Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Polestar 4 ufficialmente disponibile in Italia, caratteristiche e prezzi

Polestar 4 ufficialmente disponibile in Italia, caratteristiche e prezzi

La nuova vettura del marchio di Geely è ora disponibile globalmente in Europa, Italia compresa. Solo due versioni, con qualche pacchetto optional

di pubblicata il , alle 16:29 nel canale Auto Elettriche
 

Dopo l'apripista Polestar 2, e il SUV Polestar 3, è arrivato il momento anche per quella che il marchio definisce SUV coupé, cioè Polestar 4. Una vettura dalle dimensioni importanti, con un passo che sfiora i 3 metri, e una lunghezza di 4,84 metri.

Il marchio svedese, parte del Gruppo Geely, ha deciso di semplificare la proposta, con solo due versioni, almeno per il momento, con una Long Range a singolo motore, oppure Long Range doppio motore AWD. Nel primo caso la Polestar 4 ha una potenza di 200 kW, con 343 Nm di coppia, e un obiettivo preliminare di autonomia fino a 610 km WLTP.

Polestar 4

Con la top di gamma si sale a 400 kW di potenza, 686 Nm di coppia, entrambi l'esatto doppio della versione base, mentre l'autonomia cala in conseguenza del consumo maggiore, fermandosi a una previsione di 580 km WLTP. In entrambi i casi la batteria ha 100 kWh di capacità. Per la dual motor sono disponibili anche sospensioni semi attive, e la misura degli pneumatici varia da 20" a 22".

La ricarica offre una potenza massima di 200 kW in DC, e 22 kW in AC, con la presa che offre la funzionalità Vehicle-To-Load, per erogare elettricità verso apparecchiature esterne. Di serie anche la pompa di calore, che si occupa della climatizzazione dell'abitacolo e della batteria.

Polestar 4

All'interno spicca il display da 15,4", su cui gira Android Automotive OS, con Google integrato, inclusi Google Assistant, Google Maps e Google Play. In opzione l'abitacolo può essere impreziosito dall'impianto audio Harman Kardon, con 12 altoparlanti e un amplificatore ibrido a canale da 1.400 watt. Due altoparlanti aggiuntivi per poggiatesta sono aggiunti ad ogni sedile anteriore con l'optional Nappa Pack, portando il totale a 16. Di base, è inclusa la connessione wireless Apple CarPlay.

Polestar 4

Da vera ammiraglia, Polestar 4 si distingue anche per la dotazione ADAS. L'ambiente circostante è rilevato e ricostruito da dodici telecamere, un radar e dodici sensori a ultrasuoni. La strumentazione è visualizzata con un display dietro il volante da 10,2", ma è possibile avere anche l'Head-up-Display, con un'area di proiezioni pari a 14,7". Manca il lunotto posteriore, ma lo specchietto retrovisore è in realtà un display HD, che mostra le immagini rilevate da una videocamera montata sul tetto, con un campo visivo ben più ampio rispetto a quello classico.

Polestar 4

I prezzi italiani, inclusa IVA e consegna, sono di 66.900 euro per la Single Motor, e 73.900 euro per la Dual Motor. In opzione si può avere il Pilot Pack, che include il potenziato Pilot Assist con assistenza al cambio di corsia, per 1.500 euro. Per 5.500 euro c'è il Plus Pack, con upgrade di comfort e tecnologia, mentre per 2.000 euro il Pro Pack aggiunge cerchi da 21 pollici e sottili dettagli di design. Infine, il Performance Pack, disponibile solo per la Dual Motor, aumenta le prestazioni con cerchi da 22", freni Brembo a 4 pistoncini, messa a punto del telaio Polestar Engineered e dettagli in Swedish gold per i freni, le cinture di sicurezza e i tappi delle valvole. Tutte le opzioni possono essere visualizzate nel configuratore online.

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gabryp2231 Gennaio 2024, 16:46 #1

Cerchi sempre più grandi per cosa?

Ma perché tutte le case automobilistiche si ostinano a fare i cerchi delle vetture sempre più grandi? Tra un po' arriviamo ad avere cerchi che troviamo su mezzi pesanti su delle semplice auto (mezzi pesanti = autobus). Per curiosità sono andato a vedermi le caratteristiche uno degli ultimi autobus Mercedes, l'eCitaro, e monta cerchi da 22.5, ok, avrà anche 6 ruote, ma pesa anche 20 tonnellate, a cosa servono cerchi da 22 su delle auto?
Sig. Stroboscopico31 Gennaio 2024, 16:54 #2
Serve perchè alla gente piace.
Chi va a prendersi un'auto da 70.000 euro la prende come gli piace e le case automobilistiche gliela fanno.
Che il mezzo sia intelligente non importa a quasi nessuno.
cagnaluia31 Gennaio 2024, 17:05 #3
Originariamente inviato da: gabryp22
Ma perché tutte le case automobilistiche si ostinano a fare i cerchi delle vetture sempre più grandi? Tra un po' arriviamo ad avere cerchi che troviamo su mezzi pesanti su delle semplice auto (mezzi pesanti = autobus). Per curiosità sono andato a vedermi le caratteristiche uno degli ultimi autobus Mercedes, l'eCitaro, e monta cerchi da 22.5, ok, avrà anche 6 ruote, ma pesa anche 20 tonnellate, a cosa servono cerchi da 22 su delle auto?


