Mosca adesso ha 900 autobus elettrici a batteria

Mosca adesso ha 900 autobus elettrici a batteria

La capitale della Russia celebra il suo 900esimo autobus elettrico a batteria, appena messo in servizio

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Trasporti elettrici
 

La flotta di autobus elettrici di Mosca è attualmente una delle più grandi al mondo. Gestita da Mosgortrans, è stata mostrata in alcuni spettacolari foto che ritraggono i mezzi splendidamente decorati per le festività natalizie.

A novembre Mosgortrans annunciava di aver schierato 500 autobus elettrici sulle strade della capitale della Russia. Ha dunque aggiunto altri 400 autobus alla flotta e non è lontana dall'obiettivo prestabilito: arrivare a 1000 unità entro la fine del 2021. La maggior parte dei veicoli è stata fornita da Kamaz e sono alimentati da batterie al litio titanato (LTO).

Autobus Mosca

La capitale della Russia ha appena messo in servizio il 900esimo autobus elettrico a batteria

Entro la fine di questo decennio, Mosca intende passare alla trazione completamente elettrica per tutti gli autobus che circolano sulle strade della capitale, mentre gli acquisti di autobus diesel sono già stati sospesi. Secondo quanto riferisce Green Car Congress, inoltre, 66 tratte vedono la presenza di soli mezzi elettrici, per un totale di 800 km percorsi a trazione elettrica. Questi autobus hanno trasportato complessivamente più di 150 milioni di passeggeri in pochi anni, dei quali circa la metà nel solo 2021.

Autobus Mosca

La città ha oltre 150 stazioni di ricarica rapida ed entro la fine del 2023 conta di poter contare su 500 stazioni complessivamente. Piani di espansione che riguardano anche il numero di veicoli di cui si compone la flotta elettrificata, che saranno più di 3000 entro la fine del 2024.

Autobus Mosca

Per quanto ne sappiamo, solo le città cinesi vantano un numero maggiore (significativamente più alto) di autobus elettrici a batteria, sebbene la tendenza all'elettrificazione sia chiara anche in Europa. Gli autobus elettrici godevano di una quota notevole (6,1%) tra i nuovi acquisti di veicoli nell'Unione Europea già nel 2020.

Idee regalo, perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?
REGALA UN BUONO AMAZON
!

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Unrue27 Dicembre 2021, 11:28 #1
La batteria serve solo per tenere accese tutte quelle luci
silviop27 Dicembre 2021, 11:28 #2

Il metano ce lo vendono a noi al triplo...

...mentre per la corrente si tengono il materiale fissile (sopratutto plutonio) e hanno pure imparato ad utilizzarlo in modo sicuro dopo la lezione ricevuta.
pabloski27 Dicembre 2021, 12:16 #3
Originariamente inviato da: silviop
...mentre per la corrente si tengono il materiale fissile (sopratutto plutonio) e hanno pure imparato ad utilizzarlo in modo sicuro dopo la lezione ricevuta.


Sul prezzo del gas la realtà è molto diversa da quella che viene raccontata. Proprio il mese scorso, Gazprom ha aumentato del 15% il volume di gas pompato verso l'UE e questo nonostante l'UE non abbia effettuato il "booking" di quelle quantità.

Cioè il metano si prenota prima. E Gazprom ha insistito che bisognava fare contratti a 10 anni, con prezzo bloccato. E molti Paesi UE ( vedi Germania ) hanno fatto così in verità. L'UE nel suo complesso si è invece fissata sul mercato spot, che è ormai fuori controllo.

E faccio notare che a chiudere i rubinetti sono stati principalmente gli USA col loro LNG.

L'UE si era pure fissata con le pale eoliche, convinta che avrebbe vinto il jackpot quest'estate. Solo che è stata un'estate senza vento. E belli che fregati.

Non avevano ovviamente pompato le necessarie quantità di gas nei serbatoi sotterranei e si sono ritrovati con le chiappette al vento appena arrivati i primi freddi.

E che fanno? Seguendo il manuale "propaganda CIA 101" accusano Mosca dell'aumento dei prezzi. Completamente fuori da ogni realtà.

