Volkswagen, un ordine per ben 1.600 camion elettrici e-Delivery: svolta per gli investimenti in questo settore?

Volkswagen, un ordine per ben 1.600 camion elettrici e-Delivery: svolta per gli investimenti in questo settore?

L'ordine arriva dall'azienda Brasiliana AmBev, la più grande produttrice di birra del Sudamerica, la quale si è impegnata ad aggiornare la propria flotta di camion ordinando al gruppo tedesco ben 1.600 e-Delivery, versione 100% elettrica del già noto veicolo commerciale

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Tecnologia
Volkswagen
 

Volkswagen ha recentemente ricevuto quello che potrebbe essere il più grande ordine per il settore dei veicoli elettrici, almeno fino ad oggi; solo l'anno scorso VW aveva annunciato investimenti del valore di 1,7 miliardi di dollari per lo sviluppo di un proprio segmento di veicoli elettrici, destinati al settore dei trasporti di merci e di persone, ovvero camion ed autobus elettrici.

Ora, anche se questi veicoli non sono ancora in commercio, si è già portata a casa un importante ordine: il committente è l'azienda brasiliana AmBev, la più grande produttrice di birra del Sudamerica, la quale si è impegnata ad aggiornare la propria flotta di camion ordinando al gruppo tedesco ben 1.600 e-Delivery, versione 100% elettrica del già noto veicolo commerciale.

Il modello in questine sarà prodotto presso VW Caminhões e Ônibus, principale sito per l'intero Sudamerica, sarà dotato di un pacco batteria da 170 kWh che consentirà fino a 200 km di autonomia con una singola carica, secondo AmBev, più che sufficiente per un vasto numero delle sue rotte di consegna.

Il lotto di camion ordinato andrà a rimpiazzare/convertire 1/3 dell'intera flotta a combustione attualmente dispiegata dal produttore di birra.

Guilherme Gaia, direttore della logistica di AmBev, ha dichiarato "Il nostro sogno è riunire le persone per un mondo migliore. Per questo motivo, siamo sempre alla ricerca di partner che abbiano le stesse idee per offrire nuove tecnologie e processi che abbiano un impatto positivo sull'ambiente, come Volkswagen Caminhões e Ônibus. Siamo sicuri che questo progetto contribuirà notevolmente alla costruzione dell'eredità sostenibile che vogliamo lasciare alle generazioni future".

Inoltre, a sostegno di queste buone intenzioni, la società committente prevede di ricaricare le batterie dei camion principalmente con energia rinnovabile e ha stimato di essere in grado di risparmiare all'anno circa 30.500 tonnellate di CO2 equivalente nel solo processo di logistica.

L'impegno di AmBev per l'acquisto degli e-Delivery rappresenta un grande punto di partenza per Volkswagen, Roberto Cortes, CEO di VW Caminhões e Ônibus, ha commentato "Il centro di sviluppo globale Volkswagen Caminhões e Ônibus, con sede in Brasile, ha studiato e applicato le migliori soluzioni disponibili nel mondo e localmente per soddisfare le esigenze dei nostri clienti nei veicoli a basse emissioni per i paesi emergenti. Grazie alla nostra collaborazione ventennale con AmBev, siamo stati i primi a sviluppare veicoli commerciali per la distribuzione di bevande, e ora, ancora una volta, ci lanciamo insieme per entrare nell'era elettrica".

Il Volkswagen e-Delivery sarà ufficialmente in produzione dal 2020, ma i primi esemplari riservati ad AmBev saranno pronti già entro la fine del 2018 con un accordo per una specie di programma pilota, l'intera flotta di camion dovrebbe essere consegnata ad AmBev entro la fine del 2023; sicuramente un bell'investimento sia per l'ambiente, sia per lo sviluppo della trazione elettrica ma sopratutto per Volkswagen per iniziare a farsi spazio in questo ancora acerbo settore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zappy23 Agosto 2018, 16:14 #1
quelli del dieselgate. bei truffatori...
devilred24 Agosto 2018, 00:01 #2
Originariamente inviato da: zappy
quelli del dieselgate. bei truffatori...


Come non darti ragione, spero che almeno non gonfiano l'autonomia degli elettrici altrimenti chiudono veramente baracca.
h4xor 170124 Agosto 2018, 07:42 #3
Originariamente inviato da: zappy
quelli del dieselgate. bei truffatori...


sul discorso delle emissioni tutti i produttori di auto sono fuori norma, basta che ci fai una semplice ricerca su google.. il fatto sta che son normative ridicole da nazi-ecologisti, cavalcate a loro volta dagli azionisti per gonfiare i loro portafogli
zappy24 Agosto 2018, 10:43 #4
Originariamente inviato da: h4xor 1701
sul discorso delle emissioni tutti i produttori di auto sono fuori norma, basta che ci fai una semplice ricerca su google.. il fatto sta che son normative ridicole da nazi-ecologisti, cavalcate a loro volta dagli azionisti per gonfiare i loro portafogli

NO.
solo WV ha inserito appositi meccanismi sw per barare. tutti gli altri hanno semplicemente sfruttato cavilli legali.

un po' come sfilare il portafoglio di tasca a qualcuno o trovarne uno per terra (magari senza documenti) e tenerselo. c'è una certa sostanziale differenza, il DOLO.
h4xor 170124 Agosto 2018, 12:04 #5
Originariamente inviato da: zappy
NO.
solo WV ha inserito appositi meccanismi sw per barare. tutti gli altri hanno semplicemente sfruttato cavilli legali.

un po' come sfilare il portafoglio di tasca a qualcuno o trovarne uno per terra (magari senza documenti) e tenerselo. c'è una certa sostanziale differenza, il DOLO.


"appositi meccanismi sw per barare" su leggi ridicole...quindi per me conta poco assai.
poi se uno è un alfista/fiattaro e deve sempre attaccare Volkswagen è un altra questione
nickname8824 Agosto 2018, 12:38 #6
Originariamente inviato da: zappy
quelli del dieselgate. bei truffatori...

Quindi ? Quando commettono un reato vuol dire che sono destinati a commetterne per sempre ?
h4xor 170124 Agosto 2018, 13:08 #7
Originariamente inviato da: nickname88
Quindi ? Quando commettono un reato vuol dire che sono destinati a commetterne per sempre ?


Si infatti qui mi sembra che sfugge la differenza tra persona fisica e persona giuridica
azi_muth24 Agosto 2018, 13:18 #8
Originariamente inviato da: zappy
quelli del dieselgate. bei truffatori...


Fino a prova contraria esiste la presunzione d'innocenza...

Originariamente inviato da: h4xor 1701
Si infatti qui mi sembra che sfugge la differenza tra persona fisica e persona giuridica


A parte che non c'entra nulla...ma forse sfugge ancora più che alla base di ogni ordinamento che le leggi vadano rispettate anche se qualcuno le considera ridicole.

Altrimenti ognuno farebbe quello che vuole...
zappy24 Agosto 2018, 15:49 #9
Originariamente inviato da: azi_muth
Fino a prova contraria esiste la presunzione d'innocenza...

Infatti qui di "prove contrarie" ce ne sono a palate.... svariati milioni di veicoli di prove...


A parte che non c'entra nulla...ma forse sfugge ancora più che alla base di ogni ordinamento che le leggi vadano rispettate anche se qualcuno le considera ridicole.

Altrimenti ognuno farebbe quello che vuole...

a parte che ridicole non sono, e che a quanto pare c'è anche chi le rispetta, chi le viola falsa la concorrenza.
opelio26 Agosto 2018, 09:08 #10
Figli di questa epoca. Social del nulla

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^