Unione Europea: 8 milioni di euro all'Italia per l'installazione di 14 mila punti per la ricarica delle auto elettriche

Unione Europea: 8 milioni di euro all'Italia per l'installazione di 14 mila punti per la ricarica delle auto elettriche

Il progetto fa parte di un programma per investire quasi 2,2 miliardi di euro in 140 progetti chiave nel settore dei trasporti e quindi sostenere la ripresa economica e il raggiungimento degli obiettivi del Green Deal

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Tecnologia
 

L'Unione Europea sostiene la ripresa economica in tutti gli Stati membri investendo quasi €2,2 miliardi in 140 progetti chiave nel settore dei trasporti. I finanziamenti riguardano principalmente la rete ferroviaria, gli snodi marittimi e gli aeroporti, ma non mancano interventi per supportare l'infrastruttura per la ricarica delle auto elettriche.

In particolare, ci saranno 17.275 nuovi punti di ricarica sulla rete stradale a livello continentale. Andando a consultare questo documento, risulta chiaro come l'investimento riguardi soprattutto l'Italia. 14 mila dei nuovi punti di ricarica, per un totale di 6.850 nuove stazioni di ricarica, sono previsti in Italia, per un investimento raccomandato, in relazione solo a questa voce, di oltre 8,2 milioni di euro.

Ricarica auto elettriche

Circa il 75% dei nuovi punti di ricarica verrà installato nelle aree urbane, e il rimanente nelle aree non urbane e nelle autostrade. L'obiettivo è predisporre la nuova rete in modo che sia possibile realizzare in Italia viaggi a medio e lungo raggio con le auto elettriche.

Si tratta di un programma molto ambizioso che potrebbe consentire all'Italia di ridurre il divario che si è venuto a creare con le altre nazioni europee in fatto di disponibilità dell'infrastruttura per la ricarica delle auto elettriche, come noto protagoniste adesso nel settore dell'automotive con una crescita consistente delle vendite.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JuneFlower20 Luglio 2020, 13:26 #1
Benissimo. Se c'è un impatto minore abbiamo un vantaggio non solo in salute ma anche competitivo e se la competizione indirettamente porta a minore impatto, c'è vero progresso.
canislupus20 Luglio 2020, 13:30 #2
Ottima idea... ma 8 milioni mi sembrano un po' pochini... sono 571 euro per punto di ricarica... ma considerando i lavori, il personale e i macchinari (oltre alla parte di elettrificazione)... penso che ci si faccia molto poco... poi magari mi sbaglio
Lain8420 Luglio 2020, 13:57 #3
Il problema è il tipo di colonnina installata e di che gestore.
Perchè se è in DC (Corrente Continua) per la rete autostradale mi aspetto almeno 100kW per almeno 2 postazioni o, in alternativa, una DC e una AC a 22kW (o 44kW) per le auto che la supportano (Renault Zoe).

Nelle grandi città invece bastano colonnine a 22 kW trifase, dove in monofase carichi a 7,2 kW pieno. Molte colonnine installate a oggi, sono da 11kW trifase, e quando attacchi un auto nuova carichi al massimo a 3,6kW in monofase, quindi fregatura perchè ci metti 3 volte il tempo necessario.

Tornando agli operatori, spero non facciano come EnelX o Ionity dove una ricarica ti viene a costare 0,79€ a kWh (Ionity) e 0,50€ a kWh fino a 50kW di potenza o 0,79€ a kWh oltre i 50kW.

Un pieno da 0% di un auto da 50kWh verrebbe a costare rispettivamente :

Ionity DC : 50 x 0,79€/kWh = 39,5€
EnelX DC fino 50kW : 50 x 0,50€/kWh = 25€
EnelX DC oltre 50kW : 50 x 0,79€/kWh = 39,5€
EnelX ricarica in AC : 50 x 0,40€/kWh = 20€

Giusto per citare un concorrente :

