Volkswagen ID.3: le batterie manterranno il 70% della capacità dopo 8 anni

Volkswagen ID.3: le batterie manterranno il 70% della capacità dopo 8 anni

La gamma ID è la prima serie di veicoli Volkswagen che comprende solo modelli elettrici. La casa automobilistica di Wolfsburg continua a rivelare ulteriori dettagli in vista del lancio previsto entro la fine dell'anno

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Tecnologia
Volkswagen
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
300018 Giugno 2019, 20:15 #11
Cavoli, 1/3 di capacità in meno dopo solo 8 anni è... troppo.
Notturnia19 Giugno 2019, 00:56 #12
In merito a chi denigra l’uso del metano e allude alla nostra dipendenza dall’estero vorrei ricordare che è colpa degli italioti se l’italia Non sta estraendo metano dal giacimento di metano più grande d’europa Che sta proprio sotto all’italia.. noi scemi preferiamo comprarlo che estrarlo ad un quarto del prezzo..
lucusta19 Giugno 2019, 02:32 #13
Originariamente inviato da: supertigrotto
Ringrazia Toyota e una altra azienda svizzera per il brevetto scaduto sulle batterie al magnesio studiate in Italia nel 1997 ma per mancanza di fondi (bastava 1 milione di euro dei soldi attuali) gli studi si sono inabissati.
Siccome noi italiani preferiamo 1 km di asfalto nuovo o delle piantine nelle rotatorie,invece di portare avanti la ricerca,saranno sempre gli altri a beneficiarne.
Nonostante il magnesio sia un materiale che a certe temperature prende fuoco (lo conosco perchè lo ho lavorato e studiato nella azienda dove lavoro),nelle batterie si usano sali di magnesio ed è molto meno pericoloso del litio quando è nello stato di essere utilizzato per lo stoccaggio di cariche elettroniche,doppie rispetto al litio.
Fra l'altro la batterie si può smantellare e riciclare i componenti quando è esausta.
Comincio a capire perchè l'Europa ci considera comunitari di serie B o addirittura di serie C.


le cele al magnesio erano promettenti, ma c'è un limite intrinseco nelle celle comuni, e non è dovuto all'elemento primario che si usa.

ad oggi sono le membrane di spearazione degli elettrodi a causare il degrado delle celle.
oltre un certo tempo, circa 15 anni, diminuito drasticamente dallo stress termico e meccanico (gli elettrodi crescono e decrescono di volume durante la carica e la scarica), queste membrane si rovinano.
visto che ad oggi sono le stesse per molte chimiche, compresa quella l magnersio, non avresti risolto molto.

c'è un fattore empirico per cui per centrimetro quadrato di materiale di separazione, puoi far pasare una certa quantità di energia media e di picco oltre la quale poi la degradazione del materiale impenna in modo esponenziale nel tempo.
significa che il vero limite della potenza specifica di una cella è dovuto proprio alla membrana di separazione, come il suo degrado (e sopportazione di temperature rigide quanto elevate).

letteralmente oggi la ricerca è nel migliorare questa interfaccia di scambio per rendere le batterie sicure e longeve.

le batterie non sono solo chimica, ma sono "macchine chimiche complesse", quindi richiedono studi e miglioramenti in tutte le parti che le compongono (che non sono poche).
lucusta19 Giugno 2019, 02:36 #14
Originariamente inviato da: Sgt.Joker
Come stato italiano stiamo commettendo un errore, a spingere sull'elettrico.
Siamo un paese che dispone di una capillare rete di distribuzione del gas metano ed abbiamo una discreta distribuzione di posti di rifornimento.
Ed abbiamo un notevole know how tecnologico.
Se il problema è ridurre l'inquinamento, il metano da noi è la soluzione, perché non ci richiederebbe particolari adeguamenti che sono invece richiesti dall'elettrico, uno su tutte l'adeguamento della rete di distribuzione.
E non rappresentano un'incognita per il futuro, visto che sappiamo benissimo come si comporterà l'auto a metano, tra 15-20 anni.


...poi vai a vedere i numeri e scopri che l'anno scorso c'erano più colonnine che stazioni di rifornimento per gas...
proprio perchè abbiamo un notevole know how tecnologico puntiamo sull'elettrico.
ramses7719 Giugno 2019, 07:56 #15
Originariamente inviato da: Notturnia
In merito a chi denigra l’uso del metano e allude alla nostra dipendenza dall’estero vorrei ricordare che è colpa degli italioti se l’italia Non sta estraendo metano dal giacimento di metano più grande d’europa Che sta proprio sotto all’italia.. noi scemi preferiamo comprarlo che estrarlo ad un quarto del prezzo..


Pensa che dalle mie parti hanno trovato enormi cavità naturali e il metano lo interrano di nascosto, con non poche preoccupazioni degli abitanti e sfoghi casuali di gas nelle campagne.
TheDarkAngel19 Giugno 2019, 08:45 #16
Originariamente inviato da: ramses77
Pensa che dalle mie parti hanno trovato enormi cavità naturali e il metano lo interrano di nascosto, con non poche preoccupazioni degli abitanti e sfoghi casuali di gas nelle campagne.


Scorreggiate tutti in una buca?
ramses7719 Giugno 2019, 08:51 #17
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
Scorreggiate tutti in una buca?


Qualcosa del genere

Credo che lo pompino da sadiodove per stoccarlo.
https://www.ilgiorno.it/lodi/cronac...o-gas-1.4045156
Notturnia19 Giugno 2019, 09:09 #18
Gli stoccaggi di gas naturale nelle cavità sono conosciuti, i più importanti sono della stogit e di EDISON in Italia e servono per stoccare il gas in estate per poi usarlo in inverno.. è una cosa che si fa da tempo.. che ci siano stoccaggi abusivi mi fa strano e andrebbero denunciati perché per ottenere le autorizzazioni ad usare una caverna come stoccaggio servono molte perizie e anni di lavoro
Gli stoccaggi hanno un costo non indifferente ma servono per poter gestire le necessità italiane. Se non ricordo male gli stoccaggi italiani garantiscono qualche mese di autonomia dell’italia Assieme alle LNG
TheDarkAngel19 Giugno 2019, 09:10 #19
Originariamente inviato da: ramses77
Qualcosa del genere

Credo che lo pompino da sadiodove per stoccarlo.
https://www.ilgiorno.it/lodi/cronac...o-gas-1.4045156


La notizia dà un aspetto un pelo più sensato alla cosa, "Il deposito, ex giacimento Eni vuoto dal 1997", l'utilizzo di giacimenti ormai svuotati è una pratica consolidata e non necessariamente preoccupante
Mparlav19 Giugno 2019, 09:17 #20
Originariamente inviato da: Notturnia
In merito a chi denigra l’uso del metano e allude alla nostra dipendenza dall’estero vorrei ricordare che è colpa degli italioti se l’italia Non sta estraendo metano dal giacimento di metano più grande d’europa Che sta proprio sotto all’italia.. noi scemi preferiamo comprarlo che estrarlo ad un quarto del prezzo..


Non si tratta di denigrare, ma di raccontare tutta la storia.

Raccontala tu come funziona l'estrazione degli idrocarburi in Italia.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^