Incentivi per i veicoli green a Milano: bella idea ma fondi insufficienti

Incentivi per i veicoli green a Milano: bella idea ma fondi insufficienti

Dotazione esigua, solo 1 milione di euro, per il fondo destinato all'acquisto di veicoli a basso impatto ambientale varati dal comune di Milano. I contributi sono disponibili fino all'esaurimento del fondo ma non oltre il 30 novembre.

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Tecnologia
 

Un mese fa il comune di Milano annunciava un piano di contributi per privati e imprese, volto a incentivare la sostituzione di vecchi veicoli con nuovi modelli a basso impatto ambientale. L'obiettivo è svecchiare il parco auto e moto circolante in città per contenere le immissioni inquinanti e la congestione del traffico. Una notizia molto interessante per i residenti nel capoluogo meneghino, ma come spesso accade, il diavolo sta nei dettagli. Il bando per accedere ai contributi destinati ai privati pubblicato nei giorni scorsi fa emergere un dettaglio non da poco, ossia la dotazione finanziaria del contributo, pari a 1 milione di euro.

"Ad esaurimento della dotazione finanziaria di € 1.000.000,00 il bando sarà chiuso anche anticipatamente rispetto alla scadenza del 30/11/2020. Una volta esaurita la disponibilità finanziaria il Comune di Milano comunicherà l'esaurimento delle risorse", si legge nel bando. Benché gli incentivi siano cumulabili con le agevolazioni concesse dallo Stato (qui le ultime novità in materia), e che ogni azione volta a far risparmiare i cittadini e migliorare l'aria della città sia lodevole, è chiaro che il fondo è tutto fuorché in grado di spingere a una rapida svolta green.

Gli incentivi sono destinati ai cittadini residenti a Milano, maggiorenni e senza limitazioni ISEE. Fra le altre novità inserite nel nuovo bando la possibilità per i privati di ottenere un contributo fino a 1.800 euro per l'acquisto di scooter elettrico e 1.500 euro per bici o cargo bike a pedalata assistita o a trazione elettrica, senza obbligo di rottamazione. Il contributo per lo scooter passa a 3mila euro in caso di rottamazione o per chi non possiede un veicolo da almeno quattro mesi. Per quanto riguarda le quattro ruote, i contributi arrivano a 9.600 euro per l'acquisto di un'auto elettrica, 6.000 euro per un'ibrida elettrica, 5.000 euro per un'auto alimentata a metano o GPL e ibrida metano o ibrida GPL, 4mila euro di contributo per l'acquisto di un'auto benzina Euro 6.

Facendo due rapidi calcoli, si parla di un fondo capace di agevolare l'acquisto di poco più di 100 veicoli elettrici, qualora si presentasse solo quella platea, ma ciò ovviamente non avverrà e quindi, sostanzialmente, il parco auto non vedrà quella grande operazione di rinnovamento che ci si aspettava inizialmente.

I contributi sono già disponibili ed è possibile presentare domanda per veicoli acquistati a partire dallo scorso 4 maggio. Per accedere ai contributi per l'acquisto di autoveicoli ibridi, elettrici, bifuel, benzina Euro 6, i privati devono contestualmente provvedere alla radiazione per demolizione di un veicolo per il trasporto persone nello specifico con alimentazione benzina fino a euro 2 incluso o diesel fino a Euro 5 incluso.

Per quanto riguarda le imprese, in attesa del bando, il comune fa sapere che le agevolazioni permetteranno di acquistare "fino a cinque veicoli commerciali o veicoli per il trasporto delle persone, dal furgoncino fino all'autocarro e dall'autovettura al pullman, diesel Euro 6 solo per i camion e i pullman (N2, N3 e M3), benzina Euro 6, GPL, metano, ibrido e elettrico. Per esempio, in caso di sostituzione di un furgone il contributo è tra i 5.500 e 18.000 euro a seconda della categoria e in caso di camion il contributo arriva fino a 21.000 euro. Sono inoltre previsti dei contributi per l'acquisto di scooter e cargobike ad alimentazione ibrida o elettrica". Insomma, anche nel caso delle imprese l'efficacia di questa misura riguarderà un pubblico molto, molto contenuto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Strato154109 Luglio 2020, 17:52 #1
Ancora non entra in testa a chi legifera che il popolo in massa non si fionderà a comprare delle utilitarie elettriche che grazie agli incentivi costano 20.000 euro invece di 30.000 ( o forse l'hanno ben capito così non saranno molti a spendere l'incentivo..).. In parlando di costi di gestione e acquisto un'auto a gpl o metano con 11-12 mila euro si compra e si è a posto, oppure per spendere anche meno un piccolo benzina... Questi sono i conti che fanno gli italiani, non le "pippe" mentali degli eco-friendly di pura facciata.
ing.leo10 Luglio 2020, 00:05 #2
Quindi se abitassi a Milano e avessi una vecchia auto da rottamare, potrei prendere una Skoda Citygo iv (in offerta a 19.900€) con 9.600€ di contributo cittadino più 10.000€ di bonus statale????
Totale 300€
marchigiano10 Luglio 2020, 00:37 #3
Originariamente inviato da: Strato1541
Questi sono i conti che fanno gli italiani, non le "pippe" mentali degli eco-friendly di pura facciata.


non è pura facciata, sono favori agli amici degli amici... gente benestante che compra auto da 50k e ristruttura prima e seconda casa sulle spalle della povera gente... ma la cosa bella è che questi politici sono talmente bravi da aver convinto la povera gente che è giusto fare incentivi per i ricchi
Mparlav10 Luglio 2020, 09:51 #4
Poche idee e molto confuse.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^