Volvo XC40 Recharge, partono i preordini per l'auto 'pure electric': in Italia da 59.600€

Volvo XC40 Recharge, partono i preordini per l'auto 'pure electric': in Italia da 59.600€

La prima Volvo elettrica sfiorerà i 60 mila euro come prezzo base, avrà circa 400CV e un'autonomia di 400km/h. Ecco tutti i dettagli e le caratteristiche tecniche

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Tecnologia
Volvo
 

Si chiama Volvo XC40 Recharge, ed è la prima auto elettrica della casa svedese o, per dirla come il marketing della compagnia, la prima "pure electric". Come già avvenuto con altri produttori anche Volvo inserisce l'elettrico nella sua line-up inserendolo come proposta più alta in gamma per la XC40. La Volvo XC40 elettrica arriverà in Italia non prima del 2021, ma sta facendo parlare di sé per l'inizio della fase di preordine: il prezzo è a partire da 59.600€, ma in futuro dovrebbero arrivare versioni più economiche.

Le differenze principali con la XC40 standard stanno ovviamente nel tipo di propulsione, non più endotermica o ibrida ma affidata solo a motori elettrici, due per l'esattezza. Questa modifica porta con sé alcuni cambiamenti esteriori e funzionali: la griglia frontale è adesso piena, il bocchettone per il rifornimento ha adesso una presa di ricarica e manca il terminale di scarico. Parlando di specifiche tecniche abbiamo al momento un'unica versione da 408CV con una coppia di 660Nm, specifiche sufficienti a chiudere lo 0-100km/h in soli 4,9 secondi.

La velocità massima è pari a 180km/h, molto bassa per la potenza del motore, ma pare che sia stato necessario effettuare il taglio per preservare l'autonomia. Ma "quanto consuma"? La Volvo XC400 Recharge porta la sua carica dal 100% fino a 0 in circa 400km, come scrive la società sul sito ufficiale. La batteria da 78kWh può inoltre essere caricata in circa 7 ore e mezza all'80%, attraverso il cavo CSS da 11kW in dotazione, mentre con una colonnina da 150kW si riesce a concludere l'operazione, sempre all'80%, in circa 40 minuti.


Clicca per ingrandire

Come abbiamo scritto abbiamo due motori elettrici, uno per ogni asse, entrambi da 140kW per un totale di 300kW. L'azienda svedese promette inoltre un abbontante spazio di carico, e dichiara che la Recharge sarà la prima auto Volvo con Android a bordo, quindi grandi possibilità in termini di connettività, supporto del Play Store nativo e Assistente Google. Fino ad oggi le auto Volvo hanno fatto affidamento ad una piattaforma sviluppata in collaborazione con Microsoft, mentre il nuovo approccio dovrebbe essere più completo.

Le dimensioni: lunghezza 4,42 metri, larghezza 2 metri con specchietti inlcusi e un'altezza di 1,65 metri, mentre il bagagliaio ha una capacità di 413 litri, a cui si aggiungono i 31 litri sotto al cofano anteriore. Rispetto alle versioni con motore endotermico, quindi, la Volvo XC40 Recharge perde un po' di capacità dietro, recuperandone solo in parte avanti.

Dopo la XC40 Recharge dovremmo vedere ulteriori automobili elettriche da parte del produttore svedese. Nel 2022 dovrebbe arrivare anche l'XC90 "Recharge", mentre Polestar - il brand di auto elettriche legato all'azienda - dovrebbe lanciare la Polestar 2 entro la fine del 2020. L'obiettivo degli svedesi è quello di lanciare un'auto elettrica l'anno fino al 2025, andando a completare la line-up prevista nel giro dei prossimi 5 anni.

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Notturnia26 Gennaio 2020, 10:54 #1
interessante, a parte l'autonomia scarsa per un'auto di quelle dimensioni..
la velocità limitata a 180 km/h è una decisione della Volvo che ha dichiarato di voler limitare tutti i suoi veicoli in futuro a 180 km/h non ritenendo che serva una velocità maggiore e non è dettato dall'autonomia..

ormai stiamo entrando nel nuovo sistema dove sono gli altri a decidere per noi e non siamo più liberi di scegliere.. le auto elettriche permetteranno un maggior controllo da parte degli enti di noi utilizzatori...

Volvo è svedese e li beh :-D andateci.. :-D
nessuno2926 Gennaio 2020, 10:54 #2
Il pachiderma a gasolio pesa 18 quintali in appena 4 metri e 42, non oso immaginare il peso di questa.

