Trek E-Caliber 2021, sono loro le e-MTB Full Suspended più leggere al mondo?

Trek E-Caliber 2021, sono loro le e-MTB Full Suspended più leggere al mondo?

Vari accorgimenti adottati da Trek posizionano i modelli di questa serie E-Caliber tra i più leggeri sul mercato, se non i più leggeri in assoluto. Il peso ridotto è in gran parte dovuto al telaio e alle ruote in carbonio, oltre che ad un comparto sospensioni a corsa breve, da 120 mm all'anteriore e 60 mm al posteriore

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Tecnologia
Trek
 

Trek ha recentemente presentato la sua nuova linea 2021 di mountain e-bike Full Suspended della serie E-Caliber, il top della gamma del costruttore che offre le migliori specifiche tecniche attualmente disponibili sul mercato.

Modelli realizzati sul già noto telaio dei modelli muscolari della serie Supercaliber, ma equipaggiati di sistema di assistenza alla pedalata a marchio Fazua: un sistema elettrico estremamente compatto e l'unico sul mercato che permetta facilmente la rimozione di motore e batteria, garantendo all'utente l'utilizzo della bicicletta anche in modo tradizionale senza assistenza alla pedalata.



Clicca per ingrandire

Vari accorgimenti adottati da Trek posizionano i modelli di questa serie E-Caliber tra i più leggeri sul mercato, se non i più leggeri in assoluto. Il peso ridotto è in gran parte dovuto al telaio e alle ruote in carbonio, oltre che ad un comparto sospensioni a corsa breve, da 120 mm all'anteriore e 60 mm al posteriore.

Un progetto che offre bici in stile cross country meno dedite quindi a discipline di puro fuoristrada come l'enduro o impegnativi percorsi discesa.

La serie è composta da differenti modelli che principalmente differiscono per la configurazione di ciclistica e sospensioni, ma tutti condividono la medesima piattaforma elettrica con l'unità Fazua con motore da 250 W di potenza continua, 450 W di picco, e batterie 250 Wh.

Il modello di punta, noto come E-Calibre 9.9 XX1 AXS, pesa solo 15,75 kg, 12,45 kg con sistema Fazua rimosso, offrendo, in entrambi i casi, valori veramente bassi per una mountain bike full-suspended.


Clicca per ingrandire

Queste Trek E-Calibre sono già disponibile sul mercato con prezzi che vanno dai 6.799 € del modello E-Calibre 9.6 fino a quasi il doppio, ovvero 12.999 €, del già sopra citato E-Calibre 9.9 XX1 AXS; per maggiori immagini ed informazioni a riguardo vi invitiamo a visitare la pagina dedicata ai modelli E-Calibre.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
albatros_la03 Marzo 2021, 09:57 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://auto.hwupgrade.it/news/tecn...ondo_95950.html

Vari accorgimenti adottati da Trek posizionano i modelli di questa serie E-Caliber tra i più leggeri sul mercato, se non i più leggeri in assoluto. Il peso ridotto è in gran parte dovuto al telaio e alle ruote in carbonio, oltre che ad un comparto sospensioni a corsa breve, da 120 mm all'anteriore e 60 mm al posteriore

Click sul link per visualizzare la notizia.

Anche le bici a pedalata assistita sono in una certa misura mosse dai muscoli di chi le conduce. "Muscolare" quindi è improprio: a una bicicletta servono sempre i muscoli di chi la conduce, che sia "tradizionale" o a pedalata assistita. Forse è il caso di distinguere tra biciclette e biciclette a pedalata assistita, ma certo non è necessario aggiungere alcun aggettivo alle prime. Spero che un bel dì quel "muscolare" venga riconsegnato al giusto oblio e che l'averlo usarto per definire una qualsiasi bici senza assistenza diventi un ricordo curioso, un segno di tempi andati (come "torpedone" in luogo di "corriera"...).
Quanto alle bici dell'articolo... peso senza dubbio basso per la categoria, prezzo esorbitante.
polkaris03 Marzo 2021, 10:32 #2
Rispetto alla specialized turbo levo SL (17,35 kg) la differenza di peso non è enorme; certo togliendo motore e batteria le cose cambiano.
aleardo03 Marzo 2021, 10:49 #3
Originariamente inviato da: albatros_la
Anche le bici a pedalata assistita sono in una certa misura mosse dai muscoli di chi le conduce. "Muscolare" quindi è improprio: a una bicicletta servono sempre i muscoli di chi la conduce, che sia "tradizionale" o a pedalata assistita. Forse è il caso di distinguere tra biciclette e biciclette a pedalata assistita, ma certo non è necessario aggiungere alcun aggettivo alle prime. Spero che un bel dì quel "muscolare" venga riconsegnato al giusto oblio e che l'averlo usarto per definire una qualsiasi bici senza assistenza diventi un ricordo curioso, un segno di tempi andati (come "torpedone" in luogo di "corriera"...).
Quanto alle bici dell'articolo... peso senza dubbio basso per la categoria, prezzo esorbitante.

