Varata la più grande nave ibrida plug-in del mondo: ben 5 MWh di pacco batterie

Varata la più grande nave ibrida plug-in del mondo: ben 5 MWh di pacco batterie

Color Line, operatore di traghetti da crociera Norvegese, ha preso in consegna oggi quella che sostengono essere "la più grande nave ibrida plug-in del mondo", ovvero la M/S Color Hybrid che vedete qui in foto

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Tecnologia
 

Color Line, operatore di traghetti da crociera Norvegese, ha preso in consegna oggi quella che sostengono essere "la più grande nave ibrida plug-in del mondo", ovvero la M/S Color Hybrid che vedete qui in foto.

Sempre dalla Norvegia erano già arrivati dati molto interessanti riguardanti il progetto del traghetto elettrico Ampere, con, in due anni di servizio, riduzione delle emissioni pari al 95% e costi di gestione più bassi nell'ordine dell'80%.

Ora, per rotte più lunghe e con capienza maggiore, arriva questa nave ibrida plug-in che punta a fornire ulteriori conferme sulla bontà dell'elettrificazione anche in ambito navale, non solo applicata a traghetti a corto raggio, ma anche nel caso di navi che devono coprire distanze maggiori con importanti carichi.

“Color Hybrid impiega nuove soluzioni per ridurre rumore ed emissioni. La nave è un ibrido plug-in e le sue batterie da 5 MWh vengono caricate tramite un cavo di alimentazione principalmente con energia "ecologica" proveniente dalle centrali elettriche presenti sulla banchina di Sandefjord. La nave salperà dentro e fuori dal fiordo di Sandefjord praticamente in silenzio e senza emissioni di gas ambientali dannosi, o composti di azoto e zolfo nell'aria nell'area ”

Per fare un paragone commerciale, una Tesla Model S può essere dotata di un pacco batterie da 100 kWh, per questa nave l'energia che può immagazzinare è 50 volte quella presente su quest'auto: nel presente caso il pacco batterie pesa 65 tonnellate e la nave è lunga 160 m con una capacità di 2.000 passeggeri e circa 500 auto.

Il progetto M/S Color Hybrid rientra nello sforzo della Norvegia di ridurre le emissioni in tutti i suoi settori; per maggiori dettagli sull'imbarcazione e sulla compagnia vi invitiamo a visitare la relativa pagina.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

65 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Emopunk05 Agosto 2019, 11:33 #1
Originariamente inviato da: GaribaldiFF
Se affonda inquina come 1000 petroliere ma non importa, è comunque una bella operazione di marketing ecologico per allocchi.


Stavo per scrivere la stessa cosa
Abalfor05 Agosto 2019, 11:37 #2
Originariamente inviato da: GaribaldiFF
Se affonda inquina come 1000 petroliere ma non importa, è comunque una bella operazione di marketing ecologico per allocchi.


dati?
inoltre cosa c'entra? le navi vengono costruite per poi affondare un giorno? ci sono statistiche che dimostrano una tendenza in questo senso?
emanuele8305 Agosto 2019, 11:48 #3
Originariamente inviato da: Abalfor
dati?
inoltre cosa c'entra? le navi vengono costruite per poi affondare un giorno? ci sono statistiche che dimostrano una tendenza in questo senso?


ma tu dai corda a un ignorante con 5 messaggi? vabbè inutile dire che se le navi sono degli emettitori di fumo peggio di una fermata dell'autobus di vecchie signore, saebbe interessante sapere se a quando ci sia un sistema per il recupero dell'energia ed ed in che modo sia effettuato.
Bradiper05 Agosto 2019, 11:50 #4
Le solite stupidaggini, le batterie sono a tenuta stagna naturalmente e avranno fatto studi di settori e la Norvegia che è attenta a ridurre l inquinamento avrà prima di tutto pensato anche a quest evenienza, ma si tanto per parlare ed essere contrari a tutto,sparare supercazzole per fare i professoroni.
Esperti di aria fritta e acqua liofilizzato.
\_Davide_/05 Agosto 2019, 11:54 #5
Originariamente inviato da: emanuele83
saebbe interessante sapere se a quando ci sia un sistema per il recupero dell'energia ed ed in che modo sia effettuato.


Recupero di quale energia?

L'unica cosa che mi preoccupa è che la capacità è di sole 50 volte quella di un'auto; non a caso è ibrida e non completamente elettrica.
roccia123405 Agosto 2019, 12:01 #6
Originariamente inviato da: \_Davide_/
Recupero di quale energia?

L'unica cosa che mi preoccupa è che la capacità è di sole 50 volte quella di un'auto; non a caso è ibrida e non completamente elettrica.


Infatti, mi sembra scarsetta come batteria per una nave...
emanuele8305 Agosto 2019, 12:02 #7
Originariamente inviato da: \_Davide_/
Recupero di quale energia?

