Van Hool negli USA con il suo primo bus gran turismo elettrico: 676 kWh di batterie e autonomia fino a 500 km

Van Hool negli USA con il suo primo bus gran turismo elettrico: 676 kWh di batterie e autonomia fino a 500 km

Grazie alla collaborazione con Proterra, Van Hool presenta una versione 100% elettrica dei suoi 'coach', destinata al mercato americano: 676 kWh di batterie e autonomia fino a 500 km sono i suoi dati di targa

di pubblicata il , alle 14:41 nel canale Tecnologia
Van Hool
 

Per la belga Van Hool il mercato statunitense rappresenta un importante sbocco: negli anni sono più di 11.000 i bus venduti negli USA da parte della compagnia europea, specializzata in autobus e bus gran turismo.

Ora, grazie alla collaborazione con Proterra, azienda nata per l'elettrificazione del trasporto persone, Van Hool presenta una versione 100% elettrica dei suoi 'coach', destinata al mercato americano, considerato molto più ricettivo sul tema rispetto a quello europeo. Il primo esemplare del bus di nuova generazione ha preso quindi la via per l'America: stiamo parlando del nuovo Van Hool CX45E, caratterizzato da un pacco batterie Proterra E2 da ben 676 kWh, accoppiato a un motore Siemens ELFA II da 360 kW di picco.

Con una velocità massima di 114 km/h, pari a circa 71 miglia, il pullman elettrico ha un'autonomia stimata in 500 km (311 miglia). La ricarica delle batterie avviene in corrente continua con caricatori CCS1 da 125 kW : per portare la batteria dal 5% al 95% di carica saranno necessarie circa 5 ore. Altri dati tecnici del veicolo rilasciati dall'importatore ufficiale per gli USA sono la lunghezza, pari a 13,7 metri, e il peso a vuoto, pari a 20,1 tonnellate.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Notturnia29 Dicembre 2020, 15:30 #1
sarà un successone con appena 500 km..
pullman gran turismo.. ma non per fare turismo deduco.. normalmente i pullman da turismo passano i mille km con un pieno (3km/litro circa con 500 litri di serbatoio quelli standard)..
capisco che sia un'inizio ma autobus elettrici con autonomie di 500 km ci sono dall'anno scorso..
scania ha investito in NLG e ha autobus da 1.000 km per fare concorrenza a quelli a gasolio (biodiesel 100% nel loro caso)

VanHool è un filino indietro.. se la notizia è recente
Ombra7729 Dicembre 2020, 15:53 #2
vorrebbe dire tenere i 4/5 della flotta veicoli perennemente in ricarica, senza considerare il deterioramento dei pacchi batteria con cicli necessariamente continui.
Sisi già mi vedo la corsa delle società di trasporti per cercare frettolosamente il libretto degli assegni..

Va bene l'innovazione, nonostante amante del benzina vedo inevitabile la transizione all'elettrico nel lungo periodo e negare ciò sarebbe come a suo tempo aver resistito per la trazione a vapore.

Ma spingere a tutti i costi adesso per una elettrificazione totale è insensato e economicamente svantaggioso.
Tutte le tecnologie attuali per l'elettrico sono totalmente immature e inefficienti.
Alcuni esempi?
Rete elettrica globale sottodimensionata, efficienza energetica delle celle solari ridicola, scarsa densità energetica degli accumulatori e progressivo deterioramento degli stessi, assenza di generatori energetici "green" non discontinui (se si escludono generatori a gas/petrolio/carbone/nucleari).

È troppo presto. Punto.
Il resto sono solo scuse da parte della new-new economy di spillare soldi alla gente.
In periodi critici dell'economia come questi la gente tende al risparmio e all'economia, e questo per chi commercia è male, malissimo.
E dunque giù di normative Euro 6-7-8-900, zone a traffico limitato, tasse sui carburanti, obsolescenza programmata dei veicoli, bizzarri ban nazionali ai carburanti fossili in breve tempo etc.
Torniamo con i piedi per terra una buona volta.
Tedturb029 Dicembre 2020, 16:01 #3
500km di autonomia invece e' ottimo per un sacco di usi.
Airport shuttle, linee extraurbane, eccetera.
joe4th29 Dicembre 2020, 17:16 #4
Se fosse in italia, 500km di autonomia, considerando che la velocita' media nei cicli urbani e di 25km/h, vuol dire 20 ore senza ricaricare, poco piu' della meta' per i cicli extraurbani dove la velocita' media e' di 45 km/h con tendenza al ribasso.

A Milano non ci sono gli "Urbino 12" elettrici della Solaris?
Notturnia29 Dicembre 2020, 23:19 #5
ma avete capito che tipo di veicolo è ?.. non è un autobus cittadino e non è uno shuttle per aeroporti.. è un gran lusso da turismo.. quelli che prendi da Roma per andare a vedere la Mole a Torino e tornare il giorno dopo..
non quelli che prendi in città.. ma almeno leggete l'articolo..
Marko_00130 Dicembre 2020, 11:56 #6
@Notturnia
si ma con almeno 2 soste per la ricarica
perché la distanza pare sia
superiore alla disponibilità del mezzo.
690 km contro 500 km di autonomia
quindi il viaggio dura pressappoco 3gg, anche ricaricando
durante la visita alla Mole e una capatina al museo egizio
e le soste alle toilette
(sempre che si trovino stazioni di ricarica sul tragitto)
per quel tipo d'uso forse sarebbe più interessante, se fattibile,
la sostituzione in toto del pacco batterie (non oso pensarne il peso)
in modo che la ricarica avvenga in tempi non legati al viaggio.
Notturnia30 Dicembre 2020, 14:27 #7
hanno autobus a metano e autobus a celle di idrogeno che passano i 1.000 km.. non capisco sta fissa di andare a mettere tonnellate di batterie.. la dipendenza del futuro immagino..

stiamo eliminando il carbone (diffuso in tutto il mondo ed economico) piuttosto di renderlo ecologico..
stiamo evitando alternative ecologiche ai combustibili fossili..

stiamo andando dalla dipendenza del petrolio a quella del litio.. spostiamo solo i soldi dai paesi arabi alla cina.. tutto qua..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^