Trump blocca gli incentivi per i veicoli elettrici, brutte notizie per Tesla e GM

Trump blocca gli incentivi per i veicoli elettrici, brutte notizie per Tesla e GM

Donald Trump si è fermamente opposto all'espansione degli incentivi, visti dai conservatori come un regalo ai ricchi della California che si possono permettere un'auto elettrica. Si tratta di una brutta notizia per Tesla, che aveva sperimentato in rallentamento delle vendite nel momento in cui ha superato il numero di esemplari coperto dal provvedimento, e per GM, che la soglia l'ha da poco superata.

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Tecnologia
Tesla
 

Le auto elettriche hanno un costo di acquisto decisamente più alto di modelli equivalenti mossi dai tradizionali motori termici, benzina e diesel. Per favorire l'adozioni di questi veicoli a emissioni zero (se alimentati da energia proveniente esclusivamente da fonti rinnovabili), diversi governi a livello mondiale hanno stanziato ingenti fondi per la creazione di incentivi all'acquisto, in modo da abbattere il prezzo di acquisto e portarlo ai livelli di un'auto a combustibile fossile.

Un provvedimento simile è in atto anche negli Stati Uniti, nella forma di un contributo di 7.500$, erogato come credito d'imposta (Federal EV tax credit) per i primi 200.000 esemplari venduti per ogni costruttore. Nei mesi scorsi era stata fatta la proposta di aumentare a 600.000 gli esemplari per costruttore coperti dal credito d'imposta, anche se abbassando il contributo a 7.000$ per i veicoli venduti dopo i primi 200.000, trovando un supporto bipartisan abbastanza compatto in parlamento. La proposta aveva fatto volare le azioni di Tesla, visto che avrebbe dato nuovo fiato alla compagnia che aveva già ampiamente superato il numero di veicoli coperti dal credito d'imposta, assieme a General Motors, secondo marchio nella classifica USA dei produttori di veicoli elettrici.

L'inquilino della Casa Bianca, la pensa però diversamente e Donald Trump si è fermamente opposto all'espansione degli incentivi, visti dai conservatori come un regalo ai ricchi della California che si possono permettere un'auto elettrica. Alla fine Congresso si è dovuto piegare alle resistenze del presidente e il provvedimento è stato stralciato dal piano di spesa federale da 1.400 milardi di dollari.

Si tratta di una brutta notizia per Tesla, che aveva sperimentato un rallentamento delle vendite nel momento in cui ha superato il numero di esemplari coperto dal provvedimento, e per GM, che la soglia l'ha da poco superata. Tutti gli altri concorrenti, tutti esteri tranne Ford, avranno a disposizione un vantaggio competitivo di 7.500$ da giocarsi sul prezzo proposto agli utenti. I detrattori della decisione di Trump fanno notare come non espandere ulteriormente il credito d'imposta possa rappresentare un vantaggio offerto sul piatto d'argento ai produttori euopei e giapponesi. D'altra parte la posizione del presidente è in linea con una ricerca fatta dalla Morgan State University, che vede come i principali beneficiari della misura, ossia coloro che comprano auto elettriche, siano per l'80% persone con un reddito annuo di più di 100.000 $ e di come la misura possa sollevare dubbi sull'ineguaglianza sociale della stessa.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13520 Dicembre 2019, 17:14 #1
grande trump! viva il petrolio! w gli arabi ! w le guerre
Mparlav20 Dicembre 2019, 17:30 #2
Trovo corretto non ampliare l'incentivo per i produttori che hanno già raggiunto il limite delle vendite stabilito tempo fa', posta in quella maniera, sembra un aiuto per Tesla e GM.

Forse si poteva trovare una via di mezzo, al fine di non agevolare troppo i produttori esteri che si stanno affacciando sul mercato USA, ponendo un tetto massimo al prezzo dell'auto, come faranno in Francia e Germania (intorno ai 45.000 euro)

In questo modo costringi i produttori a proporre modelli più economici.
Ragerino20 Dicembre 2019, 18:05 #3
Ha fatto benissimo. Gli incentivi di questo genere sono un regalo ai ricchi, come in fondo segnalato dalla notizia stessa.
Opteranium20 Dicembre 2019, 18:31 #4
ricorda l'ecobonus, le cui maglie sono state allargate a sufficienza da coprire la model 3, il che è ridicolo perché se puoi spendere oltre 60 mila euro in una macchina, te ne frega il giusto di 4-6000 in meno..

per me ha fatto bene.
Sputafuoco Bill20 Dicembre 2019, 18:35 #5
Condivido la decisione, non la motivazione riportata in questo articolo, non è questione di ricchi.
E' giusto abolire del tutto gli incentivi perché che drogano il libero mercato dando un vantaggio ad aziende o automobili non competitive e con tecnologie non convenienti; allo stesso tempo puniscono chi ha il merito di produrre automobili più economiche.
Le attuali auto elettriche a batteria non sono ecologiche, e le loro emissioni di CO2 sono simili a quelle dei moderni motori diesel euro 6D.
al13520 Dicembre 2019, 18:42 #6
Originariamente inviato da: Sputafuoco Bill
Condivido la decisione, non la motivazione riportata in questo articolo, non è questione di ricchi.
E' giusto abolire del tutto gli incentivi perché che drogano il libero mercato dando un vantaggio ad aziende o automobili non competitive e con tecnologie non convenienti; allo stesso tempo puniscono chi ha il merito di produrre automobili più economiche.
Le attuali auto elettriche a batteria non sono ecologiche, e le loro emissioni di CO2 sono simili a quelle dei moderni motori diesel euro 6D.


è meno della meta'
https://www.qualenergia.it/articoli/auto-elettriche-e-diesel-confronto-su-emissioni-co2-e-inquinanti/
thecatman20 Dicembre 2019, 18:53 #7
fatto piu che bene. la fregatura dell' elettrico.
guardate il video e leggete i commenti
https://www.youtube.com/watch?v=93Sq90ha-gQ
Mory20 Dicembre 2019, 19:14 #8
Condivido il fatto di non dare incentivi, anzi togliere anche quelli che già ci sono. Nessun mercato va incentivato, se il prodotto è conveniente sarà la gente a preferirlo e comprarlo.
Inoltre gli incentivi vengono erogati con i soldi delle tasse di chi magari non può permettersi il prodotto nemmeno con l'incentivo. Gli incentivi dovrebbero essere anticostituzionali!
Ragerino20 Dicembre 2019, 19:17 #9



Se non sbaglio, articolo recente ( mi pare postato qua), il well to wheel, in alcuni paesi fa si che un elettrico inquini piu di un gasolio.

In ogni caso, le auto private rappresentano una quota talmente risibile delle emissioni di CO2, che passare all'elettrico è letteralmente inutile, se il risultato ultimo è quello di ridurre il gas serra.
SpyroTSK20 Dicembre 2019, 20:36 #10
Originariamente inviato da: Mory
Condivido il fatto di non dare incentivi, anzi togliere anche quelli che già ci sono. Nessun mercato va incentivato, se il prodotto è conveniente sarà la gente a preferirlo e comprarlo.
Inoltre gli incentivi vengono erogati con i soldi delle tasse di chi magari non può permettersi il prodotto nemmeno con l'incentivo. Gli incentivi dovrebbero essere anticostituzionali!


Il problema è che gli incentivi lì danno ai costruttori, invece vanno dati agli acquirenti delle auto un po' come i contributi per l'acquisto della prima casa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^