Uber cerca la terza città per Uber Air: l'obiettivo è il lancio commerciale nel 2023

Uber cerca la terza città per Uber Air: l'obiettivo è il lancio commerciale nel 2023

Cinque Paesi in una lista ristretta per una decisione che sarà presa entro sei mesi, e la città dovrà avere requisiti precisi per poter essere un banco di prova adatto. Intanto si pensa alle prime dimostrazioni per il 2020 e il lancio commerciale tre anni più tardi

di pubblicata il , alle 14:41 nel canale Tecnologia
Uber
 

Uber ha annunciato un elenco ristretto dei Paesi che verranno presi in considerazione come futuri mercati per il servizio Uber Air, ovvero il trasporto civile tra aree urbane gestito tramite velivoli elettrici. La società ha intenzione di avviare i primi voli dimostrativi in varie città nel 2020 per preparare il debutto delle operazioni commerciali nel 2023.

Dallas e Los Angeles erano state selezionate lo scorso anno da Uber come le prime due città di lancio, mentre Dubai è stata inizialmente scelta come terza città e prima internazionale, scartata però in seguito. Uber ha ora annunciato che ci sono 5 Paesi ora in competizione per individuare la terza località: Giappone, Francia, Brasile, Australia e India. Ciascuno di essi ha caratteristiche peculiari secondo Uber: il Giappone è leader nel trasporto pubblico e nelle tecnologie innovative per l'automobile, l'India vanta alcune tra le città più congestionate del pianeta, l'Australia è già abituata al trasporto urbano aereo mentre in Francia Uber sta costruendo un nuovo polo tecnologico avanzato. Il Brasile, infine, vede già il diffondersi di servizi di taxi con elicotteri.

Nell'annuncio di oggi Uber ha reso noti anche i criteri per scegliere la terza città: popolazione metropolitana superiore ai 2 milioni di persone, vari poli abitativi, aeroporto ad almeno un'ora dal centro cittadino e la volontà di supportare servizi di carpooling. La società procederà ora a consultarsi con le eventuali parti interessate di ciascun Paese mentre pondera la sua decisione, e la scelta definitiva sarà nota entro sei mesi e da qui Uber pianifica di lanciare il servizio Uber Air entro cinque anni.

Nonostante abbia appena due anni di vita il progetto di Uber di affollare i cieli con stormi di velivoli elettrici sembra aver già catturato l'attenzione di molti: la società ha già organizzato due eventi che hanno raccolto un'ampia partecipazione e sta già lavorando con vari partner su diversi fronti: dalla costruzione di veivoli alle tecnologie di batteria, passando per realtà immobiliari e interloquendo con le autorità per le attività di regolamentazione.

E' bene sottolineare però che attualmente la tecnologia che dovrebbe essere alla base del servizio Uber Air è ancora in stato embrionale e resterà in fase di test ancora per diverso tempo. E ad ora non esiste alcuna certezza che la tecnologia possa effettivmente essere in grado di supportare il tipo di servizio immaginato da Uber. Due problemi, in particolare: anzitutto la difficoltà di realizzare batterie con il giusto connoubio di prestazioni, autonomia, ingombri e peso per consentire la possibilità di costruire velivoli atti allo scopo, in secondo luogo - e non certo per importanza - riuscire a guadagnare la fiducia del pubblico sulla sicurezza del servizio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^