Riguardo il nucleare, non è questione di imparare. Il nucleare è pericoloso, come insegnano i giapponesi. Nessuno può dire di aver imparato la lezione ( 2 settimane fa una centrale francese ha avuto uno shutdown di emergenza causa fuga radioattiva ).

Gli americani pure hanno avuto i loro disastri, vedi Three Mile Island e la riserva Navajo. Quest'ultimo alquanto vergognoso, visto che il governo non l'ha mai nemmeno ammesso nè dichiarato lo stato d'emergenza o fatto evacuare gli abitanti ( forse perchè sono indiani!?! ).

La Russia dal canto suo si gingilla con reattori "portatili". Capisco la necessità in Siberia, ma seriamente stiamo dicendo che il nucleare è sicuro? Il nucleare basato sull'uranio? Fossero almeno reattori al torio o ai sali di litio. Rubbia avrebbe parecchio da dire a riguardo.

Il sospetto che mi sorge ( visto che hanno fatto lo stesso giochino negli anni '50 e '60 ) è che dietro questa mania del "nucleare è bello", ci sia la necessità di disporre di grandi quantità di scorie radioattive per rimpolpare gli arsenali nucleari.
demonsmaycry8427 Dicembre 2021, 15:15 #4
non credo al riarmo che sarebbe evidente con gli strumenti di ora..credo che cercano di far rientrare dalla finestra quello che non passa dalla porta....c'è il problema oggettivo di capire cosa usare per creare corrente per tutte quelle macchine e mezzi pesanti in futuro(e la lobby del nucleare ci prova). Rinnovabili ok ma non è una fonte energetica su cui uno stato può fare affidamento al 100% ... per la fusione nella più rosea delle aspettative forse tra 50 anni abbiamo la prima centrale funzionante....
non vorrei alla fine dei conti a casa pagare la corrente come la benza verde visto che si userà per muovere la macchina
pabloski27 Dicembre 2021, 15:24 #5
Originariamente inviato da: demonsmaycry84
non vorrei alla fine dei conti a casa pagare la corrente come la benza verde visto che si userà per muovere la macchina


temo sarà peggio di così

l'UE è partita col cervello e corre dietro agli unicorni verdi

tra poco diranno che basta un limone per fornire tutta la corrente necessaria per le nostre case

follia pura

hanno fatto due stupide mosse in un sol colpo, una fissandosi col mercato spot degli idrocarburi e l'altro con la fissa dell'eolico

come spiegato eloquentemente da Putin

https://www.youtube.com/watch?v=n0v2zCX9O2s
zappy27 Dicembre 2021, 18:13 #6
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://auto.hwupgrade.it/news/tras...ria_103503.html

La capitale della Russia celebra il suo 900esimo autobus elettrico a batteria, appena messo in servizio

Click sul link per visualizzare la notizia.

francamente troverei più sensato per loro usare autobus a metano.
Sandro kensan27 Dicembre 2021, 19:34 #7
Come è possibile che sia filtrata attraverso le maglie dell'informazione americana (AFP, Ansa, ADNKronos, washington post, New York Times, ecc) una notizia positiva sulla Russia?

Si vede che siamo in periodo di ferie e che i lacci si sono allentati tanto da fare passare una notizia che in altri giorni sarebbe stata censurata.

Prima che termino le ferie e si ritorni alle solite notizie esclusivamente negative sulla Russia, ci sono questi robot che circolano per Mosca e per i Campus USA:

https://www.youtube.com/watch?v=sJk6Fl-4bn0

https://www.youtube.com/watch?v=ZRJkWvcO4_4

queste sono invece in ambiente vero con tanta neve per la strada:
https://www.youtube.com/watch?v=c0qvqZXEMi8

Unrue28 Dicembre 2021, 09:25 #8
Originariamente inviato da: zappy
francamente troverei più sensato per loro usare autobus a metano.


Visti i prezzi attuali del metano, penso gli convenga di più venderlo.
zappy28 Dicembre 2021, 18:01 #9
Originariamente inviato da: Unrue
Visti i prezzi attuali del metano, penso gli convenga di più venderlo.

spero per loro e per noi che qualche autobus in più o in meno non causi ripercussioni sulle quantità... sarebbero messi male.
cmq se lo vendessero il prezzo scenderebbe e tornerebbe "normale"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^