In realtà ci sono anche biciclette che funzionano senza intervento muscolare. L'obbligo alla pedalata assistita è soltanto una norma legale affinché il mezzo possa essere ancora essere classificato come bicicletta e non come ciclomotore.
Molte biciclette elettriche cinesi, ovviamente illegali, hanno ad esempio l'acceleratore, che consente di usarle senza pedalare e addirittura si vedono circolare dei veri e propri scooter elettrici con attaccati dei pedali.
albatros_la03 Marzo 2021, 11:42 #4
Originariamente inviato da: aleardo
In realtà ci sono anche biciclette che funzionano senza intervento muscolare. L'obbligo alla pedalata assistita è soltanto una norma legale affinché il mezzo possa essere ancora essere classificato come bicicletta e non come ciclomotore.
Molte biciclette elettriche cinesi, ovviamente illegali, hanno ad esempio l'acceleratore, che consente di usarle senza pedalare e addirittura si vedono circolare dei veri e propri scooter elettrici con attaccati dei pedali.

Il che le classifica tecnicamente come dei ciclomotori e non come delle biciclette. Non stavo parlando di normative ma di definizione. Quelle di cui parli non sono diverse da un Garelli dei tempi andati, con la differenza che il motore è elettrico. Il Garelli era un ciclomotore, quelle sono ciclomotori, a prescindere che siano illegali o meno.
Ciò comunque non rende sensato il termine "muscolare", giacché - di nuovo - le bici a pedalata assistita utilizzano per l'avanzamento comunque in buona parte l'energia dei muscoli del ciclista. Perciò quell'aggettivo non distingue in modo sostanziale le bici dalle bici a pedalata assistita, ed è dunque improprio, oltreché del tutto inutile.
aleardo03 Marzo 2021, 12:14 #5
Originariamente inviato da: albatros_la
Il che le classifica tecnicamente come dei ciclomotori e non come delle biciclette. Non stavo parlando di normative ma di definizione. Quelle di cui parli non sono diverse da un Garelli dei tempi andati, con la differenza che il motore è elettrico. Il Garelli era un ciclomotore, quelle sono ciclomotori, a prescindere che siano illegali o meno.
Ciò comunque non rende sensato il termine "muscolare", giacché - di nuovo - le bici a pedalata assistita utilizzano per l'avanzamento comunque in buona parte l'energia dei muscoli del ciclista. Perciò quell'aggettivo non distingue in modo sostanziale le bici dalle bici a pedalata assistita, ed è dunque improprio, oltreché del tutto inutile.

Se parliamo di definizione e non di normative del codice della strada create per evitare abusi, una bicicletta interamente elettrica senza necessità della pedalata assistita, e quindi anche senza intervento muscolare, rimane una bicicletta ed è anche visivamente indistinguibile da quest'ultima. Tutt'altra cosa sono invece i cosiddetti scooter elettrici, che potrebbero essere accostati al vecchio Garelli.

Vocabolario on line Treccani
biciclétta s. f. [dal fr. bicyclette, dim. di bicycle «biciclo»]. – 1. Veicolo a due ruote gommate, poste l’una dietro l’altra, fatto di norma per una sola persona che, a cavalcioni su un sellino, aziona con la forza muscolare delle gambe la ruota posteriore mentre con le mani impugna il manubrio, sterzando la ruota anteriore per dare la direzione di marcia al veicolo stesso; parti essenziali sono, oltre a quelle già nominate, il telaio, la forcella, l’albero delle pedivelle o asse centrale, i pedali. Se ne hanno varî tipi: b. da passeggio, da turismo, da corsa, quest’ultima caratterizzata da estrema leggerezza e dal manubrio ricurvo in basso; per la b. a motore, v. ciclomotore; b. elettrica, dotata, per la propulsione, anche di un motore elettrico che aziona una delle due ruote e di una batteria di accumulatori, spesso asportabile per la ricarica; b. elettrica con pedalata assistita, per il funzionamento del quale è necessario il contributo del ciclista: il motore, cioè, fornisce energia meccanica intervenendo, superata una velocità minima, con una coppia motrice proporzionale allo sforzo muscolare, riducendo quindi molto la fatica a pari prestazioni. L’apporto del motore può essere variato con un regolatore (per es., limitandolo solo ai tratti in salita), così da non incidere troppo sull’autonomia della batteria.


