Volkswagen e-Up potrebbe battere tutti nell'elettrico. Con gli incentivi potrebbe costare 6.500 Euro

Volkswagen e-Up potrebbe battere tutti nell'elettrico. Con gli incentivi potrebbe costare 6.500 Euro

La più piccola della casa tedesca diventa elettrica e si propone agli utenti con caratteristiche davvero interessanti ma soprattutto un prezzo che potrebbe essere la carta vincente di Volkswagen grazie agli eco incentivi in arrivo.

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Tecnologia
Volkswagen
 
91 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Flortex17 Settembre 2019, 14:21 #21
Originariamente inviato da: MIKIXT
Ricordiamoci che i fondi per gli incentivi vengono prelevati dalle tasche di tutti i cittadini, di conseguenza ci sarà l'ennesimo aumento delle imposte, dei carburanti e dell'energia elettrica.

[cut]

A questi punti sembra non pensarci nessuno...


No, sono sempre tutti molto svegli nel considerare i soldi che arrivano, senza mai pensare da dove li prendono.
Come se li fabbricassero per magia.

Anzi, in realtà si sentono tutti doppiamente furbi, perchè sono sempre convinti - ed in effetti a volte succede - che a pagare saranni altri.
Che loro stanno in sostanza fregando, legalmente, con grande italica furbizia.

Come sintetizzare la questione?

Link ad immagine (click per visualizzarla)
Unrue17 Settembre 2019, 14:25 #22
Originariamente inviato da: palmy
Per quanto riguarda l'estrazione del Litio sono necessarie grandi quantità di acqua che di fatto viene sottratta alle popolazioni e all'agricoltura locali creando danni sociali, economici ed ambientali in zone che di certo non vivono già di per se bene.


Riguardo i consumi d'acqua non è che l'estrazione del petrolio sia da meno: https://it.wikipedia.org/wiki/Fratturazione_idraulica tanto meno il discorso su dove vengono fatte le estrazioni. Il punto che vi sfugge sempre è che il petrolio è ad esaurimento, quindi che si voglia o no prima o poi dovremmo farne a meno e al momento le tecnologie più promettenti per sostituirlo sono in primis l'elettrico ed in seconda opzione l'idrogeno, anche se molto meno diffuso. Magari con il petrolio andremo avanti una-due generazioni, e poi? Cosa lasciamo ai figli/nipoti?
Flortex17 Settembre 2019, 14:26 #23
Originariamente inviato da: palmy
Ed il rimanente 65%?! che di fatto è la stragrande maggioranza?
Dubito che ci sia un controllo che garantisca che le auto elettriche vengano ricaricante SOLO con quel 35% (basta solo pensare a quando l'attachi alla spina del tuo garage)


Il punto, peraltro, è che bisogna considerare la produzione [U]aggiuntiva[/U] di energia rispetto allo status quo (senza auto elettriche).

Ed in tal caso è, con ogni probabilità, anche maggiore del 65%.

La "media" non vuol dire quali siano le emissioni effettive, in questo caso, e quindi non ha molto senso.

Ad ogni modo simpatico vedere le solite arrampicate sugli specchi per negare l'evidenza dei limiti, drammatici, di una tecnologia vecchia e fallita, che si vuole imporre a suon di tasse e sussidi.
Con immancabile partecipazione dei "debunker" che, ormai, le bufale più che altro le creano.
palmy17 Settembre 2019, 14:41 #24
Originariamente inviato da: Unrue
Riguardo i consumi d'acqua non è che l'estrazione del petrolio sia da meno: https://it.wikipedia.org/wiki/Fratturazione_idraulica tanto meno il discorso su dove vengono fatte le estrazioni. Il punto che vi sfugge sempre è che il petrolio è ad esaurimento, quindi che si voglia o no prima o poi dovremmo farne a meno e al momento le tecnologie più promettenti per sostituirlo sono in primis l'elettrico ed in seconda opzione l'idrogeno, anche se molto meno diffuso. Magari con il petrolio andremo avanti una-due generazioni, e poi? Cosa lasciamo ai figli/nipoti?


