Tesla Semi: il camion elettrico di Elon Musk entra in produzione

Tesla Semi: il camion elettrico di Elon Musk entra in produzione

Dopo anni di posticipi, Tesla inizia la produzione del camion elettrico Semi, stando a fonti bene informate sulle decisioni della casa di Elon Musk

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Trasporti elettrici
Tesla
 

I segnali andavano tutti in quella direzione ormai da diversi giorni. Tesla aveva mostrato un prototipo di Tesla Semi in azione nel mese di marzo, e nello stesso mese, presso la Gigafactory del Nevada, è stata approntata una linea di produzione dedicata al nuovo camion elettrico. Ora l'affidabile Electrek afferma di aver appreso da fonti bene informate sui fatti che la produzione di Tesla Semi è stata iniziata.

Tesla Semi: prime consegne ora previste per il 2021

Una notizia decisamente rilevante se si considerano i tantissimi posticipi a cui il progetto è andato incontro. Tesla Semi è un camion elettrico in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 20 secondi in condizioni di carico pari a 36 tonnellate, mentre la sua velocità massima in salite con pendenza al 5% sarà di 105 km/h. Il camion sarà alimentato da 4 motori indipendenti sugli assali posteriori e consumerà meno di 1,25 kWh/km, secondo le stime di Tesla.

Tesla Semi

Tesla Semi non è il primo camion elettrico, ma nessuno dei modelli già sul mercato può vantare questo livello di prestazioni e capacità di trasporto a lungo raggio. Tesla ha in passato parlato di due versioni di Tesla Semi, con opzioni di autonomia di 483 km e 804 km per $ 150.000 e $ 180.000 rispettivamente. In ogni caso si tratta di semirimorchi di classe 8.

Sono numeri che potrebbero consentire a Tesla di cambiare il segmento dei trasporti pesanti. Anche perché Tesla Semi avrebbe anche il costo di esercizio più basso di qualsiasi altro semirimorchio, il che lo renderebbe estremamente rilevante in un settore in cui ogni centesimo conta.

Nel corso degli anni, Tesla Semi è andato incontro a una serie di posticipi. In occasione dell'annuncio originale del 2017 Tesla ne fissava il debutto sul mercato per due anni dopo. Nel frattempo ha iniziato a ricevere prenotazioni da molte aziende che puntano all'elettrificazione delle proprie flotte. Quando non è riuscita a perfezionare le consegne nel 2019, ha annunciato un posticipo prima al 2020 e poi al 2021.

Ora, Electrek ha appreso che la linea di produzione del motore è pronta e che la linea di assemblaggio generale sta attraversando la fase di debug finale prima dell'inizio della produzione. Nelle passate settimane, inoltre, Tesla aveva ribadito che il camion elettrico sarebbe entrato in produzione nel 2021 e che sarebbero partite le prime consegne, pur senza fornire dettagli sulle tempistiche precise e gli aspetti legati all'inizio della produzione.

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
io78bis21 Luglio 2021, 11:56 #1
Immagino che chiunque li ordini poi associ anche la realizzazione qualche tipo di stazione di ricarica nei propri depositi garantendo a Tesla un doppio profitto.

Ma i camion Nikola che fine hanno fatto?
biffuz21 Luglio 2021, 11:58 #2
Ma alla fine quanto può trasportare? Perché 36t è la massa totale (massimo consentito in USA), non si sa quanto siano le batterie: quel furbacchione di Musk è stato molto attento a omettere questo piccolo dettaglio...
Se per trasportare le stesse merci di un camion normale te ne servono due di questi, te lo dico io che fine fa la convenienza...
demon7721 Luglio 2021, 12:03 #3
non nascondo un certo scetticismo..
un mezzo del genere richiede moltissima potenza per via del carico e deve percorrere tragitti molto lunghi.

Sono entrambe cose che si sposano molto male con l'attuale tecnologia dei veicoli elettrici..

Puoi pure mitigare con una buona quantità di fotovoltaico sul rimorchio ma si tratta comunque di un misero contributo..
Vincent1721 Luglio 2021, 12:12 #4
Solo a me sembra fantascienza 1,25kwh/km per spostare 36t?
corvazo21 Luglio 2021, 12:47 #5
Quando prenderà fuoco non basterà il Garda per spegnerlo... occhio ai fumi altamente tossici!
Lanfi21 Luglio 2021, 12:54 #6
Il motore elettrico per sua natura ben si sposa a trasportare carichi molto pesanti vista la facilità con cui riesce ad erogare la coppia disponibile. Non per niente ormai da decenni i motori dei treni sono elettrici.....lì però hanno risolto il problema dell'alimentazione elettrificando le linee su cui corrono.

Invece per questi camion (come per tutti i veicoli elettrici) si pone il problema della batteria. I miglioramenti da fare sono, e saranno, in sostanza tutti lì. Il giorno in cui si riuscirà a stivare una grande quantità di energia in una batteria piccola e non esageratamente pesante, con un lungo ciclo di vita, saremo a posto. Ovviamente però non ci sarà un giorno in cui salterà fuori una batteria del genere....ci vorrà un processo evolutivo che spero sia il più rapido possibile.

Per quanto riguarda i kWh/km....non so esprimermi. Va però ricordato che un motore elettrico ha un'efficienza di ben altro livello rispetto ad un motore termico.
lcfr21 Luglio 2021, 13:24 #7
Potrebbe essere una base interessante per un camper...
Notturnia21 Luglio 2021, 13:51 #8
Un camion mi pare viaggi su 2km/litro per cui 10 volte una macchina
Fate voi le considerazioni sul camion Tesla
barzokk21 Luglio 2021, 13:51 #9
Originariamente inviato da: Vincent17
Solo a me sembra fantascienza 1,25kwh/km per spostare 36t?

Hai dimenticato la parte importante: "secondo le stime di Tesla."

Stimeranno il consumo in un rettilineo piano, a velocità costante e senza fermarsi mai.

Comunque sempre meglio di Nikola, dove andava giù dalla discesa
nyo9021 Luglio 2021, 14:00 #10
Originariamente inviato da: corvazo
Quando prenderà fuoco non basterà il Garda per spegnerlo... occhio ai fumi altamente tossici!


Quando le macchine prendono fuoco, cosa che accade abbastanza spesso, nessuno si fa problemi, anzi! Vedi tutta la gente incuriosita a respirarsi i fumi tossici. Fortuna che i casi di incendio dei veicoli elettrici, in proporzione, sono estremamente rari.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^