Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Microlino arriva in Italia grazie a Koelliker: due allestimenti, disponibili entro l'estate

Microlino arriva in Italia grazie a Koelliker: due allestimenti, disponibili entro l'estate

Il Gruppo Koelliker amplia ancora il suo portfolio di collaborazioni, portando in Italia Microlino. Lo strano caso della mini car elettrica prodotta in Italia, ma che in Italia non era disponibile

di pubblicata il , alle 16:53 nel canale Auto Elettriche
Micro Mobility SystemsKoelliker
 

Microlino è il nuovo quadriciclo elettrico, a due posti, ispirato alla mitica Isetta degli anni '50. Nato in Italia, ed ora costruito completamente nel nostro Paese, per via dei cambi di proprietà non era ancora ufficialmente disponibile sul nostro mercato.

Microlino infatti è di proprietà della svizzera Micro Mobility Systems, che la produce a La Loggia di Torino, utilizzando il 65% di componenti italiane, e fino al 90% se si allarga la provenienza all'Europa. Alla faccia dell'elettrico che favorisce i cinesi.

Microlino

Microlino tra poco sarà ordinabile anche in Italia, grazie al Gruppo Koelliker, di recente spesso impegnato nell'importazione di veicoli elettrici di vario tipo, e che ora aggiunge anche il noto quadriciclo al suo portfolio. In attesa di maggiori dettagli, sappiamo già che sarà possibile scegliere fra tre tagli di batteria, da 6, 10,5 o 14 kWh, sufficienti per autonomia compresa tra 91 e 230 km.

Il motore elettrico sarà invece sempre lo stesso, con 17 CV di potenza e 89 Nm di coppia, e con velocità massima di 90 km/h, come da normativa per il tipo di veicolo. Da sottolineare anche i 230 litri di capacità di carico del bagagliaio.

Gli allestimenti saranno due, denominati Dolce e Competizione. Non conosciamo ancora i prezzi italiani, ma quelli genericamente indicati sul sito ufficiale sono rispettivamente di 19.990 euro e 21.990 euro, probabile dunque che possano restare simile anche nel nostro mercato. Entro giugno ci sarà l'apertura degli ordini, con la disponibilità subito successiva.

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pasquale_196527 Marzo 2023, 16:59 #1
che meraviglia e soprattutto che prezzi convenienti correte a prenotare andranno a ruba
gabryp2227 Marzo 2023, 17:00 #2
Poca autonomia, motore non ne parliamo e sicurezza? Tutto questo quasi allo stesso prezzo della Dacia Spring, wow
nebuk27 Marzo 2023, 17:06 #3
20.000€
Vash_8527 Marzo 2023, 17:06 #4
L'ho visto sabato sera parcheggiato su un marciapiede dalle parti del Palalpitour di Torino (c'era il concerto di Ramazzotti), proprio lo stesso colore verde acqua e non era targato , mia moglie ha esclamato: "E che sto trabiccolo?"

Da vicino è carino ma imho veramente troppo costoso!
calabar27 Marzo 2023, 17:13 #5
Un veicolo dei genere potrebbe avere senso con un listino intorno ai cinquemila euro. Al prezzo di un'auto familiare direi che se lo possono tenere.
Paganetor27 Marzo 2023, 17:14 #6
be', si tratta chiaramente di un giocattolo per ricchi
huatulco27 Marzo 2023, 17:14 #7
"Alla faccia dell'elettrico che favorisce i cinesi". Perchè con questo trabiccolo facciamo concorrenza alla Cina? Mi scappa da ridere.
Notturnia27 Marzo 2023, 17:20 #8
Originariamente inviato da: huatulco
"Alla faccia dell'elettrico che favorisce i cinesi". Perchè con questo trabiccolo facciamo concorrenza alla Cina? Mi scappa da ridere.


Direi che con porcate simili incentiviamo le vendite cinesi non facciamo concorrenza..
A 20 mila euro un coso simile ?.. vado sull’usato e prendo una vettura vera..
randorama27 Marzo 2023, 17:22 #9
Link ad immagine (click per visualizzarla)

questo ce l'ha un vecchietto che abita vicino al mio ufficio.
demon7727 Marzo 2023, 17:33 #10
Ventimila euro????

RIDICOLO E SEMPLICEMENTE IMPROPOPNIBILE.
Sarebbe già da ridere se lo proponessero alla metà esatta del prezzo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^