https://www.treccani.it/vocabolario/bicicletta/
albatros_la03 Marzo 2021, 14:07 #6
Originariamente inviato da: aleardo
Se parliamo di definizione e non di normative del codice della strada create per evitare abusi, una bicicletta interamente elettrica senza necessità della pedalata assistita, e quindi anche senza intervento muscolare, rimane una bicicletta ed è anche visivamente indistinguibile da quest'ultima. Tutt'altra cosa sono invece i cosiddetti scooter elettrici, che potrebbero essere accostati al vecchio Garelli.

https://www.treccani.it/vocabolario/bicicletta/

Le bici di cui parlavi sono in tutto e per tutto accostabili a dei ciclomotori e non a delle biciclette: hanno prestazioni analoghe, hanno i pedali, non hanno assistenza alla pedalata. Il codice della strada le include nella categoria dei ciclomotori, e come tali ne richiede l'omologazione per l'uso su strada.
Stento a vedere la Treccani come un riferimento per quanto concerne le definizioni tecniche. Anche linguisticamente lascia alle volte a desiderare, e non è certo aggiornata. La definizione di bicicletta che dà è ad esempio antiquata, al punto che nei tipi elencati non rientrano nemmeno le MTB che sono di uso comune da almeno 35 anni. E non entro ulteriormente nel dettaglio... Di grazia, se non altro, non definisce la bicicletta "muscolare".
giuliop03 Marzo 2021, 15:03 #7
Originariamente inviato da: albatros_la
[...]
Ciò comunque non rende sensato il termine "muscolare", giacché - di nuovo - le bici a pedalata assistita utilizzano per l'avanzamento comunque in buona parte l'energia dei muscoli del ciclista. Perciò quell'aggettivo non distingue in modo sostanziale le bici dalle bici a pedalata assistita, ed è dunque improprio, oltreché del tutto inutile.


Be', in qualche modo però le devi distinguere, perché l'insieme delle bici comprende anche quelle a pedalata assistita.

Quindi, per un uso proprio del termine, propongo:

"Bicicletta totalmente muscolare" per le biciclette classiche;
"Bicicletta parzialmente muscolare" per quelle a pedalata assistita.

aleardo03 Marzo 2021, 15:18 #8
Originariamente inviato da: albatros_la
Le bici di cui parlavi sono in tutto e per tutto accostabili a dei ciclomotori e non a delle biciclette: hanno prestazioni analoghe, hanno i pedali, non hanno assistenza alla pedalata. Il codice della strada le include nella categoria dei ciclomotori, e come tali ne richiede l'omologazione per l'uso su strada.
Stento a vedere la Treccani come un riferimento per quanto concerne le definizioni tecniche. Anche linguisticamente lascia alle volte a desiderare, e non è certo aggiornata. La definizione di bicicletta che dà è ad esempio antiquata, al punto che nei tipi elencati non rientrano nemmeno le MTB che sono di uso comune da almeno 35 anni. E non entro ulteriormente nel dettaglio... Di grazia, se non altro, non definisce la bicicletta "muscolare".


In realtà eri proprio tu ad aver precisato:
Non stavo parlando di normative ma di definizione.

Per questo motivo ti ho mostrato la definizione della Treccani, che considera come biciclette sia quelle interamente elettriche che quelle a pedalata assistita. Che poi tu consideri l'Istituto dell'Enciclopedia Italiana Treccani linguisticamente poco attendibile è una tua legittima opinione sulla quale non mi esprimo.
Zappz03 Marzo 2021, 15:42 #9
Veramente belle, niente dai dire. Pero' prezzo veramente fuori da ogni logica, mi e' costata meno la mia moto...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^