Tesla (DC solo per auto Tesla) : 50 x 0,30€/kWh = 15€
harlock1020 Luglio 2020, 14:15 #4
Secondo me lo Stato dovrebbe imporre a tutti i gestori autostradali di installare colonnine di ricarica in ogni autogrill iniziando con un numero limitato per area di sosta per poi arrivare in pochi anni ad avere tutti i posti con ricarica.
Con il costo assurdo delle autostrade ( es torino milano 16,8 Euro) é il minimo da chiedere ai gestori.
Per i gestori degli autogrill poi é un vantaggio visto che se sto fermo 20 minuti probabilmente pranzeró o consumeró parecchio.
Tedturb020 Luglio 2020, 16:23 #5
hmm whopping quasi 1000€ per ogni nuova stazione di ricarica.
l'UE si sta sprecando. Che gli Olandesi abbiano espresso il desiderio di andare al mare con le loro auto elettriche?
niky8920 Luglio 2020, 16:59 #6
Originariamente inviato da: Lain84
Il problema è il tipo di colonnina installata e di che gestore.
Perchè se è in DC (Corrente Continua) per la rete autostradale mi aspetto almeno 100kW per almeno 2 postazioni o, in alternativa, una DC e una AC a 22kW (o 44kW) per le auto che la supportano (Renault Zoe).

Nelle grandi città invece bastano colonnine a 22 kW trifase, dove in monofase carichi a 7,2 kW pieno. Molte colonnine installate a oggi, sono da 11kW trifase, e quando attacchi un auto nuova carichi al massimo a 3,6kW in monofase, quindi fregatura perchè ci metti 3 volte il tempo necessario.

Tornando agli operatori, spero non facciano come EnelX o Ionity dove una ricarica ti viene a costare 0,79€ a kWh (Ionity) e 0,50€ a kWh fino a 50kW di potenza o 0,79€ a kWh oltre i 50kW.

Un pieno da 0% di un auto da 50kWh verrebbe a costare rispettivamente :

Ionity DC : 50 x 0,79€/kWh = 39,5€
EnelX DC fino 50kW : 50 x 0,50€/kWh = 25€
EnelX DC oltre 50kW : 50 x 0,79€/kWh = 39,5€
EnelX ricarica in AC : 50 x 0,40€/kWh = 20€

Giusto per citare un concorrente :

Tesla (DC solo per auto Tesla) : 50 x 0,30€/kWh = 15€


Ionity & co puntano a vendere i piani flat, che a mio parere è una porcata. E se va avanti così non mi stupirei tassassero l'energia per le auto elettriche.
andbad20 Luglio 2020, 17:00 #7
Originariamente inviato da: canislupus
Ottima idea... ma 8 milioni mi sembrano un po' pochini... sono 571 euro per punto di ricarica... ma considerando i lavori, il personale e i macchinari (oltre alla parte di elettrificazione)... penso che ci si faccia molto poco... poi magari mi sbaglio


In realtà il doppio (quasi tutte le colonnine hanno due prese). E' comunque poco, ci paghi si e no metà HW, senza contare i costi di allaccio e installazione. E parlo solo delle AC, le DC (quelle di cui c'è un disperato bisogno in autostrada) costano 20 volte tanto.

By(t)e
Mparlav20 Luglio 2020, 17:00 #8
Originariamente inviato da: harlock10
Secondo me lo Stato dovrebbe imporre a tutti i gestori autostradali di installare colonnine di ricarica in ogni autogrill iniziando con un numero limitato per area di sosta per poi arrivare in pochi anni ad avere tutti i posti con ricarica.
Con il costo assurdo delle autostrade ( es torino milano 16,8 Euro) é il minimo da chiedere ai gestori.
Per i gestori degli autogrill poi é un vantaggio visto che se sto fermo 20 minuti probabilmente pranzeró o consumeró parecchio.


https://insideevs.it/news/403592/co...utostrada-aspi/
Bradiper20 Luglio 2020, 19:25 #9
Ma state scherzando? 39 euro per un pieno è tantissimo.
Con 40 euro una golf 15 tdi ti fa quasi 600 km..
Dovrebbe essere conveniente oltre che a impatto zero.
Utonto_n°121 Luglio 2020, 10:06 #10
Originariamente inviato da: Mparlav


Articolo interessante, anche se, già in precedenza Autostrade aveva fatto una gara per l'installazione delle colonnine, vinta e assegnata, ma non prevedeva un numero di installazioni, era a discrezione dell'appaltante, il quale, su pressioni di ENI, non richiese l'installazione di nessuna colonnina...
Credo non serva spiegare perchè ENI si è messa di traverso, con tutti i distributori che ha negli autogrill

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^