Carolina del Nord otterranno l'aggiornamento temporaneo gratuito della batteria. Inoltre, tutti i clienti nelle aree interessate dall'uragano riceveranno l'uso gratuito delle stazioni di ricarica.

In questo momento Tesla è una delle aziende automobilistiche più all'avanguardia perchè permette aggiornamenti remoti che migliorano il comportamento del veicolo. Altre società automobilistiche stanno lavorando su funzionalità simili, ma in alcuni stati americani le leggi richiedono che gli aggiornamenti software vengano effettuati presso i concessionari, un requisito che esclude le concessionarie di Tesla.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pigr812 Ottobre 2018, 08:36 #1
good guys
Dumah Brazorf12 Ottobre 2018, 08:55 #2
Mah, capirò mai questi che tutti gli anni devono prendere e scappare per non essere ammazzati...
FiorDiLatte12 Ottobre 2018, 09:09 #3
Originariamente inviato da: Dumah Brazorf
Mah, capirò mai questi che tutti gli anni devono prendere e scappare per non essere ammazzati...


Prevenire è meglio che NON riuscire a curare (perchè sei sotto terra).
zappy12 Ottobre 2018, 09:11 #4
a parte il caso specifico, 'sta storia degli aggiornamenti remoti in generale non è che mi piaccia alla follia...
Wonder12 Ottobre 2018, 10:30 #5
Ahahah, vedo già la batteria sbloccata con l'hack, e garanzie invalidate
calabar12 Ottobre 2018, 11:01 #6
Ma le reti saranno funzionanti per poter diffondere l'aggiornamento?
Ho idea che per evitare problemi di questo tipo avrebbero dovuto diffondere l'aggiornamento prima dell'arrivo dell'uragano, non dopo (o l'hanno fatto ed è solo la notizie in ritardo?).

PS: "fino a 40 miglia di raggio aggiuntivo"... eddai! =_='
Bivvoz12 Ottobre 2018, 12:02 #7
Originariamente inviato da: FiorDiLatte
Prevenire è meglio che NON riuscire a curare (perchè sei sotto terra).


Si ma ci sono tanti altre soluzione come non abitare in una zona dove esiste la "stagione degli uragani" o non costruire le case con il compensato.

Su quest'ultima cosa mi sono sempre immaginato quanto sarebbe buffa un irruzione della swat da film in una casa all'italiana: uno si rompe un piede dando un calcio alla porta blindata e 3 o 4 si spiattellano sui serramenti in alluminio con doppivetri
Pigr812 Ottobre 2018, 12:16 #8
beh il nostro cemento non lo osannerei viste le ultime vicende
Bivvoz12 Ottobre 2018, 12:25 #9
Originariamente inviato da: Pigr8
beh il nostro cemento non lo osannerei viste le ultime vicende


Il nostro è un problema di manutenzione e responsabilità.
La manutenzione non viene fatta correttamente perchè tanto poi se succede qualcosa non è mai colpa di nessuno e tutto si risolve con 2 multine alle società implicate.

Quando succedono cose come il ponte di Genova in USA capaci che volano centinaia di anni di galera (ma fatti veramente non fuori dopo pochi anni per vari motivi come da noi) e società estromesse per sempre da appalti pubblici.
Poi hanno le loro porcate anche loro eh, però da noi è veramente una pacchia per questi criminali d'alto rango.
GTKM12 Ottobre 2018, 12:28 #10
Originariamente inviato da: Pigr8
beh il nostro cemento non lo osannerei viste le ultime vicende


Lì non è tanto la qualità del cemento (a parte i casi in cui c'entra la mafia), quanto di mancanza di manutenzione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^