Triplicare la capacità delle batterie dei veicoli elettrici, ci pensa un consorzio USA

Triplicare la capacità delle batterie dei veicoli elettrici, ci pensa un consorzio USA

Realtà accademiche e industriali collaboreranno, grazie ad un finanziamento di 50 milioni di dollari, per accelerare lo sviluppo delle batterie litio-metallo che promettono prestazioni maggiori rispetto alle soluzioni attuali

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Tecnologia
 

Con una grande attenzione nei confronti dei veicoli elettrici (come il nuovo camion Urban e-Truck di Mercedes-Benz, se ve lo siete perso correte a leggere qui: http://auto.hwupgrade.it/news/tecnologia/ecco-il-camion-da-26-tonnellate-100-elettrico-e-mercedes-benz-urban-e-truck_63886.html) ed il pubblico che si sta via via sensibilizzando sulla ricerca di mezzi di trasporto meno inquinanti, le attività di ricerca nel campo delle batterie si stanno facendo più vivaci che mai, specie considerando che nei prossimi anni si svilupperà una forte domanda per batterie sempre più efficienti, sicure, affidabili e dalle maggiori prestazioni rispetto a quanto le tecnologie disponibili possono ora offrire.

Cogliendo questa necessità, il Pacific Northwest National Laboratory ha deciso di istituire il consorzio Battery500 che riceverà un totale di 50 milioni di dollari di finanziamenti distribuiti su cinque anni da parte dell'Office of Energy Efficiency and REnewable Energy del Department of Energy allo scopo di stimolare lo sviluppo delle celle di batteria litio-metallo destinate ai veicoli elettrici.

Composto da varie realtà di rilievo del settore (Stanford University, University of California-San Diego, University of Texas-Austin e IBM, per citarne alcuni) il consorzio insegue l'obiettivo di triplicare l'energia conservata nelle batterie delle auto elettriche, passando dai 170-200 wattora per chilogrammo delle soluzioni attuali a circa 500 wattora per chilogrammo.

Il consorzio cercherà di realizzare batterie da 500 wattora per chilogrammo, rispetto ai 170-200 wattora per chilogrammo delle batterie di oggi

Commenta così Jun Liu, scienziato dei materiali presso il PNNL e direttore del consorzio: "L'obiettivo è quello di estrarre ogni goccia di energia dai materiali della batteria, realizzando una soluzione ad alte prestazioni che sia affidabile, sicura e meno onerosa. Per mezzo della nostra partnership multi-istituzionale, che raccoglie alcune delle realtà più innovative nel campo dell'energy storage, il consorzio Battery 500 valuterà la miglior opzione per creare le più potenti batterie al litio di prossima generazione per le auto elettriche".

Compatibilmente con l'obiettivo del progetto di realizzare batterie migliori per i veicoli elettrici, Liu si aspetta che il consorzio possa riuscire a compiere importanti passi avanti anche nelle soluzioni di stoccaggio dell'energia per le smart-grid.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheDarkAngel03 Agosto 2016, 14:21 #1
50 milioni di finanziamento? ci sono intere società che buttano centinaia di milioni nello sviluppo e questi arrivano con l'elemosina? mi sa che non hanno ben capito l'impatto economico di avere un processo _industrializzato_ per la produzione di batterie con capacità raddoppiate o triplicate a parità di peso e possibilmente volume.
LMCH03 Agosto 2016, 16:56 #2
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
50 milioni di finanziamento? ci sono intere società che buttano centinaia di milioni nello sviluppo e questi arrivano con l'elemosina? mi sa che non hanno ben capito l'impatto economico di avere un processo _industrializzato_ per la produzione di batterie con capacità raddoppiate o triplicate a parità di peso e possibilmente volume.


I 50 milioni sono i fondi pubblici, ma le aziende private che vi fanno parte dovranno contribuire a loro volta se non con fondi almeno con materiali, strumentazione ecc.
Pier220403 Agosto 2016, 17:04 #3
Si ma che significa "Triplicare la capacità delle batterie dei veicoli elettrici"?

passando dai 170-200 wattora per chilogrammo delle soluzioni attuali a circa 500 wattora per chilogrammo

se non ho capito male si parla di immagazzinare il triplo energia a parità di volume della batteria.

Quindi, in teoria facendo un raffronto spannometrico, una batteria da auto da 100 Ah con questi nuovi materiali sarebbe da 300 Ah a parità di volume e probabilmente anche peso... interessante
omerook03 Agosto 2016, 23:55 #4
ma il volume non centra nulla per assurdo potrebbero pestare 1/3 delle attuali ma avere un volume doppio. non è dato sapere!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^