Ricarica wireless da 500 kW e temperature sotto zero: parte il test sull'efficienza

Ricarica wireless da 500 kW e temperature sotto zero: parte il test sull'efficienza

La divisione WAVE di Ideanomics ha perfezionato diversi pad wireless in grado di erogare fino a 500 kW di potenza, che sono già stati installati a Los Angeles: l'azienda ha però deciso di testare i limiti della sua tecnologia anche in condizioni di freddo estremo

di pubblicata il , alle 17:45 nel canale Auto Elettriche
 

Il settore delle soluzioni di ricarica per auto elettriche ha sempre vagliato diverse strategie, a volte messe in campo dalla stessa casa automobilistica (l'esempio migliore in questo senso sono le stazioni di scambio dei pacchi batteria di NIO), altre dai fornitori dei servizi di ricarica o dalle aziende che producono stalli e wall box (i primi per la ricarica pubblica, le seconde per quella domestica).

Ad oggi il metodo più diffuso per caricare un'auto elettrica vede l'utilizzo di un cavo (Tipo 2, CCS, CHAdeMO e nel prossimo futuro NACS) per collegare la vettura alla colonnina o alla wall box, ma diversi attori si stanno muovendo verso la tecnologia senza fili (o cavi, in questo caso) vista come più comoda e sicura rispetto a quella attuale.

L'ostacolo più grande, al momento, potrebbe essere la dispersione dell'energia che, se è fisiologica in qualsiasi tipo di trasmissione, nel caso del wireless raggiunge percentuali importanti, ma la ricerca sembra aver già superato questo limite, come sostenuto dall'Università svedese Chalmers.

A Los Angeles, la divisione WAVE di Ideanomics ha installato da alcuni mesi pad di ricarica che, comunicando con quello posto sul fondo del veicolo elettrico, trasmette energia elettrica a potenza variabile a seconda della postazione scelta: nel porto di Long Beach e nel porto di Los Angeles, infatti, sono presenti diversi pad, con potenza da 125 kW, 250 kW, 380 kW e persino 500 kW.

Ricarica Wireless auto elettriche

Il successo delle postazioni di Los Angeles ha spinto WAVE a voler testare la medesima tecnologia anche in situazione climatiche opposte, ovvero a temperature sotto lo zero; in queste circostanze, secondo l'azienda, la ricarica senza fili permetterebbe all'autista di un camion di restare dentro la cabina, senza rischiare di scivolare a causa del ghiaccio in strada.

Il progetto ha ricevuto il sostegno del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti (DoE) tramite una sovvenzione di 8,4 milioni di dollari: il pad da 500 kW è attualmente in fase di implementazione presso una filiale di Venture Logistics sita nel Midwest. Il termine dei lavori è previsto per la fine del trimestre e, una volta avviata la struttura, il pad verrà utilizzato da due semirimorchi elettrici di Classe 8 di Venture.

Ricarica Wireless auto elettriche

I CEO di entrambe le società sono concordi nel ritenere preferibile un sistema di ricarica wireless, in condizioni di freddo estremo, rispetto al tradizionale cavo, e guardando alla sperimentazione con interesse ed ottimismo.

"Il nostro progetto dimostrativo con Venture Logistics dimostrerà che per i veicoli medi e pesanti che richiedono operazioni continue e necessitano di infrastrutture di ricarica, la ricarica wireless è la soluzione più efficace su larga scala", ha affermato Robin Mackie, COO di Ideanomics, la società madre di WAVE. "Dimostreremo che i veicoli pesanti elettrici possono funzionare ininterrottamente, ricaricandosi durante le loro operazioni regolari".

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor17 Gennaio 2024, 17:55 #1
Io però mi chiedo come si faccia a gestire simili potenze così "facilmente"... Parlavo con tecnici di aziende produttrici di cavi, mi spiegavano che oltre certi amperaggi devono raffreddarli a liquido se no si scaldano troppo. Come è è possibile trasferire in modalità wireless simili potenze senza "cuocere" quello che c'è nelle immediate vicinanze?
TorettoMilano17 Gennaio 2024, 17:58 #2
ormai ci siamo, la ricarica wireless mi intrippa un casino
gd350turbo17 Gennaio 2024, 18:06 #3
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Dimostreremo che i veicoli pesanti elettrici possono funzionare ininterrottamente, ricaricandosi durante le loro operazioni regolari".


