Virgin Hyperloop, primo test con passeggeri umani per il treno supersonico

Virgin Hyperloop, primo test con passeggeri umani per il treno supersonico

Virgin Hyperloop ha condotto il primo test del suo sistema di trasporto ultraveloce con passeggeri umani. Una dimostrazione volta a illustrarne la sicurezza, a una velocità ben lontana rispetto agli oltre 1200 km/h promessi dalla tecnologia.

di pubblicata il , alle 09:17 nel canale Tecnologia
Hyperloop
 

Sono diverse le aziende al lavoro su Hyperloop, la tecnologia che promette di trasportare beni e persone all'interno di tubi a bassa pressione, tramite levitazione magnetica, a velocità fino a un massimo di circa 1200 chilometri orari. L'idea, nata dalla vulcanica mente del patron di Tesla Elon Musk nel 2012, ha raccolto molti consensi e anche in Italia si stanno studiando fattibilità e tratte su cui adottarla.

In queste ore, Virgin Hyperloop ha compiuto un importante passo avanti nel rendere questa soluzione di trasporto una realtà concreta, dimostrandone il funzionamento in sicurezza nel corso di un test svolto con due impiegati. Virgin Hyperloop è quindi diventata la prima realtà ad aver condotto un test con umani a bordo, su un tracciato privato di 500 metri nel deserto a nord di Las Vegas.

I due volontari si sono seduti all'interno di un cosiddetto "pod" (ribattezzato Pegasus o XP-2) e hanno percorso il breve tragitto in 6,25 secondi a una velocità di 172,2 chilometri orari, poco più di 100 miglia orarie. La capsula è stata immessa in una camera di decompressione in attesa della creazione del vuoto. A quel punto la saracinesca si è aperta e il pod è entrato nel tubo, pronto a spostarsi sul percorso.

Siamo certamente lontani dalle velocità teorizzate, ma è pur sempre un primo test: finora Virgin ha toccato nelle sue prove (oltre 400) una velocità di 240 miglia orarie, pari a 386 chilometri orari. Sara Luchian, una dei due volontari e direttore dell'esperienza passeggeri di Virgin Hyperloop, ha spiegato che malgrado le forze G tre volte superiori a quelle sperimentabili su un aereo, il test è andato più liscio di quanto si aspettava, anche perché la capsula non è soggetta a forze laterali.

"Non sembrava molto diverso dall'accelerare in un'auto sportiva", ha detto Josh Giegel, 35 anni, co-fondatore dell'azienda e altro passeggero volontario. "Questo è un passo di rilevanza storica", ha affermato Jay Walder, CEO dell'azienda spiegando che sono stati necessari 20 mesi per arrivare fino a questo punto. "Non ho dubbi sul fatto che questo cambierà il mondo".

Josh Giegel ha spiegato che il test era soprattutto volto a dimostrare la sicurezza della tecnologia. "La domanda numero 1 che mi hanno fatto gli investitori è stata 'è sufficientemente sicuro?'. Siamo persone qualunque, non astronauti. Questo dimostra che è sicuro e gli osservatori possono riportarlo ai propri investitori e ai comuni interessati".

Se Hyperloop funzionasse come promesso, i tempi di spostamento da una località all'altra potrebbero ridursi enormemente rispetto a quelli attuali, permettendo ad esempio di andare da Los Angeles a San Francisco in meno di 30 minuti, mentre se vogliamo restare in Italia, si ipotizza che la tratta da Milano Cadorna a Malpensa possa scendere da 43 a 10 minuti.

Non tutti però pensano che Hyperloop riuscirà a rispettare le attese o a dimostrarsi un progetto economicamente sostenibile. Secondo Carlo Van de Weijer, general manager dell'AI Systems Institute di Eindhoven, ci sono molte incognite: cosa succede se un camion colpisce un tubo? Quanto costa la manutenzione? Inoltre, Hyperloop potrebbe anche non essere capace di trasportare tante persone o merci per rientrare dei costi, anche se nel caso della versione Virgin si punta a capsule in grado di ospitare fino a 23 passeggeri.

"Ogni svolta inizia con un'idea strana", ha dichiarato Van de Weijer. "Ma non tutte le idee strane sono una svolta". Un altro problema potrebbe essere l'acquisizione dei terreni per posare i tubi in cui far viaggiare le capsule, un esborso economico non da poco e che potrebbe gravare sulla fattibilità concreta di Hyperloop.

