Verona, pali smart dotati di colonnina di ricarica, illuminazione LED, Wi-Fi e telecamera

Verona, pali smart dotati di colonnina di ricarica, illuminazione LED, Wi-Fi e telecamera

I servizi proposti sono, da una parte, una presa di ricarica veloce da 22 kWh per vetture elettriche, dall'altra un ripetitore Wi-Fi ed una telecamera ad alta definizione per il controllo urbano in tempo reale e per la gestione dei parcheggi

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Tecnologia
 

La città di Verona, in collaborazione con AGSM, società multiservizi operatore nella produzione e distribuzione di energia elettrica e gas, e di servizi quali il teleriscaldamento, telecomunicazioni e l'illuminazione pubblica e artistica, porta in Italia un progetto innovativo pensato per l'implementazione in città di colonnine di ricarica per veicoli elettrici e, nel contempo, di servizi tecnologici.

Si parla di "Pali Smart", ovvero tradizionali pali per l'illuminazione pubblica, caratterizzati da un ben evidente colore verde, i quali però sono in grado di offrire un pacchetto più ampio di servizi: ciascun palo infatti, oltre un apparecchio illuminante a LED alla sua sommità, include una connessione alla rete elettrica ed una alla rete in fibra ottica.

I servizi proposti sono, da una parte, una presa di ricarica veloce da 22 kWh per vetture elettriche, dall'altra un ripetitore Wi-Fi ed una telecamera ad alta definizione per il controllo urbano in tempo reale e per la gestione dei parcheggi; tale progetto rientra nell'ambito della diffusione di servizi avanzati IoT (Internet of Things) in ambito urbano.

Due i pali attualmente attivi, uno in via Righi, davanti allo stabilimento Bauli, e uno in via Montorio, in zona Campo Gavagnin, i relativi servizi di ricarica veloce per autovetture elettriche, sono prenotabile attraverso l'App Verona SmartApp; altri due pali smart, però attualmente privi di ricarica, si trovano in via Bassetti, a Porta Vescovo, ed al parcheggio camper di via Dalla Bona.

Michele Croce, presidente di AGSM Verona ha dichiarato:

"AGSM è particolarmente orgogliosa dell'avvio di questa sperimentazione, la prima in Europa, fondamentale per lo sviluppo di una serie di servizi urbani in versione digitale che vanno ben oltre l'illuminazione pubblica moderna, per arrivare alla mobilità elettrica che si basa necessariamente su una rete infrastrutturale di rifornimento nuova e capillare.AGSM crede fortemente nello sviluppo della mobilità elettrica: entro il 2021 raggiungeremo i 100 punti di ricarica in città, facendo di Verona una delle prime realtà europee per numero di ricariche veloci per abitante."

Federico Sboarina, sindaco di Verona, ha precisato:

"E' un momento importante: l'avvio di questa nuova infrastruttura concretizza sempre di più la nostra idea di "smart city" che per questa amministrazione resta un passaggio fondamentale per una crescita più armomica e per la difesa dell'ambiente e della qualità della vita. L'offerta di ulteriori servizi innovativi a residenti e turisti non potrà che aumentare l'attrattività di Verona e l'efficienza stessa della macchina amministrativa comunale che avrà sempre più strumenti a disposizione per compiere la sua missione".

Il progetto in questione rientra nel progetto Electrify Verona, in collaborazione anche con Volkswagen Group Italia, la quale ha partecipato al fine di facilitare la diffusione della e-mobility.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MIKIXT28 Gennaio 2019, 17:15 #1
Nel frattempo gli autobus dell'APTV di Verona, di cui alcuni ancora euro 0, rimangono in panne nel traffico o arrivano con un quarto d'ora di ritardo su una corsa che passa ogni 20 minuti
jepessen28 Gennaio 2019, 17:37 #2
Originariamente inviato da: MIKIXT
Nel frattempo gli autobus dell'APTV di Verona, di cui alcuni ancora euro 0, rimangono in panne nel traffico o arrivano con un quarto d'ora di ritardo su una corsa che passa ogni 20 minuti


Non sono in ritardo di quindici minuti, sono in anticipo di cinque...
Apozeme28 Gennaio 2019, 21:13 #3
Salva il mondo, foraggia un'azienda elettrica
Ork29 Gennaio 2019, 07:40 #4
Originariamente inviato da: jepessen
Non sono in ritardo di quindici minuti, sono in anticipo di cinque...




bisogna pensare fuori dagli schemi!
+Benito+29 Gennaio 2019, 17:25 #5
kWh? Ancora mancano le basi da prima elementare?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^