A questo ci posso credere senza difficoltà, un camion che fa sempre un determinato percorso, tipo cava<->industria è facile da elettrizzare...
Un autostrada è più difficile e non di poco !
berson17 Gennaio 2024, 18:10 #4
Originariamente inviato da: Paganetor
Io però mi chiedo come si faccia a gestire simili potenze così "facilmente"... Parlavo con tecnici di aziende produttrici di cavi, mi spiegavano che oltre certi amperaggi devono raffreddarli a liquido se no si scaldano troppo. Come è è possibile trasferire in modalità wireless simili potenze senza "cuocere" quello che c'è nelle immediate vicinanze?


Per i cavi aumentando il voltaggio.
Strato154117 Gennaio 2024, 19:29 #5
Fino a quando restano studi , valgono come "tesine" di fine anno...
Inoltre vorrei far focalizzare l'attenzione sul campo elettromagnetico creato da sistemi simili, tutti preoccupati per le antenne 5G, per i cavi dell'alta tensione ( passato di moda quasi) ma non di avere un PAD da 500kW sotto il sedere...
Tutto questo perchè la tecnologia attuale delle batterie è inadeguata ma spinta...
Notturnia17 Gennaio 2024, 20:33 #6
dalla foto sembra che si parli di un porto.. con rotte prestabilite.. li si la vedo la ricarica wireless in modo da evitare perdite di tempo imbarazzanti come le ricariche via filo.. ma parliamo di pochi km di tracciati da fare..

certo che 500 kW è una follia se si parla di singolo induttore.. se invece si parla di una tratta allora è diverso ma sempre folle è.

c'è chi non vuole cavi dietro al comodino quando dorme e poi vai di potenze mostruose sotto ai piedi..

efficienza ovviamente inferiore a quella via cavo e tutto per vendere di più..
Opteranium18 Gennaio 2024, 04:41 #7
Originariamente inviato da: Strato1541
Inoltre vorrei far focalizzare l'attenzione sul campo elettromagnetico creato da sistemi simili, tutti preoccupati per le antenne 5G, per i cavi dell'alta tensione ( passato di moda quasi) ma non di avere un PAD da 500kW sotto il sedere..

i campi elettromagnetici dell'auto elettrica sono Buoni e Giusti, non lo sapevi?
Yellowstone197718 Gennaio 2024, 08:27 #8
A me fa paura leggere 500 kW ... è tanta roba ! cosi come sono potenzialmente molti i danni collaterali. Boh ... l'elettrico è proprio una ossessione : sta distruggendo l'economia, sta creando problemi a più non posso, ancora non è chiaro se e quanto sia green ... eppure pare un imperativo.

ma possibile che con tutti gli aerei, camion, navi che inquinano a dismisura, pare che 4 automobiline europee possano salvare il pianeta ? Accidente che coglionazzi che siamo noi europei
gd350turbo18 Gennaio 2024, 08:55 #9
Originariamente inviato da: Strato1541
Fino a quando restano studi , valgono come "tesine" di fine anno...
Inoltre vorrei far focalizzare l'attenzione sul campo elettromagnetico creato da sistemi simili, tutti preoccupati per le antenne 5G, per i cavi dell'alta tensione ( passato di moda quasi) ma non di avere un PAD da 500kW sotto il sedere...
Tutto questo perchè la tecnologia attuale delle batterie è inadeguata ma spinta...


Quello che ho sempre detto !

persone che fanno la petizione per far togliere la cella telefonica distante 1 km, che magari non vogliono il wifi in casa, poi non vedono l'ora di sedersi a pochi centimetri da un generatore ad alta frequenza da mezzo megawatt !

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^