Il Parlamento Europeo ha votato: niente ban per i camion endotermici al 2040

Il Parlamento Europeo ha votato: niente ban per i camion endotermici al 2040

Il Parlamento EU ha votato in accordo con l'ultima proposta della Commissione Europea, per ridurre drasticamente le emissioni del settore trasporti, ma senza divieto definitivo per gli ICE

di pubblicata il , alle 09:59 nel canale Trasporti elettrici
 

Periodo molto intenso per la Commissione Europea e il Parlamento Europeo, chiamati a decidere il futuro del trasporto nel Vecchio Continente. Passate le discussioni (e le scaramucce) riguardanti il trasporto privato, l'attenzione è passata a quello pubblico e commerciale, con riferimento ai mezzi pesanti.

La Commissione aveva avanzato un'ultima proposta meno stringente, senza accogliere le richieste di alcuni Paesi che chiedevano l'abbattimento delle emissioni inquinanti del 100%. La decisione finale è andata verso una drastica riduzione, ma senza arrivare al 100%. Ciò significa che nelle flotte, seppur in minima parte, resterà spazio per camion e autobus con motore a combustione.

Electric Truck

Il Parlamento ha votato e approvato la proposta, con 445 voti favorevoli, 152 contrari, e 30 astensioni. Dunque ora si avvieranno i negoziati finali con i singoli Paesi per arrivare alla legislazione, che dovrà poi essere formalizzata e accolta dagli Stati dell'Unione.

Per i camion medi e pesanti, la proposta prevede la riduzione delle emissioni di CO2 del 45% dal 2030, del 65% dal 2035, e del 90% dal 2040. Ci sarà però una stretta sugli autobus urbani, che dal 2030 potranno essere solo a zero emissioni. Deroga fino al 2035 per i modelli a biometano, ma con regole molto restrittive.

Electric Bus

La decisione di non vietare del tutto i camion endotermici deriva dall'incertezza del mercato, soprattutto per la mancanza di una data certa in cui ogni tipologia di veicolo potrà essere a zero emissioni senza troppe restrizioni di utilizzo. Ma i rappresentanti del fronte favorevole al voto sono stati comunque chiari, "il traguardo è arrivare ad abbattere le emissioni al 100%". I conservatori, inoltre, spingono per l'ammissione degli e-fuel, e lo hanno messo per iscritto in una nota. Tuttavia, nella proposta della Commissione questa possibilità non era citata e se ne discuterà probabilmente nei negoziati.

46 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo27 Novembre 2023, 10:05 #1
Cosa buona e giusta!

Basta osservare il numero dei camion in circolazione per vedere che occoreranno decine di anni per l'eliminazione del diesel.
TorettoMilano27 Novembre 2023, 10:13 #2
se i camion elettrici non saranno affidabili è un'ovvia conseguenza quanto riportato nell'articolo. investire provvisoriamente su stazione efuel per i camion e/o idrogeno non mi sembra così male. le soluzioni ibride idrogeno/elettrico mi sembravano promettenti
roccia123427 Novembre 2023, 10:15 #3
Boh, evidentemente la ferrovia gli fa schifo.

C'è già, è già elettrica, ha un'efficienza migliore del migliore camion elettrico, è immensamente più sicura, toglierebbe migliaia di camion dalle strade.

Ma no, meglio puntare ai camion elettrici
Goofy Goober27 Novembre 2023, 10:16 #4
il problema è che mancano le proposte per smettere di usare sempre più trasporto su gomma rispetto a quello su rotaia.

negli ultimi 30 anni si è fatto il contrario, dismettendo e addirittura rimuovendo i binari laddove presenti, per creare centri smistamento su gomma...

per assurdo, laddove prima arrivavano in porto i treni direttamente sulle banchine per caricare le merci (container) sbarcate, adesso si carica un container per camion e tanti saluti.

perchè non sfruttare di più ciò che ha l'elettrificazione già presente?

p.s. anticipato da roccia1234
roccia123427 Novembre 2023, 10:20 #5
Originariamente inviato da: Goofy Goober
il problema è che mancano le proposte per smettere di usare sempre più trasporto su gomma rispetto a quello su rotaia.

negli ultimi 30 anni si è fatto il contrario, dismettendo e addirittura rimuovendo i binari laddove presenti, per creare centri smistamento su gomma...