Al di là dell'esaurimento, sicuramente va trovata una alternativa sostenibile al petrolio. Che sia l'elettrico va benissimo, solo che non sia una variazione sul tema per riattivare un mercato, quell'automobilistico, facendo leva sugli ambientalisti dell'ultima ora.
Io auspico che le batterie al litio siano solo un passaggio obbligato a qualche tecnologia (e.g. grafene) che sia realmente più efficente e sostenibile.

Nel complesso l'impressione percepita è che questo boom dell'auto elettrica sia più a interesse di chi produce e vende che di chi compra o dell'ambiente.
NighTGhosT17 Settembre 2019, 14:51 #25
Ma neanche se me la regalassero prenderei mai una e-Up...
W4rfoX17 Settembre 2019, 14:58 #26
Originariamente inviato da: Flortex
limiti, drammatici, di una tecnologia vecchia e fallita, che si vuole imporre a suon di tasse e sussidi.


E quali sarebbero i limiti drammatici? Non poter fare 800 km in uno step solo quelle tre volte all'anno? Che poi.. ho appena fatto 1200 Km in tre giorni. L'andata e ritorno verso Karlsruhe avrei potuto farla tranquillamente in elettrico viste le soste, idem i ritorno e il passaggio a Stoccarda avrebbe richiesto meno di un "pieno" di energia.
E per i diesel FAN. Varese-Karlsruhe-Stoccarda-Karlsruhe-Varese media dei 18.8 km/l tank-2-tank con berlina ibrida.
E non tirate fuori quelli che fanno millemila km all'anno e bla bla bla bla... Una macchina elettrica da 400Km avrebbe soddisfatto le mie esigenze degli anni passati (e facevo 40.000km/anno).
La verita' e' che il pianeta non puo' piu' permettersi la mobilita' privata come e' pensata oggi.
pity9117 Settembre 2019, 15:29 #27

incentivi

Ma l'incentivo solo per la Lombardia sarà di 8000€ anzichè 6000€, non 8 + 6 ma scherziamo ? HA HA HA
mantelvaviz17 Settembre 2019, 15:31 #28
Provo a scrivere un paio di ovvietà, tangibili già oggi, in futuro chissà:

- i veicoli elettrici, come l'auto dell'articolo, sono perfetti per l'utilizzo in area metropolitana, proprio dove c'è più bisogno di veicoli ad emissioni zero, per ridurre rapidamente la mortalità per emissioni atmosferiche

- l'energia necessaria per alimentare tali veicoli elettrici sarà sempre più prodotta da fonti rinnovabili e seppure oggi sia in parte essa stessa causa di inquinamento, le centrali che rilasciano tale inquinamento nell'aria sono perlomeno in aree a bassa densità abitativa in modo da minimizzare il problema

- al momento un veicolo con motore diesel rimane più comodo/efficiente per i lunghi spostamenti autostradali e per la movimentazione delle merci, purchè ne sia vietato l'ingresso nelle aree urbane più sensibili all'inquinamento atmosferico
Mparlav17 Settembre 2019, 15:52 #29
Un sunto di come funzionano gli incentivi in Lombardia:
https://it.motor1.com/features/3704...n-rottamazione/

sono cumulabili con l'ecobonus nazionale, ma a spanne con quei fondi, verranno soddisfatte un migliaio di domande quest'anno, ed il doppio l'anno prossimo.
Anche meno, se devono soddisfare con gli stessi fondi, le richieste di esenzioni dal bollo.
wingclaus7617 Settembre 2019, 16:15 #30
nessuno dice mai però che l'energia prodotta per ricaricare le batterie avviene in centrali che se anche bruciassero carbone lo fanno con una efficienza superiore a qualsiasi mezzo a combustione e il processo è centralizzato cosi come il controllo delle emissioni.

invece con tante piccole centrali che girano per la città con un efficienza quando va bene del 40% (diesel ) è molto peggio..

il rendimento del elettrico poi varia intorno dal 80% al 90%


quando si avranno batterie leggere capienti e che si ricaricano in pochi minuti , il problema non ci sarà piu.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^