Tesla, aggiornamenti per le proprie batterie: nel mirino un costo di produzione sotto i 100 $ per kWh

Tesla, aggiornamenti per le proprie batterie: nel mirino un costo di produzione sotto i 100 $ per kWh

Il modello Tesla attualmente in produzione, ovvero la Model 3, adotta pacchi batterie caratterizzate da celle di tipo 2170, introdotte circa due anni fa e sviluppate da una partnership tra la stessa Tesla e Panasonic, ora in vista aggiornamenti sia per quanto riguarda la costruzione del pacco batterie sia per la struttura della singola cella

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Tecnologia
TeslaTeslaPanasonic
 

Tesla continua il suo percorso verso l'ottimizzazione del processo produttivo delle proprie auto, con scopo ultimo di offrire, di anno in anno, le migliori soluzioni tecniche possibili nell'ambito della trazione elettrica, provare a contenere i costi per attirare l'attenzione di nuove fasce di utenti ed avere sempre più margine di guadagno.

Uno degli aspetti principali di un'auto elettrica, se non attualmente il più importante e gravoso per quanto riguarda costo, peso ed autonomia, è sicuramente il sistema di accumulo a bordo dell'energia elettrica, in altre parole la batteria, componente essenziale per far funzionare tutti i sistemi della vettura, motori elettrici in primis: il modello Tesla attualmente in produzione, ovvero la Model 3, adotta pacchi batterie caratterizzate da celle di tipo 2170, introdotte circa due anni fa e sviluppate da una partnership tra la stessa Tesla e Panasonic.

Ora sembra che all'orizzonte ci possa essere uno step evolutivo di questa tecnologia, che potrebbe portare netti miglioramenti per quanto riguarda peso, prestazioni e costo di produzione; recentemente Elon Musk ha parlato di un nuovo modulo e pacco batteria già praticamente pronto, ma non si era mai accennato ad un aggiornamento significativo della struttura delle singole celle:

"Abbiamo creato un nuovo design per il nostro pacco batterie con le stesse performance di quello attuale, ma più leggero e più economico, e sarà pronto verso la fine di quest'anno. Ciò contribuirà a rendere la Model 3 più leggera e più economica."

Invece, tramite un'intervista con la CNBC, Jerome Guillen, attuale President of Automotive di Tesla, ha dichiarato che è in sviluppo un vero e proprio nuovo tipo di celle: "Stiamo migliorando il design della cella. Il design della cella non è congelato. Si evolve e abbiamo una buona tabella di marcia per importanti miglioramenti tecnologici per i prossimi anni."

Quindi sì un'ottimizzazione dell'attuale pacco batterie, ma in vista c'è anche un'aggiornamento delle celle, loro principale componente, con queste due evoluzioni Tesla punta ad uno degli obiettivi più importanti per riuscire ad imporsi maggiormente sul mercato, ovvero abbassare il costo delle batterie, provando a scendere sotto al valore di 100 $ per kWh, distaccando maggiormente gli altri produttori di batterie attualmente fermi sui 300 $ per kWh.

Jerome Guillen ritiene che la società sia in grado di raggiungere tale quota entro la fine di quest'anno, a patto che i prezzi delle materie prime che rimangano stabili nei prossimi mesi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^