Tesla, problemi nella produzione della Model 3

Tesla, problemi nella produzione della Model 3

La Tesla Model 3 è un'auto destinata a cambiare il mercato. Ma il produttore californiano riuscirà a mantenere le promesse e le tempistiche e a garantire un sufficiente livello qualitativo nonostante l'accelerazione impartita alla produzione?

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:41 nel canale Tecnologia
Tesla
 

Alcune testate stanno riportando di crescenti difficoltà da parte di Elon Musk e di Tesla a produrre in volumi Model 3 rispetto alle tempistiche inizialmente indicate. Nello specifico sarebbe stata necessaria un'accelerazione nella produzione che ha comportato delle ricadute sulla qualità. Secondo dichiarazioni rilasciate da dipendenti Tesla, infatti, il 90% delle auto prodotte secondo il nuovo regime velocizzato necessiterebbe di ulteriori interventi in vista della consegna ai clienti.

Questo comporta un aumento dei costi e della complessità di produzione per Tesla. Che ha raccolto mille dollari da oltre 400 mila persone in una campagna promozionale volta alla prenotazione della Model 3. La produzione in massa però è iniziata solo recentemente, peraltro senza i ritmi inizialmente promessi dal produttore californiano. Al giorno riusciva, infatti, a produrre solamente 150 delle 1500 vetture necessarie per mantenere le promesse.

Tesla Model 3

La Model 3 è una vettura destinata a rivoluzionare l'industria dell'auto: completamente elettrica e dotata di soluzioni tecnologiche avveniristiche, oltre che capace di raggiungere un'autonomia di 350 chilometri, è venduta a 35 000 USD, incentivi esclusi, un record per una Tesla o per vetture di questa natura. La Model 3 è, infatti, una vettura di taglia media nelle promesse ben più economica della ormai iconica berlina Model S e del suv Model X. Ma adesso Tesla deve affrontare quelli che sembrano problemi di produzione non preventivati.

Le consegne ai clienti erano previste entro la fine del 2017 per quanto riguarda la California, mentre entro la fine del 2018 dovrebbero partire le consegne internazionali. Sempre nel 2018 è prevista la produzione della batteria standard, mentre i modelli iniziali saranno dotati di batteria ad autonomia elevata. In primavera partirà anche la produzione della trazione integrale.

Ma è proprio la necessità di dover rivedere il 90% dei veicoli a preoccupare chi ha già investito su una Model 3, anche in considerazione del fatto che i produttori di automobili più affermati riescono a contenere la percentuale di vetture imperfette a meno del 10%. Secondo altri opinionisti bene informati, d'altronde, non sarebbe una novità per Tesla, visto che clienti "early adopter" hanno già in passato segnalato scarsa qualità di finiture e materiali e malfunzionamenti per diverse componenti.

La situazione di instabilità in casa Tesla era diventata di pubblico dominio già a ottobre, quando emersero indiscrezioni su un consistente numero di licenziamenti, tra i 400 e i 700 dipendenti tra cui operai, manager e persino ingegneri. Al punto che qualcuno ha iniziato a parlare di crisi, nonostante la presentazione da parte di Elon Musk della nuova Tesla Roadster e il primo Truck (Semi) completamente elettrico non sembrano delineare questo tipo di situazione.

Adesso tutti gli osservatori sono curiosi di sapere se Tesla riuscirà a superare questo periodo di difficoltà e consegnare in maniera brillante le prime Model 3. Nonostante i dubbi, però, tutti devono riconoscere a Musk e soci il merito di aver fatto da apripista a una rivoluzione nel mondo delle auto che ormai sta toccando la quasi totalità dei produttori storici.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

74 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco30 Novembre 2017, 10:49 #1
Che strano che le sparate di Musk alla fine debbano essere drasticamente ridimensionate.
Paganetor30 Novembre 2017, 11:15 #2
Avrà anche tante idee interessanti eh, ma gli sfugge il concetto di "industrializzazione di processo".
Non basta frustare gli ingegneri per tirare fuori una linea produttiva.

