Il Tesla Semi è in ritardo oppure no? Pepsi si aspetta la consegna di 15 camion elettrici entro fine anno

Il Tesla Semi è in ritardo oppure no? Pepsi si aspetta la consegna di 15 camion elettrici entro fine anno

Tesla di recente ha fatto sapere che il camion elettrico Tesla Semi è stato ulteriormente posticipato, ma Pepsi, uno dei grandi clienti che l'ha ordinato, sembra sicura di ricevere i primi esemplari entro fine anno

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Trasporti elettrici
Tesla
 

Il Tesla Semi è un prodotto molto atteso, ma che finora ha avuto una vita travagliata. Lo sviluppo si è prolungato più del previsto, e la crisi di componenti e la scarsità di batterie non ha di certo facilitato le cose. Di recente la casa californiana ha ulteriormente posticipato l'inizio delle vendite del suo camion elettrico, comunicando che inizieranno nel 2022.

Questa dichiarazione è però in contrasto con un'altra, appena rilasciata dal CEO di PepsiCo Ramon Laguarta, secondo cui la popolare azienda del food & beverage si aspetta che le prime consegne avvengano entro questo trimestre. "Stiamo già iniziando ad acquistare camion elettrici da Tesla, non vogliamo promuovere nessuno, ma questo è il marchio che stiamo usando finora e stiamo per ricevere le nostre prime consegne in questo quarto trimestre", ha dichiarato.

Tesla Semi

Pepsi è stata una delle prime aziende a credere nel camion elettrico di Elon Musk, piazzando un ordine per 100 veicoli, che faranno parte di un piano più a lungo termine per azzerare le emissioni della logistica di trasporto dei suoi prodotti.

I camion che Laguarta dice che arriveranno entro fine 2021 sono 15, un numero tutto sommato limitato che effettivamente Tesla potrebbe essere in grado di produrre. Tempo fa infatti si era scoperto che l'azienda aveva attivato un piccolo stabilimento, ai margini della fabbrica di batterie in Nevada, per bassi volumi di produzione del Semi. In principio si credeva che la struttura servisse per realizzare gli esemplari pre-serie, ed è plausibile che venga invece sfruttata per queste prime consegne a importanti partner che non vogliono più aspettare.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^