Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

STLA Small, la nuova piattaforma Stellantis esordirà con la Peugeot e-208

STLA Small, la nuova piattaforma Stellantis esordirà con la Peugeot e-208

Il passaggio alla nuova piattaforma dedicata si concretizzerà nel 2026, nello stabilimento di Saragozza, dove vedrà la luce anche la Opel Corsa elettrica di nuova generazione

di pubblicata il , alle 12:13 nel canale Auto Elettriche
Stellantis
 

Stellantis produrrà tutta la gamma futura sulle piattaforme STLA, a loro volta differenziate in base alle dimensioni dei vari segmenti di riferimento. Per le vetture più compatte la soluzione deputata è la STLA Small, che secondo la testata spagnola La Tribuna de Automoción esordirà con la prossima generazione della Peugeot e-208.

Il media cita fonti affidabili, che specificano anche che lo stabilimento sarà lo stesso che si occupa già ora della piccola francese, ovvero quello di Saragozza. Secondo la ricostruzione, la nuova produzione partirà nel dicembre 2026, a cui farà seguito, nel maggio 2027, quella della Opel Corsa Electric.

STLA Small

Contemporaneamente a Vigo, l'altro stabilimento Stellantis spagnolo, si partirà con la nuova Peugeot E-2008, a settembre 2027. Notizie che combaciano con varie informazioni che erano già circolate negli anni scorsi, ma che ora sono suffragate anche da numeri, sempre riportati da La Tribuna de Automoción. Il report indica una produzione di 335.000 esemplari nel 2028, sommando 150.000 Opel Corsa e 185.000 Peugeto e-208. I numeri in realtà conteggiano anche le versioni termiche, che si suppone saranno però una minima parte.

Sempre entro il 2028, la Peugeot E-2008 dovrebbe invece arrivare a 182.000 esemplari, puntando sempre sulla fame del mercato per i B-SUV. Una produzione che quindi si avvicinerebbe ai numeri annuali attuali, senza considerare però che la stessa fabbrica diventerà ora la casa anche della nuova Lancia Ypsilon. C'è quindi la possibilità che la nuova vettura del marchio italiano venga spostata proprio in uno stabilimento italiano, ma al momento si tratta solo di congetture.

C'è anche un fattore esterno che potrebbe far crollare tutta questa ricostruzione. Stellantis sta ancora discutendo con il governo spagnolo l'importo dei sussidi, ed in caso di dissensi tutto il piano potrebbe essere modificato.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor08 Febbraio 2024, 13:13 #1
Viste così sono anche belle (al netto poi dei gusti personali).
I problemi sono 3: il costo, l'autonomia reale e la possibilità di ricarica dei singoli possessori (non tutti hanno la comodità di avere un garage con elettricità a uso proprio)
paolo cavallo08 Febbraio 2024, 14:16 #2
Io deluso dalla mia pegeout 208 che dopo pochi mesi ho deciso di cambiare, per cambio che si impunta nel cambio marce, sterzo poco preciso, ch occupa anche la visuale del quadro strumenti e lascia pochissimo spazio per le gambe a persone di oltre 1.80 mt come mè.... frizione che stacca solo a fine corsa e a volte ti porta a grattare, morale della favola.... voto dopo pochi mesi di utilizzo 5/10 mai piu una pegeout
io78bis08 Febbraio 2024, 16:06 #3
Originariamente inviato da: paolo cavallo
Io deluso dalla mia pegeout 208 che dopo pochi mesi ho deciso di cambiare, per cambio che si impunta nel cambio marce, sterzo poco preciso, ch occupa anche la visuale del quadro strumenti e lascia pochissimo spazio per le gambe a persone di oltre 1.80 mt come mè.... frizione che stacca solo a fine corsa e a volte ti porta a grattare, morale della favola.... voto dopo pochi mesi di utilizzo 5/10 mai piu una pegeout


Caspita.
Durante il test drive non erano emersi questi problemi?
io78bis08 Febbraio 2024, 16:09 #4
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Stellantis sta ancora discutendo con il governo spagnolo l'importo dei sussidi


Veramente dei ricattatori, forza Cina
zappy08 Febbraio 2024, 16:27 #5
Originariamente inviato da: io78bis
Veramente dei ricattatori, forza Cina

non è certo un modus operandi solo di stellantis, ma di TUTTE le multinazionali che nei decenni sono state lasciate sempre più libere di fare tutto quello che volevano: dal pretendere sussiidi al portare la sede fiscale dove fa comodo, dal chiedere soldi per fare le fabbriche alla cassa integrazione.

vedi per es. Intel che per decidere dove mettere gli stabilimenti europei si basa su quanto gli danno gli Stati candidati.

è un problema generale.
Roby_n_ball09 Febbraio 2024, 10:10 #6
ho una e208 da 4 anni. Un giocattolo bello e divertente, ma poco efficiente e spazioso, d'altro è una elettrificata e non una elettrica. Condividere piattaforme come ha fatto Stellantis per l'elettrico ha solo degli svantaggi. Credo che tornerò a Stellantis solo quando avranno progettato auto elettriche. Ho una KIA ev6 che è stata disegnata per essere una elettrica e si vedono tutte le differenze con la Peugeot anche a dispetto della differenza di classe. Proprio per la sua maggior leggerezza mi sarei aspettato una maggiore efficienza, ma invece l'efficienza è tutta dalla parte della EV6. Peccato in Europa siamo molto indietro in questo campo.
zappy10 Febbraio 2024, 11:57 #7
Originariamente inviato da: Roby_n_ball
ho una e208 da 4 anni. Un giocattolo bello e divertente, ma poco efficiente e spazioso, d'altro è una elettrificata e non una elettrica. Condividere piattaforme come ha fatto Stellantis per l'elettrico ha solo degli svantaggi. Credo che tornerò a Stellantis solo quando avranno progettato auto elettriche. Ho una KIA ev6 che è stata disegnata per essere una elettrica e si vedono tutte le differenze con la Peugeot anche a dispetto della differenza di classe. Proprio per la sua maggior leggerezza mi sarei aspettato una maggiore efficienza, ma invece l'efficienza è tutta dalla parte della EV6. Peccato in Europa siamo molto indietro in questo campo.

cioè tipo cosa?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^