Già mi vedo tutti i costruttori di auto "convenzionali" che se la ridono...
le_mie_parole30 Novembre 2017, 11:15 #3
gli impianti di produzione e assemblaggio di un'auto hanno un costo enorme, non capisco perché non si è appoggiato a qualche struttura già esistente, come del resto ormai fan quasi tutti, ad esempio per produrre cose che non si "vedono" come i pianali delle auto e alcune parti delle strutture
se si sono fatti ex novo tutti gli impianti è normale che tra debugging delle linee di automazione, addestramento personale, etc etc, mediamente ci vogliono 6 mesi per raggiungere la massima produttività per ogni singola linea, poi le repliche delle stesse linee richiedono meno tempo di avvio.
Paganetor30 Novembre 2017, 11:39 #4
Secondo me ha pensato di fare una linea concettualmente nuova, mentre in realtà sono decenni che le case automobilistiche lavorano su questo fronte e vengono prese come esempio di produzione di massa...

Il fatto che su un pianale ci monti un pacco batterie o un serbatoio di carburante cambia poco la procedura...
Mparlav30 Novembre 2017, 11:41 #5
Secondo la fonte dell'articolo:
https://www.reuters.com/article/us-...y-idUSKBN1DT0N3

sono le Tesla S ed X che richiederebbero il 90% di interventi post produzione prima della commercializzazione, stando alle dichiarazione di alcuni ex-dipendenti.

La Tesla 3 nell'articolo, viene criticata per la qualità dell'assemblaggio da parte dei primi utenti che l'hanno ricevuta.
RaZoR9330 Novembre 2017, 11:50 #6
Originariamente inviato da: Mparlav
Secondo la fonte dell'articolo:
https://www.reuters.com/article/us-...y-idUSKBN1DT0N3

sono le Tesla S ed X che richiederebbero il 90% di interventi post produzione prima della commercializzazione, stando alle dichiarazione di alcuni ex-dipendenti.

La Tesla 3 nell'articolo, viene criticata per la qualità dell'assemblaggio da parte dei primi utenti che l'hanno ricevuta.
Esatto

"Fake news".

Hardware Upgrade cita un report di Routers che parla esclusivamente di Model S ed X, non Model 3, leggere la fonte originale per credere (https://www.reuters.com/article/us-...-idUSKBN1DT0N3).

HWU trasforma una news riguardante fit & finish di Model S ed X in "problemi di produzione" di Model 3, facendo una associazione che non ha senso di esistere, dato che secondo Tesla e lo stesso CEO di Panasonic i problemi a scalare la produzione sono associati al packaging dei battery pack, che ovviamente hanno nulla a che fare con la body line, general assembly o altri processi classici.
skyzoo7330 Novembre 2017, 11:51 #7
Alcune testate, quali ? Quelle che raccolgono interviste da EX impiegati in Tesla ovviamente incazzati e ne usano le esternazioni per costruire una teoria sulla produzione di un modello di auto di cui non capiscono un cavolo, e che sarà la rovina dei finanziatori proprio di queste testate.
Paganetor30 Novembre 2017, 12:00 #8
Be', oggettivamente la produzione è inferiore alle attese: anche trovare i giusti partner (chi ti realizza le batterie, ad esempio) è parte del processo produttivo.
Ben vengano visionari come Musk, ma attenzione a non bersi tutto quello che dicono come se fosse la Verità
blobb30 Novembre 2017, 12:05 #9
Originariamente inviato da: RaZoR93
Esatto

"Fake news".

Hardware Upgrade cita un report di Routers che parla esclusivamente di Model S ed X, non Model 3, leggere la fonte originale per credere (https://www.reuters.com/article/us-...-idUSKBN1DT0N3).

HWU trasforma una news riguardante fit & finish di Model S ed X in "problemi di produzione" di Model 3, facendo una associazione che non ha senso di esistere, dato che secondo Tesla e lo stesso CEO di Panasonic i problemi a scalare la produzione sono associati al packaging dei battery pack, che ovviamente hanno nulla a che fare con la body line, general assembly o altri processi classici.


se costruiscono male i modelli S ed X te immagina cosa possono fare con la 3, dato che i modelli precedenti sono anni che la costruiscono e dovrebbero essere piu rifinite visto i prezzi alla vendita
blobb30 Novembre 2017, 12:07 #10
Originariamente inviato da: skyzoo73
Alcune testate, quali ? Quelle che raccolgono interviste da EX impiegati in Tesla ovviamente incazzati e ne usano le esternazioni per costruire una teoria sulla produzione di un modello di auto di cui non capiscono un cavolo, e che sarà la rovina dei finanziatori proprio di queste testate.


guarda che è nota la pessima qualità costruttiva delle tesla....
ma capisco, mai criticare il nuovo guru...
intanto non riescono a produrre auto secondo i piani

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^