per frenare...
TheDarkAngel31 Gennaio 2024, 17:08 #4
Originariamente inviato da: gabryp22
Ma perché tutte le case automobilistiche si ostinano a fare i cerchi delle vetture sempre più grandi? Tra un po' arriviamo ad avere cerchi che troviamo su mezzi pesanti su delle semplice auto (mezzi pesanti = autobus). Per curiosità sono andato a vedermi le caratteristiche uno degli ultimi autobus Mercedes, l'eCitaro, e monta cerchi da 22.5, ok, avrà anche 6 ruote, ma pesa anche 20 tonnellate, a cosa servono cerchi da 22 su delle auto?


Non servono a nulla ed anzi peggiorano tutto ma sono semplicemente più belli per come è fatto il design delle auto del 2024.
MIKIXT31 Gennaio 2024, 17:10 #5
Originariamente inviato da: gabryp22
Ma perché tutte le case automobilistiche si ostinano a fare i cerchi delle vetture sempre più grandi? Tra un po' arriviamo ad avere cerchi che troviamo su mezzi pesanti su delle semplice auto (mezzi pesanti = autobus). Per curiosità sono andato a vedermi le caratteristiche uno degli ultimi autobus Mercedes, l'eCitaro, e monta cerchi da 22.5, ok, avrà anche 6 ruote, ma pesa anche 20 tonnellate, a cosa servono cerchi da 22 su delle auto?


Essenzialmente per estetica, le auto odierne sono enormi, mastodontiche ed alte da terra, con cerchi piccoli risulterebbero ancora più ridicole.

Se osservi le concept car ed i bozzetti dei designer (fatti su carta o in digitale che siano), le ruote sono l'elemento principale e sono sempre di diametro imponente.

Come sempre più spesso accade il design si scontra con l'efficienza meccanica, l'economia di esercizio e la funzionalità.

Per ultimo ci sarebbe il discorso freni, con cerchi più grandi si possono alloggiare dischi e pinze più grandi, ma con padelle del genere il discorso è ampiamente superato.
megthebest31 Gennaio 2024, 17:12 #6
Originariamente inviato da: cagnaluia
per frenare...


e spendere 1000€ a pneumatico
fukka7531 Gennaio 2024, 17:56 #7
Molto bella
Notturnia31 Gennaio 2024, 19:33 #8
fuori è carina.. ricorda una e-tron sportback in "piccolo"

dentro è povera a vedere le foto qui sopra.. 70 mila euro e neanche un tettuccio apribile ? spero almeno nella tendina interna..

detto questo è carina ma non capisco una cosa.. che cos'è un "obiettivo PRELIMINARE di autonomia" ?... sono auto in vendita come avevo intuito dai prezzi o sono ancora bozzetti dove pensano ad un'autonomia teorica ?

cagnaluia31 Gennaio 2024, 21:34 #9
Originariamente inviato da: megthebest
e spendere 1000€ a pneumatico


costa 70k... cosa vuoi che gliene freghi del pneumatico
nosio01 Febbraio 2024, 06:01 #10
Originariamente inviato da: gabryp22
Ma perché tutte le case automobilistiche si ostinano a fare i cerchi delle vetture sempre più grandi? Tra un po' arriviamo ad avere cerchi che troviamo su mezzi pesanti su delle semplice auto (mezzi pesanti = autobus). Per curiosità sono andato a vedermi le caratteristiche uno degli ultimi autobus Mercedes, l'eCitaro, e monta cerchi da 22.5, ok, avrà anche 6 ruote, ma pesa anche 20 tonnellate, a cosa servono cerchi da 22 su delle auto?


per fare ruote più grandi e avere un confort migliore.
una ruota di maggiore diametro "ammortizza" meglio le disconnessioni della strada, semplicemente perchè non entra nelle buche.
offre poi una impronta maggiore longitudinalmente, potendola fare più stretta e riuscendo ad ammortizzare meglio anche eventuali piccoli dossi.
certo che se poi ti montano pneumatici /30, allora il cerchio te lo giochi alla prima buca.

per i fuoristrada questo si traduce in maggior altezza da terra e angoli di attacco maggiori.

in italia, con le strade post fibra, non funzionano nemmeno le 28", comunque...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^