Clamoroso nuovo piano Ferrari: si punta al 40% di elettriche pure. Motori elettrici fatti in casa e nuovo e-building

Clamoroso nuovo piano Ferrari: si punta al 40% di elettriche pure. Motori elettrici fatti in casa e nuovo e-building

Ferrari rompe gli indugi, e nel comunicato dei risultati finanziari svela il nuovo piano industriale: ibride ed elettriche in massa, nuovi reparti interni per l'elettrico e nuovo stabilimento dedicato

di pubblicata il , alle 15:37 nel canale Auto Elettriche
Ferrari
 

Per parecchio tempo il management Ferrari ha preso tempo ma, anche con l'Europa che ha deciso di inserire una clausola "salva Motor Valley" nel divieto di auto termiche nel 2035, ora forse non poteva più attendere, e finalmente ha rotto gli indugi. Durante il Ferrarti Capital Market Day sono stati svelati i nuovi piani, che puntano con forza sull'elettrificazione, con un crescendo al passare degli anni.

La prima parte dei nuovi piani include il periodo tra il 2023 e il 2026, in cui vedremo 15 nuovi lanci. Non si tratta però di modelli tutti nuovi, poiché in questo numero sono incluse anche one-off e versioni speciali. Quel che però è certo, è che entro il 2026 Ferrari vuole avere una quota vendite divisa in 40% endotermico, e già il 60% sommando ibrido ed elettrico, con la prima full electric confermata per il 2025.

Ferrari

Fino al 2026 la quota di elettrico puro non è specificata, ma Ferrati si sbilancia maggiormente negli anni a seguire. Entro il 2030 si scenderà a solo il 20% di motori termici, 40% ibridi, e ben il 40% di elettrico. Andando a ragionare sulle singole tecnologie, il motore termico continuerà come tradizione del marchio, e per i clienti che vorranno continuare su quella strada, nonostante i divieti. L'ibrido invece è visto come un'ottima soluzione per aumentare le prestazioni, e sfruttare al meglio l'esperienza odierna nel mondo del corse, con particolare riferimento alla Formula 1. Infine l'elettrico verrà sviluppato cercando di mantenere i punti saldi di Ferrari, ovvero unicità del marchio e precisione nella produzione.

Ferrari

Proprio per questo ultimo punto, la casa italiana non farà man bassa di componenti disponibili sul mercato, ma andrà a sviluppare e produrre da sé anche i motori elettrici. Proprio per questo cambierà anche lo stabilimento di Maranello, che vedrà l'aggiunta dell'e-building, di cui si era vociferato giorni fa. La nuova fabbrica sarà il cuore della produzione di motori elettrici, inverter e batterie, che verranno assemblate a mano, con celle al litio acquisite dai migliori fornitori, ed infine assemblate nei telai studiati per ridurre il più possibile il peso della vettura.

Il Cavallino Rampante guarda anche alla decarbonizzazione delle attività, e cercherà di raggiungerla tramite tre interventi distinti. Verrà introdotto l'uso del biometano per la generazione di energia, per una potenza di 77 MW, in accoppiata con nuovi impianti fotovoltaici per un totale di 37 MW. Parallelamente verrà installato anche un sistema di fuel cell a idrogeno per 1 MW. Considerando che l'elettricità comprata da Ferrari è già certificata 100% da fonti rinnovabili, si stima una decarbonizzazione completa delle attività entro il 2030.

207 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TorettoMilano17 Giugno 2022, 15:40 #1
attendo le polemiche sulle ferrari senza brum brum
Opteranium17 Giugno 2022, 15:47 #2
non polemiche, solo tristezza, vedere un marchio del genere piegato da normative scellerate.
La proroga di un anno allo stop dei motori fa ridere, tutti l'hanno battezzata "salva motor valley", ma cosa salva? Facevano prima a uniformarsi e ciao, tanto che sia il '35 o '36 non cambia nulla.
E non venitemi a raccontare che quelle poche migliaia di lamborghini o ferrari prodotte ogni anno, che faranno si e no 3000 km ciascuna, hanno un ruolo nell'inquinamento
Massimiliano Zocchi17 Giugno 2022, 15:51 #3
Originariamente inviato da: Opteranium
non polemiche, solo tristezza, vedere un marchio del genere piegato da normative scellerate.
La proroga di un anno allo stop dei motori fa ridere, tutti l'hanno battezzata "salva motor valley", ma cosa salva? Facevano prima a uniformarsi e ciao, tanto che sia il '35 o '36 non cambia nulla.
E non venitemi a raccontare che quelle poche migliaia di lamborghini o ferrari prodotte ogni anno, che faranno si e no 3000 km ciascuna, hanno un ruolo nell'inquinamento


