Toyota e la federazione dei taxi giapponese insieme per l'auto a guida autonoma

Toyota e la federazione dei taxi giapponese insieme per l'auto a guida autonoma

L'idea di fondo è quella di utilizzare i dati raccolti dai taxi durante le loro corse per sviluppare tecnologie in grado di automatizzare parte delle operazioni e dei servizi, con l'obiettivo ultimo di giungere a dei risparmi

di pubblicata il , alle 15:55 nel canale Tecnologia
Toyota
 

Le auto a guida autonoma promettono di rivoluzionare molti aspetti della nostra vita futura. Generalmente pensiamo tutti al tragitto da pendolari casa-lavoro, ma anche il semplice prendere un taxi un giorno potrebbe vedere arrivare un'auto senza conducente. Oppure che guidano da sole e hanno un automa al posto del guidatore, come aveva immaginato più di 25 anni fa Paul Verhoeven nel suo Atto di Forza, con protagonista Arnold Schwarzenegger.

Abbiamo già visto come Uber si stia muovendo in tal senso, ma ora arriva la notizia della partnership tra Toyota e la Federation of Hire-Taxi Associations, organo che racchiude diversi operatori di servizi taxi del Giappone. L'idea di fondo è quella di utilizzare i dati raccolti dai taxi durante le loro corse per sviluppare tecnologie in grado di automatizzare parte delle operazioni e dei servizi, con l'obiettivo ultimo di giungere a dei risparmi.

Con l'utilizzo di sistemi ADAS (advanced driver assistance system)con una HMI (human-machine interface) appositamente sviluppata il progetto mira a ridurre il carico sui tassisti, offrendo corse più sicure grazie alla parziale guida autonoma. Anche l'ergonomia dei taxi verrà rivista, con porte più ampie e pavimenti più bassi, per consentire una più facile salita (e discesa) anche alle persone con ridotte capacità motorie.

Toyota anlizzerà i dati dei 200.000 taxi circolanti sulle strade del Giappone, utilizzando per accelerare lo sviluppo dei sistemi avanzati di assitenza alla guida e di guida autonoma. Coi dati Toyota potrebbe poi sviluppare nuove tecnologie di sicurezza o suggerire nuovi servizi assicurativi.

Il primo veicolo nato da progetto dovrebbe solcare le strade già nel 2017.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
amd-novello12 Agosto 2016, 10:39 #1
figata
brava toyota. di certo velocizzerà studiare tutti i taxi. la cosa più brutta è che non c'è un consorzio intercontinentale ma ognuno fa come cavolo vuole.

comunque queste macchine le aspetto e spero non le vedano solo i miei nipoti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^