Volta Zero: nuovo concetto di camion elettrico per le consegne cittadine

Volta Zero: nuovo concetto di camion elettrico per le consegne cittadine

Dalla startup Volta Trucks ecco Volta Zero, camion da 16 tonnellate studiato per la movimentazione di merci a emissioni zero all'interno dei confini urbani delle grandi città. Batteria fino a 200 kWh, autonomia fino a 200 km e 8,6 tonnellate di carico utile

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Tecnologia
Volta Trucks
 

Sono sempre di più le città che puntano ad azzerare le emissioni dei mezzi circolanti sui tracciati urbani. Oltre alla mobilità personale, l'abbattimento delle emissioni deve interessare per forza anche i mezzi pesanti, nervatura fondamentale della movimentazione delle merci all'interno dei confini cittadini. Una città che ha posto fortemente l'accento su questa questione è Londra.

Sono sempre di più, quindi, i progetti che vedono la trazione elettrica al cuore di mezzi pesanti. Molto interessante è il nuovo progetto di Volta Trucks, startup con sede in Svezia: Volta Zero. Si tratta un di camion da trasporto da 16 tonnellate studiato per la movimentazione cittadina di merci.

Il rispetto dell'ambiente non è la sola priorità di Volta Zero, che è stato disegnato con in mente la sicurezza degli utenti più deboli della strada, come pedoni e ciclisti, partendo da un dato: nella città di Londra il 23% degli incidenti che interessano pedoni e ben il 58% di quelli che interessano ciclisti vedono coinvolti dei mezzi pesanti, sebbene questi ultimi siano responsabili di solo il 4% dei chilometri percorsi ogni giorno in città. La visibilità è spesso un punto critico dei mezzi pesanti: il nuovo Volta Zero punta a un netto miglioramento della situazione, con una cabina ribassata e con 220° di visibilità, questo grazie all'assenza del grosso motore termico, che spesso costringe a scelte costruttive obbligate per quanto riguarda la cabina dei mezzi pesanti.

Volta Zero elimina anche gli specchietti, che spesso sono responsabili dei contatti coi ciclisti, a favore di telecamere per una visuale a volo d'uccello del mezzo a 360°. Una serie di dispositivi Advanced Driver Assistance Systems (ADAS) aiuterà poi il conducente riducendo al minimo il "carico cognitivo dell'autista", come dichiarato nel comunicato stampa.

La sostenibilità è un altro pilastro fondamentale del progetto, che utilizza per la carrozzeria plastiche prodotte con basse emissioni di CO2 e resine biodegradabili. I pannelli in Flax, oltre che essere dei prodotti quasi CO2 neutrali, a fine fine possono essere bruciati senza emissioni nocive nei termovalorizzatori, senza dover finire in discarica.

I camion Volta Zero potranno contare su batterie litio-ferro-fosfato da 160/200 kWh, studiate per avere un lungo ciclo di vita e per essere al contempo modulari e poter venire incontro più facilmente alle differenti esigenze dei clienti. L'autonomia stimata è di 150-200 km, ampiamente nel range percorso quotidianamente dai mezzi per le consegne in città. La velocità massima è limitata a 90 km/h.

Inoltre il mezzo è studiato per poter girare anche nelle strade strette e sostituire fino a 4 mezzi da meno di 3,5 tonnellate nel giro di consegne. Il carico utile è pari a 8,6 tonnellate, con un volume di 37,7 metri cubi, per immagazzinare fino a 16 pallet in formato europeo. Il camion è lungo 9,46 metri, alto 3,47 e largo 2,55, con un passo di 4,8 metri.

Secondo Volta Trucks i costi di manutenzione e operatività saranno comparabili ai mezzi con motore a combustione interna, vista la presenza del 90% in meno di parti meccaniche, con un TCO pari a quello dei mezzi diesel.

Attualmente il primo prototipo è in fase di costruzione e dovrebbe essere pronto entro la fine dell'anno. Il primo lotto di produzione dei mezzi dovrebbe constare di 12 veicoli nella prima metà del 2021 per completare test e valutazioni da parte di alcune compagnie di logistica, mentre nel 2022 dovrebbe iniziare la produzione in volumi. Entro la fine del 2022 Volta Trucks punta ad aver consegnato 500 veicoli, numero che dovrebbe salire a 5.000 entro la fine del 2025.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vindicator2307 Settembre 2020, 08:59 #1
posto molto di rado in queste news

il posteriore ricorda molto quei camion postali anni 90 americani

e nell anteriore era senza portiera l'autista scendeva piu rapidamente
mmorselli07 Settembre 2020, 22:04 #2
Metà autobus e metà camion della spazzatura... Mi piace

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^