Io onestamente questa polemica fatico proprio a comprenderla. Ma a te interessa che l'auto faccia rumore o che abbia grandi prestazioni? Il motore termico è complicatissimo, non si può spremere praticamente più nulla, e genera solo problemi e difficoltà. L'elettrico anche per i grandi marchi è una opportunità storica, per cambiare e migliorare ancora, puntando a restare i migliori, cosa non facile. Qualsiasi pilota con cui ho parlato, pilota vero, non della domenica, mi ha detto questo: "quando ti siedi al volante non importa nulla del rumore, o come funziona il motore, ti importa solo la prestazione e come si guida il veicolo". E tutti erano contenti dell'elettrico.
agonauta7817 Giugno 2022, 15:53 #4
Il fatto che le abbiano a listino non significa che le venderanno. Tutto marketing. Il cliente tipo non bada a spese e guadagna stipendi a 6 zeri,magari di auto millionaire ne ha una decina in garage, tutte rigorosamente a combustione
ninja75017 Giugno 2022, 15:56 #5
Originariamente inviato da: Massimiliano Zocchi
Ma a te interessa che l'auto faccia rumore o che abbia grandi prestazioni?


l'auto sportiva deve pesare il meno possibile, le batterie hanno un'incidenza troppo alta

troppi kg vuol dire dinamica di guida penosa, semplificando
Massimiliano Zocchi17 Giugno 2022, 15:58 #6
Originariamente inviato da: agonauta78
Il fatto che le abbiano a listino non significa che le venderanno. Tutto marketing. Il cliente tipo non bada a spese e guadagna stipendi a 6 zeri,magari di auto millionaire ne ha una decina in garage, tutte rigorosamente a combustione


Le quote indicate sono di vendita, non di produzione, quindi dovranno venderle. Ma hai visto, ad esempio, che fine hanno fatto tutte le Rimac prodotte? Esaurite prima ancora di metterle a listino.
megthebest17 Giugno 2022, 16:00 #7
Originariamente inviato da: Massimiliano Zocchi
Io onestamente questa polemica fatico proprio a comprenderla. Ma a te interessa che l'auto faccia rumore o che abbia grandi prestazioni? Il motore termico è complicatissimo, non si può spremere praticamente più nulla, e genera solo problemi e difficoltà. L'elettrico anche per i grandi marchi è una opportunità storica, per cambiare e migliorare ancora, puntando a restare i migliori, cosa non facile. Qualsiasi pilota con cui ho parlato, pilota vero, non della domenica, mi ha detto questo: "quando ti siedi al volante non importa nulla del rumore, o come funziona il motore, ti importa solo la prestazione e come si guida il veicolo". E tutti erano contenti dell'elettrico.


Non capisco che prestazioni servano per stare imbottigliati nel traffico, GRA, Tangenziali o stare nei limiti dei 130km/h in autostrada.
Non siamo tutti piloti che cercano le prestazioni, siamo normali cittadini che devono trovare il miglior compromesso per il tragitto casa-lavoro, per lo svagio, compatibilmente con il portafogli.
Ovvio che chi acquista Ferrari non fa questi ragionamenti, ma credo che a quel tipo di utenza interessi davvero 0 avere un motore termico o elettrico..
Massimiliano Zocchi17 Giugno 2022, 16:00 #8
Originariamente inviato da: ninja750
l'auto sportiva deve pesare il meno possibile, le batterie hanno un'incidenza troppo alta

troppi kg vuol dire dinamica di guida penosa, semplificando


E come fai a saperlo che ancora non l'hanno prodotta?
Opteranium17 Giugno 2022, 16:02 #9
Originariamente inviato da: Massimiliano Zocchi
Io onestamente questa polemica fatico proprio a comprenderla. Ma a te interessa che l'auto faccia rumore o che abbia grandi prestazioni? Il motore termico è complicatissimo, non si può spremere praticamente più nulla, e genera solo problemi e difficoltà. L'elettrico anche per i grandi marchi è una opportunità storica, per cambiare e migliorare ancora, puntando a restare i migliori, cosa non facile. Qualsiasi pilota con cui ho parlato, pilota vero, non della domenica, mi ha detto questo: "quando ti siedi al volante non importa nulla del rumore, o come funziona il motore, ti importa solo la prestazione e come si guida il veicolo". E tutti erano contenti dell'elettrico.

per chi si diverte a fare lo 0-100 forse, per chi vuole guidare la zavorra delle batterie è solo un male.
E comunque ripeto: poche migliaia di macchine che fanno pochi kilometri. Impatto ambientale ZERO, potevano tranquillamente esonerarle dall'obbligo. Ma ormai l'UE è peggio di Don Chisciotte
Originariamente inviato da: ninja750
l'auto sportiva deve pesare il meno possibile, le batterie hanno un'incidenza troppo alta

troppi kg vuol dire dinamica di guida penosa, semplificando

esatto
Massimiliano Zocchi17 Giugno 2022, 16:02 #10
Originariamente inviato da: megthebest
Non capisco che prestazioni servano per stare imbottigliati nel traffico, GRA, Tangenziali o stare nei limiti dei 130km/h in autostrada.
Non siamo tutti piloti che cercano le prestazioni, siamo normali cittadini che devono trovare il miglior compromesso per il tragitto casa-lavoro, per lo svagio, compatibilmente con il portafogli.
Ovvio che chi acquista Ferrari non fa questi ragionamenti, ma credo che a quel tipo di utenza interessi davvero 0 avere un motore termico o elettrico..


Hai perfettamente ragione, ma quando si parla di queste cose diventano tutti grandi piloti, per guidare non si sa dove. E poi ogni tre per due trovi una Ferrari schiantata da qualche parte, magari coinvolgendo dei poveracci che passavano di lì per caso

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^