per assurdo, laddove prima arrivavano in porto i treni direttamente sulle banchine per caricare le merci (container) sbarcate, adesso si carica un container per camion e tanti saluti.

perchè non sfruttare di più ciò che ha l'elettrificazione già presente?

p.s. anticipato da roccia1234


Questo in italia. Perchè dall'altra parte delle alpi è tutto il contrario
TorettoMilano27 Novembre 2023, 10:22 #6
immagino non venga sfruttata molto la ferrovia per 2 motivi principali:
-al posto di pagare solo il camion paghi camion+ferrovia
-a livello logistico dovrai gestire due mezzi e non uno

poi comunque monitorare un camion ha infiniti altri vantaggi
Goofy Goober27 Novembre 2023, 10:29 #7
Originariamente inviato da: roccia1234
Questo in italia. Perchè dall'altra parte delle alpi è tutto il contrario


e meno male!

le città con porto mercantile sono divenute una follia di camion senza senso, con annessi incdenti, morti e anche catastrofi incredibili per l'usura dell'infrastruttura stradale (ponte morandi) a cui contribusciono enormente i camion pesanti

Originariamente inviato da: TorettoMilano
immagino non venga sfruttata molto la ferrovia per 2 motivi principali:
-al posto di pagare solo il camion paghi camion+ferrovia
-a livello logistico dovrai gestire due mezzi e non uno

poi comunque monitorare un camion ha infiniti altri vantaggi


se hai già l'infrastruttura ferroviaria pre-esistente e finisci addirittura a rimuovere i binari, significa che c'è un interesse economico stratosferico dietro mentre quello prettamente ecologico e di efficienza non ti interessa minimamente.

un camion, o meglio, 100 camion che trasportano 100 container al posto di un treno singolo sono una follia in tema di ecosostenibilità
perchè un conto è avere 100 camion e 100 autisti (da pagare per tutto il viaggio) che partono da un porto e si fanno tutta la loro strada fino al nord europa, smistantosi nell'ultimo miglio, un conto è avere 1 treno che arriva al suo interscambio e da cui partono 100 camion e 100 autisti da pagare solo per l'ultimo miglio.

se ancora pensiamo che il futuro sia far diventare questi 100 camion elettrici per trasportare sempre i 100 container, non siamo messi benissimo, considerata l'enorme dispersione energetica che il trasporto su gomma genera ogni giorno, sia che si muova a carburante fossile sia che si muova a promesse elettorali.

altrimenti dovrebbe essere più conveniente trasportare 1 container per imbarcazione, invece che centinaia su una singola.
gd350turbo27 Novembre 2023, 10:36 #8
La logica vorrebbe che la fabbrica che produce un bene che deve andare dall'altra parte dell'italia, lo carica su un camion questo va allo scalo ferroviario lo si mette sui binari, arrivato a destinazione un altro camion lo preleva e lo porta al cliente.

ma la realtà è diversa molto diversa.
DanieleG27 Novembre 2023, 10:37 #9
Originariamente inviato da: roccia1234
Questo in italia. Perchè dall'altra parte delle alpi è tutto il contrario


Perché in italia la UE impone, quindi siccome le linee ferroviarie non erano "produttive" ne è stato imposto lo smantellamento.
Dall'altra parte delle alpi se ne fregano perché le regole le fanno loro.
Marci27 Novembre 2023, 10:39 #10
Sul trasporto pubblico vorrei ben vedere, è l'ambito dove l'elettrico ha più senso e da meno problemi perché:

- sono mezzi di grandi dimensioni, vanno relativamente piano e quindi non c'è problema di stoccaggio batterie
- i percorsi sono creati apposta e sono sempre gli stessi, facilissimo gestire l'autonomia dei mezzi
- le stazioni di ricarica le fai solo dove serve, nelle rimesse e nei capolinea che sai già a priori dove saranno.

Al trasporto aggiungo anche tutti quei mezzi che hanno tragitti pre-configurati tipo camion rifiuti, pulizia stradale ecc...

Certo, ovviamente poi la cosa più facile è obbligare i cittadini a svenarsi per comprare l'auto elettrica, mica vorrai far spender soldi ai governi per rifare il parco mezzi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^