Edit trovato 2250 kg ahahaha, 200 kg in più di una range rover sport col 2 litri bene
Tedturb026 Gennaio 2020, 10:59 #3
Android auto.. Eh beh, che qulo...
Strato154126 Gennaio 2020, 11:57 #4
Se non si fanno progressi sul pacco batterie con meno di 80kw e oltre 2 tonnellate condite da una aerodinamica tipica di un mattone, i 400 km si fanno solo in discesa....
è noto che allo stato attuale le auto più efficienti sono le Tesla, e la Hyundai Kona, con i pacchi batteria da 75 su auto con una aerodinamica decisamente migliore (model3) e peso minore si arriva a 450 km reali, con molta attenzione.
Questa se va bene riuscirà ad arrivare a 320-330 km.
Notturnia26 Gennaio 2020, 12:04 #5
ma si tanto il futuro vede solo auto come servizio e quindi la gente chiama la macchina che lo porta a spasso e poi va a ricaricarsi.. andata e ritorno con due auto differenti :-D la bellezza di non non possedere niente (nemmeno le proprie scelte..)

un'auto di queste dimensioni e pensata per le famiglie non puo' avere un'autonomia così piccola.. almeno in vacanza ci dovresti poter andare..
Ginopilot26 Gennaio 2020, 15:59 #6
Alla fine non costa neanche tanto per essere una volvo, non è certo una tesla. Restano auto senza alcun senso almeno per i prossimi 10 anni.
marittimus26 Gennaio 2020, 16:25 #7
Volvo è cinese dal 2010 e non molleranno l'osso presto, in verità hanno rilanciato il marchio.
Secondo me è un bel giocattolone ma sottoscrivo in pieno le critiche già fatte, non tanto sulla velocità di cui 180Km/h mi sembrano ottimi e a dirla tutta esistevano già i limiti di velocità a dirti a che velocità andare, se vuoi andare più veloce schiantati da solo in pista, quanto sull'autonomia: quei 400Km sono molto molto ottimistici e assolutamente inadeguati su un veicolo simile, soprattutto in Italia dove le torrette da 150kW mi sembrano proprio poche.
Un amico ha un'aziendale XC60 ibrida, ci gira Roma e lì va sempre in elettrico ma perchè ha una tessera corporate e il posto auto con colonnina riservato; appena esce da Roma ritorna a benzina e beve un sacco, un'elettrica con queste autonomie è tuttora improponibile per un uso appena più che urbano perchè non è detto che trovi una colonnina nel raggio di 400km (?!?!) e se la trovi a 20kw ti conviene prendere una stanza d'albergo per la notte e aspettare il pieno.
Mazza226 Gennaio 2020, 16:42 #8

solo a me sembra tantissimo il tempo di ricarica???

cioè... quella "veloce" sono 40 minuti!!!! oggigiorno in 5 fai benzina. in 10 fai metano...

devono portare il tempo a 15 minuti... non è pensabile peggiorare così tanto in qualcosa che oggi sembra "ovvio" (il poco tempo necessario a rifornire...)
Mparlav26 Gennaio 2020, 17:17 #9
Originariamente inviato da: Notturnia
interessante, a parte l'autonomia scarsa per un'auto di quelle dimensioni..
la velocità limitata a 180 km/h è una decisione della Volvo che ha dichiarato di voler limitare tutti i suoi veicoli in futuro a 180 km/h non ritenendo che serva una velocità maggiore e non è dettato dall'autonomia..

ormai stiamo entrando nel nuovo sistema dove sono gli altri a decidere per noi e non siamo più liberi di scegliere.. le auto elettriche permetteranno un maggior controllo da parte degli enti di noi utilizzatori...

Volvo è svedese e li beh :-D andateci.. :-D


I limiti di velocità sono una limitazione alla "libertà" vecchia quanto le auto stesse.

Un limite del produttore a 180 Km/h anzichè 250 Km/h come quello concordato dai principali costruttori tedeschi oltre 20 anni fa', sostanzialmente non cambia nulla sul 99.99% delle autostrade mondiali.

D'altro canto dubito che una di quelle Volvo possa essere utilizzata in pista nei weekend.

Le auto elettriche sono "controllabili" tanto quanto le auto endotermiche.

Volvo è cinese.
Axios200626 Gennaio 2020, 17:55 #10
a batteria da 78kWh può inoltre essere caricata in circa 7 ore e mezza all'80%, attraverso il cavo CSS da 11kW in dotazione, mentre con una colonnina da 150kW si riesce a concludere l'operazione, sempre all'80%, in circa 40 minuti.


Solo 7 ore e mezza per la ricarica? Wow! Manco il tempo di fermare che si riparte subito! Non si ha la possibilita' di andare al bagno o mangiare un boccone...

O 40 minuti con un cavo da 150 kW... Una cabina elettrica di distribuzione in miniatura... Rischio folgorazione / esplosione pacco batteria...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^