L'unica cosa che mi preoccupa è che la capacità è di sole 50 volte quella di un'auto; non a caso è ibrida e non completamente elettrica.


io credo che una nave ibrida vinca a mani basse su una a petrolio inf atto di inquinamento inquanto il vincere l'inerzia e mettere una nave in movimento sia un compito troppo dispendioso e inefficiente per un motore a combustione interna. si parte e si manovra in elettrico, si usa il motore termico per mantenere la velocità di crociera. da valutare che impatto ha sui consumi avere batterie e motori elettrici. da valutare di nuovo se i motori siano solo elettrici e azionati da un alternatore fatto girare da un motore a petrolio. insomma non sappiamo niente di niente sulla tecnologia in questa nave e hwupgrade non aiuta.
YellowT05 Agosto 2019, 12:03 #8
Chissà perchè i geni a cui piace spu*are su questi progetti si perdono anche leggendo dei numeri a due cifre.

Emissioni -95%
Costi di gestione -80%

Mi chiedo come questi fior di ingegneri e luminari della scienza e della tecnica trovino il tempo di scrivere qui come se fossero dei banali leoni da tastiera senza alcuna competenza...


Progetto fantastico comunque. Applicare l'elettricità in ogni campo accresce costantemente le conoscenze e avvicina il momento in cui trasferire un liquindi esplosivo da una tanica ad un'altra sarà un lontano ricordo.
emanuele8305 Agosto 2019, 12:11 #9
che poi basta usare il googlefonino...

da wikipedia:
Color Hybrid was built to a Fosen Yard design, and measures 160 metres (520 ft) long, with a capacity of up to 2'000 passengers and 500 vehicles, personel on board is 100.[8] When delivered, she will be the largest plug-in hybrid vessel in the world.[7] She is powered primarily by four Bergen Marine B33:45L diesel engines driving, supplemented by Siemens batteries waying 65t that can power the ship for up to an hour.[8][7][9] The battery system will be charged via shore power at Sandefjord or from on-board generators driven by the diesel engines.[7][8]

dal sito dell'armatore

‘Color Hybrid’ main features

Plug-in hybrid technology. Designed to be highly energy efficient and with low environmental impact.
Zero-emission for port operations possible, as a result of high-voltage shore connection (HVSC) in combination of battery hybrid propulsion system.
Battery package of about 5 MWh (mega-watt-hour) allows for up to 60 min manoeuvring and sailing at speeds of 0-12 knots.
Good WHR (Waste-heat-recovery) capabilities utilizing a heat – reservoir system.
Extremely low noise emittance both during battery operation and during overnight port stays.

sul sito del port of kiel:
COLOR HYBRID is powered by batteries with a storage volume of about 5 MWh (mega watt hours) which enable manoeuvring or an electric passage of up to 12 knots for up to 60 minutes. So the entry into and exit out of the Fjord are completely managed by the batteries and therefore no harmful gases, nitrogen or sulphur compounds are emitted here anymore.

The remaining distance at sea is covered with diesel motor propulsion. The COLOR HYBRID motor reduces the fuel consumption here, too, and already meets the “TIER III” emission requirements of the International Martime Organisation (IMO) valid from 2021. The batteries – or rather the energy storage system, is charged with ecofriendly electricity from a shore power connection or from the vessel’s own generator.
Zurlo05 Agosto 2019, 12:11 #10
Pensate quanti soldi stanno spendendo in social media management i petrolieri - una nave che consuma l'80% in meno, anche senza essere un ecologista, e' comunque un affare per l'operatore e una tragedia per il benzinaio ... ma niente, la scemenza e' sempre la stessa "e la corrente come la produci?" dal nucleare all'eolico al fotovoltaico, di produzioni a ZERO CO2 ce sono un fracasso.
Immagina di elettrificare le navi che da noi passano da una parte all'altra dello stretto di Messina ... devono fare pochissima strada; se consumassero l'80% di meno sarebbero tutti soldi in tasca all'armatore.

Le navi affondano? e' beh, e' come scoprire dove caga l'orso ... ma mentre il petrolio disperso non lo recuperi praticamente mai piu', una batteria (che e' un oggetto ANCORATO ALLA NAVE) la tiri su insieme al relitto.

Nota 1: le portacontainer piu' grandi, producono emissioni come CINQUE MILIONI DI VEICOLI, CADAUNA, e ce ne sono in giro migliaia.

Nota 2: le navi a motore elettrico non sono una novita', anzi, motori esterni a spinte vettoriali sono il top della tecnologia navale, alimentati da turbine tarate per emettere il meno possibile.

Tornando a bomba, io invece resto sorpreso di come solamente 50 batterie Tesla possano produrre una forza motrice sufficente a spostare una nave (!!!) ... cosi' a occhio, la vedo come una possibile fonte di business.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^