Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Tesla, tanti nuovi Supercharger in Islanda, grazie a un accordo con un distributore di carburante

Tesla, tanti nuovi Supercharger in Islanda, grazie a un accordo con un distributore di carburante

Tesla è il marchio più venduto in Islanda, ed ora supporterà i suoi clienti con una rete di ricarica più che triplicata

di pubblicata il , alle 12:19 nel canale Soluzioni di ricarica
Tesla
 

In Islanda le auto elettriche sono molto popolari. L'isola è relativamente piccola, ed anche i modelli con autonomia modesta possono servire da prime auto di famiglia. Non solo, in Islanda quasi tutta l'energia elettrica è prodotta da fonti rinnovabili, rendendo le auto a batteria ancora più sostenibili come gestione e come impatto ambientale.

Tesla è il marchio più venduto nel Paese del nord, con una quota del 20% del mercato raggiunta nel 2023, e con la Model Y ha interrotto il record di vendite di un altro modello, che perdurava da 35 anni. Proprio per meglio supportare questa popolarità, Tesla ha deciso di ampliare la rete di ricarica Supercharger in Islanda.

Le nuove postazioni arriveranno grazie a un accordo con l'insegne di distributori di carburante N1, che fornirà le location, già ben disposte su tutto il territorio. Tesla aveva già 9 stazioni Supercharger, a coprire tutta l'isola, ma in questo modo la ricarica sarà ancora più accessibile.

Come comunicato dall'azienda tramite il suo profilo X, nei siti N1 verranno realizzati 20 nuovi Supercharger, portando quindi il totale a 29 stazioni, per più di 200 stalli. Le installazioni dovrebbero iniziare a breve, per completarsi nel giro dei prossimi anni.

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LB209 Febbraio 2024, 13:30 #1
Grande notizia, ne sono davvero felice e non potrei vivere senza il lavoro di voi redattori
harlock1009 Febbraio 2024, 14:14 #2
Chi glielo dice agli islandesi che come sostengono gli eminenti frequentatori di questo forum le auto elettriche non vanno bene con gelo?
Massimiliano Zocchi09 Febbraio 2024, 14:27 #3
Originariamente inviato da: harlock10
Chi glielo dice agli islandesi che come sostengono gli eminenti frequentatori di questo forum le auto elettriche non vanno bene con gelo?


Ma gli islandesi sono tutti ricchi, le comprano per tenerle in garage, poi vanno a piedi
TorettoMilano09 Febbraio 2024, 14:29 #4
Originariamente inviato da: harlock10
Chi glielo dice agli islandesi che come sostengono gli eminenti frequentatori di questo forum le auto elettriche non vanno bene con gelo?


se l'islanda è vicina a padova non deve fare poi così freddo

solo i più dotti capiranno
ilariovs09 Febbraio 2024, 14:34 #5
Molto bene. I SUC sono un plus non da poco per le BEV.

In Francia sono scesi fino a 23 cent a KWh. In pratica una Tesla costa metà di una termica ai francesi, anche senza potercela caricare a casa.
E da qui capisci facilmente perché a Gen 24 16% BEV e 7,9% diesel in Francia.

Marko#8809 Febbraio 2024, 14:44 #6
Originariamente inviato da: Massimiliano Zocchi
Ma gli islandesi sono tutti ricchi, le comprano per tenerle in garage, poi vanno a piedi


Nei miei vari viaggi in Islanda ho vista una quantità enorme di Tesla. In città ce ne sono veramente tante. Poi giri per i posti sperduti ed è pieno di pickup e fuoristrada
Magari ampliando la rete di supercharger inizieranno a vedersene tante anche nei luoghi meno battuti.
Massimiliano Zocchi09 Febbraio 2024, 14:55 #7
Originariamente inviato da: Marko#88
Nei miei vari viaggi in Islanda ho vista una quantità enorme di Tesla. In città ce ne sono veramente tante. Poi giri per i posti sperduti ed è pieno di pickup e fuoristrada
Magari ampliando la rete di supercharger inizieranno a vedersene tante anche nei luoghi meno battuti.


Il 20% di quota mercato solo per Tesla è davvero tanto, al quale poi si devono sommare le altre elettriche, che possono per altro ricaricare presso i Supercharger in Islanda. Chissà che Tesla non decida di testare il mercato europeo del Cybertruck proprio al nord...
Marko#8809 Febbraio 2024, 15:00 #8
Originariamente inviato da: Massimiliano Zocchi
Il 20% di quota mercato solo per Tesla è davvero tanto, al quale poi si devono sommare le altre elettriche, che possono per altro ricaricare presso i Supercharger in Islanda. Chissà che Tesla non decida di testare il mercato europeo del Cybertruck proprio al nord...


Sarebbe sicuramente più "utile" in Islanda rispetto a Milano...
Paganetor09 Febbraio 2024, 15:13 #9
L'Islanda è piccola, con una carica di una Tesla quasi quasi la "circumnavighi" tutta

In pratica è il concetto di city car, ma esteso a una (piccola) nazione
blobb09 Febbraio 2024, 15:41 #10
Originariamente inviato da: Massimiliano Zocchi
Il 20% di quota mercato solo per Tesla è davvero tanto, al quale poi si devono sommare le altre elettriche, che possono per altro ricaricare presso i Supercharger in Islanda. Chissà che Tesla non decida di testare il mercato europeo del Cybertruck proprio al nord...


sono 103.000 abitanti.........

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^