Veicoli elettrici: dalla Cina forte spinta a questi veicoli nel 2021

Veicoli elettrici: dalla Cina forte spinta a questi veicoli nel 2021

Per il 2021 le stime prevedono una forte crescita nelle vendite di veicoli elettrici in Cina, oltre il +50% rispetto al 2020. Nel giro di pochi anni la quota di mercato di questi veicoli supererà il 35%

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Tecnologia
 

Nel corso del 2020 le vendite di automobili a livello globale hanno registrato una brusca contrazione, legata in modo principale agli effetti della pandemia globale. Questo non ha però frenato la domanda di veicoli elettrici, che è stata sostenuta un po' dappertutto con un +39% di incremento medio delle vendite a livello globale.

Un mercato che non ha seguito questa dinamica è quello cinese, storicamente però molto attento ai veicoli elettrici: nel 2020 sono stati venduti 1,3 milioni di veicoli di questo tipo, un dato speculare a quello delle nazioni europee, pur solo con una crescita dell'8% rispetto al 2019.

Canalys stima però un cambio di passo per il mercato cinese, con una previsione di vendita di 1,9 milioni di veicoli elettrici nel corso del 2021 per una crescita del 51% rispetto al 2020.Se venissero confermati, questi dati rappresenterebbero per i veicoli elettrici una quota di mercato complessiva di circa il 9% tra tutte le nuove automobili vendute in Cina nel 2021.

continental_ces2020_auto_connesse_720.jpg

A titolo di confronto segnaliamo come negli Stati Uniti la quota di veicoli elettrici sul totale è stata pari, nel 2020, a solo il 2,4%. Per la Cina, nel 2020, questo dato è stato pari al 6,3%: si stima che continuerà ad aumentare, arrivando sino al 35% nel corso del 2025. E' per questo motivo che i produttori di automobili elettriche cinesi stanno iniziando a cercare un'espansione in altri mercati, a partire proprio da quelli americano e europeo che offrono interessanti margini di crescita ed espansione.

Quello che vedremo in Cina nei prossimi anni è, nelle stime di mercato, lo stesso tipo di dinamica che sarà registrata a livello globale entro il 2030: per quest'anno le previsioni parlano infatti di vendite di nuovi veicoli che saranno per il 50% di tipo completamente elettrico.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phmk23 Febbraio 2021, 13:37 #1
Ma non erano loro gli inquinatori ?
Qui sembrano green, almeno sulla carta... miniere escluse...
Sandro kensan23 Febbraio 2021, 13:39 #2
Con un 6.30% di vendite elettriche nel 2020 i margini per avere incrementi consistenti di vendite anno su anno sono minori via via che le vendite si ingrossano. Quando i numeri sono piccoli è facile avere incrementi grossi. Con un 6.3% delle vendite di auto nuove siamo su numeri grossi, non è più un mercato di nicchia.
Sandro kensan23 Febbraio 2021, 13:46 #3
Originariamente inviato da: phmk
Ma non erano loro gli inquinatori ?
Qui sembrano green, almeno sulla carta... miniere escluse...


A parte il fatto che i cinesi sono brutti e cattivi, basti leggere un qualsiasi giornale italiano, nessuno escluso, tutti diranno la stessa cosa come nelle migliori democrazie.

A parte questo e a parte l'ironia (triste), c'è da dire che loro puntano molto sul carbone che è la bestia nera degli ecologisti. Fanno questo e cioè stanno pesantemente elettrificando il trasporto (da loro tutti o quasi tutti i motorini sono elettrici) per via dell'inquinamento delle città. Anche noi abbiamo questo problema e lo facciamo per questo.

Il nostro mix energetico è migliore di quello cinese e in campo elettrico abbiamo molto meno carbone. Ciò non toglie che una volta elettrificato ci sia un mercato mondiale che si può approvvigionare di fonti di produzione elettrica. Quindi se le pale eoliche saranno più performanti e meno costose ci sarà un mercato mondiale molto più grosso di quello di adesso.
Strato154123 Febbraio 2021, 18:37 #4
Ed ecco che la Cina smette di giocare a nascondino, dopo aver lasciato che gli europei si autocastrassero con norme assurde su emissioni e produzione , arrivano loro e prendono tutto...
pikkoz24 Febbraio 2021, 02:38 #5
Originariamente inviato da: Sandro kensan
A parte il fatto che i cinesi sono brutti e cattivi, basti leggere un qualsiasi giornale italiano, nessuno escluso, tutti diranno la stessa cosa come nelle migliori democrazie.

A parte questo e a parte l'ironia (triste), c'è da dire che loro puntano molto sul carbone che è la bestia nera degli ecologisti. Fanno questo e cioè stanno pesantemente elettrificando il trasporto (da loro tutti o quasi tutti i motorini sono elettrici) per via dell'inquinamento delle città. Anche noi abbiamo questo problema e lo facciamo per questo.

Il nostro mix energetico è migliore di quello cinese e in campo elettrico abbiamo molto meno carbone. Ciò non toglie che una volta elettrificato ci sia un mercato mondiale che si può approvvigionare di fonti di produzione elettrica. Quindi se le pale eoliche saranno più performanti e meno costose ci sarà un mercato mondiale molto più grosso di quello di adesso.


Hai ragione sul mix energetico, c'e' da dire pero' che la Cina e' anche due volte piu' grande dell Europa con regioni dallo sviluppo molto diverso .

Sebbene un alta percentuale di energia venga ancora dal carbone c'e' da dire che stanno investendo pesantemente sui rinnovabili dal nel 2020 le installazioni sono raddoppiate rispetto all anno precendente e triplicate rispetto ai due anni dietro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^