È troppo presto per dire se Hyperloop sarà il mezzo di trasporto su cui ci muoveremo nei prossimi decenni, ma senza dubbio il test di Virgin dà ai sostenitori della tecnologia una spinta psicologica per andare avanti a crederci e sognare in vista dell'obiettivo: il debutto entro la fine del decennio.

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pipperon09 Novembre 2020, 10:05 #1
ricordiamo che il tracciato e' in scala 1:4 che vuol dire che le forze sono irrisorie rispetto alla scala 1:1 essendo quadratiche

Inoltre come hanno fatto vedere ci si mette un sacco di tempo per entrare ed uscire

Di fatto e' una bufala
http://allarovescia.blogspot.com/2020/02/hyperloop.html
Ragerino09 Novembre 2020, 10:08 #2
E' incredibile in quanti continuino a buttare i soldi in questa idioz1a.
albatros_la09 Novembre 2020, 10:13 #3
A prescindere dal fatto che la velocità del suono in aria a livello del mare è poco sopra i 1200 km/h (340 m/s) e quindi a quella velocità si è ancora, seppur di poco, in regime transonico, non ha senso definire una velocità in funzione della velocità del suono (tutt'al più in aria) quando ci si trova nel vuoto come in questo caso. Nel vuoto il suono non propaga, quindi in esso la velocità del suono è tecnicamente nulla. Anche considerando condizioni di bassissima pressione, nel tentativo cioè di creare il vuoto assoluto (come in questo caso), non si è più in regime di continuo, quindi l'aria non si può trattare come un fluido continuo, e di nuovo definire la velocità del suono ha ben poco senso.
Opteranium09 Novembre 2020, 10:21 #4
a occhio mi sembra il più grande spreco di soldi ed energie per il minor risultato.. contenti loro.. io non ci entrerò mai, a quelle velocità basta una briciola di troppo e schianta tutto
jepessen09 Novembre 2020, 10:22 #5
Originariamente inviato da: pipperon
ricordiamo che il tracciato e' in scala 1:4 che vuol dire che le forze sono irrisorie rispetto alla scala 1:1 essendo quadratiche

Inoltre come hanno fatto vedere ci si mette un sacco di tempo per entrare ed uscire

Di fatto e' una bufala
http://allarovescia.blogspot.com/2020/02/hyperloop.html


Ammazza e' arrivato il re dell'ingegneria...

Spendono capitali per il progetto cosi' per perdere tempo, ma tanto arriva il blog gratuito dell'ultimo dei pirla che scopre al solito tutti i complotti delle multinazionali.

E ovviamente il fatto che sia in scala e' una cavolata, non sia mai che un progetto di queste dimensioni non faccia prove a scale ridotte, e che un progetto con un traguardo cosi' ambizioso non si ponga degli step intermedi... Sono stati pallonari tutti gli ingegneri che hanno costruito grattacieli e dighe in scala prima di procedere col progetto vero, o quelli della NASA che prima di far sbarcare l'uomo sulla luna hanno fatto diverse missioni prima per testare che tutto fosse nella norma, aggiungendo ogni volta un tassello in piu'.

Tu si che ne capisci di progettazione e di complotti...
Pandemio09 Novembre 2020, 11:01 #6
Pensa a Ford quando ha iniziato a pensare e progettare l auto che pirla,non doveva neanche iniziare se era per gente come voi.
Pensate a chi sta svolgendo test e prove sui motori per astronavi che idioti, secondo me la verità è che non si progredisce all istante perché i migliori ingegneri e scienziati sono sui forum a commentare, e certi progetti visionari li seguono contadini con la terza media.
Ragerino09 Novembre 2020, 11:47 #7
Originariamente inviato da: Pandemio
Pensa a Ford quando ha iniziato a pensare e progettare l auto che pirla,non doveva neanche iniziare se era per gente come voi.
Pensate a chi sta svolgendo test e prove sui motori per astronavi che idioti, secondo me la verità è che non si progredisce all istante perché i migliori ingegneri e scienziati sono sui forum a commentare, e certi progetti visionari li seguono contadini con la terza media.


