Una MINI elettrica come nuova Safety Car della Formula E

Una MINI elettrica come nuova Safety Car della Formula E

Basata sulla MINI Cooper SE, la MINI Electric Pacesetter sarà la Safety Car nelle gare di Formula E a partire dall'E-Prix di Roma del 10 aprile

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Tecnologia
MiniBMWFormula E
 

MINI Electric Pacesetter è la nuova Safety Car del campionato di Formula E. Un veicolo completamente elettrico basato sulla MINI Cooper SE che prenderà il posto della BMW i8 Coupé, la vettura che abbiamo visto fino a oggi come Safety Car nelle gare di Formula E.

Cambia la Safety Car della Formula E (ma resta in casa BMW): da BMW i8 Coupé a MINI Electric Pacesetter

Il design del veicolo è ispirato dalla John Cooper Works per quanto concerne i passaruota adattati alla carreggiata della vettura e la profonda grembialatura anteriore con ulteriori splitter anteriori a sinistra e a destra. Considerato che praticamente non è necessario il raffreddamento del sistema di propulsione attraverso la zona superiore della griglia, la parte anteriore è in gran parte chiusa per favorire l'aerodinamica. Le uniche eccezioni sono la zona sotto la griglia e le aperture, quasi squadrate, per il raffreddamento dei freni.

MINI Electric Pacesetter

L'interazione delle ghette geometricamente accentuate e delle bandelle laterali sportive conferiscono un tratto certamente sportiveggiante alla MINI Electric Pacesetter. Altri elementi, invece, ricordano più da vicino la tradizione MINI, come i fari circolari e la griglia esagonale del radiatore.

Diverse parti della MINI Electric Pacesetter sono state realizzate con moderne tecniche di Stampa 3D. Il prominente alettone posteriore montato sul tetto con flusso d'aria e accenti in giallo integra anche il gruppo ottico di segnalazione ed è stato stampato in 3D presso lo stabilimento di Oxford. Un altro punto di forza sono i cuscinetti rimovibili sul sedile sportivo, anch'essi stampati in 3D.

MINI Electric Pacesetter

Il peso è un altro elemento cruciale per un veicolo con velleità sportive come deve essere una Safety Car, chiamata a viaggiare a velocità molto elevate per non danneggiare lo stato degli pneumatici delle vetture in competizione. L'aderenza rigorosa ai principi del design leggero dà alla Safety Car un peso in ordine di marcia di circa 1.230 kg, ovvero circa 130 kg più leggera della MINI Cooper SE standard.

MINI Electric Pacesetter

Anche il sistema di propulsione è basato sulle soluzioni adottate per la MINI Cooper SE standard. Si tratta, ovvero, di un motore elettrico che produce 135 kW e 280 Nm (206 lb-ft), che permette alla MINI Electric Pacesetter di accelerare da 0-100 km/h in 6,7 secondi e da 0-60 km/h in 3,6 secondi.

MINI Electric Pacesetter

Abbiamo, poi, sospensioni coilover da corsa a tre vie regolabili in estensione, compressione, altezza e campanatura. Gli attacchi dei bracci di controllo delle sospensioni da corsa, un aumento di 10 mm della larghezza della carreggiata, più i freni a quattro pistoni e le ruote della MINI John Cooper Works GP con pneumatici Michelin Pilot Sport (misura 245/40 R18) completano il pacchetto complessivo. Questi sono gli stessi pneumatici montati sulle ruote anteriori delle auto da corsa di Formula E.

MINI Electric Pacesetter

La MINI Electric Pacesetter debutterà come Safety Car in occasione dell'E-Prix di Roma il 10 aprile 2021, secondo evento (Gara 3) della stagione 2021 della Formula E. Al volante ci sarà il pilota ufficiale della FIA Formula E Safety Car Bruno Correia. Ricordiamo che gli organizzatori dell'E-Prix di Roma e la FIA hanno recentemente annunciato un doppio appuntamento a Roma per la Formula E: subito dopo la gara di sabato 10 aprile, ci sarà quella di domenica 11, che costituirà il Round 4 del campionato.

Seguiteci anche su Instagram per foto e video in anteprima!
3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dr-omega30 Marzo 2021, 13:03 #1
Brutta esattamente come quella ICE, anzi no, forse anche un po' di più.
biometallo30 Marzo 2021, 13:46 #2
Originariamente inviato da: articolo
secondo evento (Gara 3)

Ma quindi la gara 2 è il primo evento mentre la gara 1 è l'evento zero?

O forse in questo caso non si parla di eventi, ma di ediciannove.

(si lo so è vergognoso che non provi alcuna vergogna a fare battute simili)
Pino9030 Marzo 2021, 14:09 #3
Originariamente inviato da: biometallo

O forse in questo caso non si parla di eventi, ma di ediciannove.


E21 affondata.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^