Si ma qua non devono sviluppare una tecnologia nuova. Questo sistema usa tutte tecnologie già esistenti. Il punto è che semplicemente è antieconomico. Un maglev tradizionale è possibile già oggi, ed è molto più funzionale.
Un tubo lungo centinaia di km sotto vuoto? Idea geniale, il biglietto per sta cosa costerà quanto quello del Concorde?

A questo punto farebbero prima a realizzare un Mass Driver per lanciare carichi in orbita. Il principio è lo stesso. Mi stupisco come a Musk non sia venuta in mente sta cosa.
pipperon09 Novembre 2020, 12:04 #8
Originariamente inviato da: jepessen
Ammazza e' arrivato il re dell'ingegneria...

Spendono capitali per il progetto cosi' per perdere tempo, ma tanto arriva il blog gratuito dell'ultimo dei pirla che scopre al solito tutti i complotti delle multinazionali.

E ovviamente il fatto che sia in scala e' una cavolata, non sia mai che un progetto di queste dimensioni non faccia prove a scale ridotte, e che un progetto con un traguardo cosi' ambizioso non si ponga degli step intermedi... Sono stati pallonari tutti gli ingegneri che hanno costruito grattacieli e dighe in scala prima di procedere col progetto vero, o quelli della NASA che prima di far sbarcare l'uomo sulla luna hanno fatto diverse missioni prima per testare che tutto fosse nella norma, aggiungendo ogni volta un tassello in piu'.

Tu si che ne capisci di progettazione e di complotti...


il problema del hyperloop non e' il fattore di scala del modellino e' il fattore di scala del reale.
Non ha senso.
Oggi un treno con ruote fa i 400Kmph (provato, grazie) con una frequeza di partenza di 5 minuti in cui deivi slire frettolosamente altrimenti ti lasciano a terra.
Capisci che un coso del genere non solo non puo' farlo, non e' il blogghettino che non ti piace a dirlo, ma la fisica delle scuole medie.

Molte fake sono stato incensate e hanno preso round di finanziamento belli grassi: l'auto ad aria compressa dice nulla?

Dimmi solo una cosa: quanto tempo ci vuole per imbarcare e sbarcare le persone?
Cosa succede in caso di guasto nel vuoto?

Stiamo parlando di gente che magari ha fatto lo spazzino, non di spazio/aeronauti che sanno cosa sta capitando!

A proposito del bloghettino gratuito, senza confrontare il quasi nulla con l'everest, ricordati che se repubblica pubblica fakenews su audio e video e questo sito incensa ampli, come dire, fogna, Nelson Pass ha un suo blog gratuito...
pipperon09 Novembre 2020, 12:09 #9
Originariamente inviato da: Pandemio
Pensa a Ford quando ha iniziato a pensare e progettare l auto che pirla,non doveva neanche iniziare se era per gente come voi.


ha solo fatto un'auto elettrica piuttosto banale.
Se ci pensiamo bene la EV1 era piu' avanti come soluzioni e telaio, la S e' piu' tradizionale.

Pensate a chi sta svolgendo test e prove sui motori per astronavi che idioti,


Se lo pensiamo come ricerca pura e' ok.
Se pensiamo che sia utilizzabile dalla massa come un treno... allora parliamo anche delle auto volanti o natanti, mi paiono piu' alla portata.
Utonto_n°109 Novembre 2020, 14:22 #10
Originariamente inviato da: pipperon
ricordiamo che il tracciato e' in scala 1:4 che vuol dire che le forze sono irrisorie rispetto alla scala 1:1 essendo quadratiche

Inoltre come hanno fatto vedere ci si mette un sacco di tempo per entrare ed uscire

Di fatto e' una bufala
http://allarovescia.blogspot.com/2020/02/hyperloop.html


Ho iniziato a leggere velocemente il link che hai citato, quando ho letto che ipotizza un motore all'interno del veicolo/capsula, l' "articolo" ha toccato il fondo ed ho lasciato perdere, una composizione di tanti commenti da bar da parte di uno che manco sa come funziona una cosa, tutte su ipotesi tanto per sparare contro.
Chi ha scritto quella cosa, fra le tante cose, dovrebbe studiare cos'è e come funziona la levitazione magnetica, sino a capire che la capsula di viaggio non ha un motore, non c'è nessun motore su questo sistema di trasporto (come non c'è sui treni a levitazione magnetica giapponesi).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^