Da Volvo un piano ambizioso: solo veicoli elettrici entro il 2030

Da Volvo un piano ambizioso: solo veicoli elettrici entro il 2030

Volvo punta ad una gamma di veicoli completamente elettrica per la fine del decennio, convinta che saranno questi i veicoli che i consumatori andranno a richiedere; entro il 2025 il 50% delle vendite da veicoli elettrici

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Mercato
VolvoTesla
 
13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
aqua8403 Marzo 2021, 10:27 #11
Originariamente inviato da: chaosblade
La frizione serve solo per farsi venire mal al piede o strapparla in un momento di stanchezza dopo ore di coda in autostrada.


come no...
i casi di "male al piede" dovuti alla frizione superano quelli di positivi al covid19
Darkon03 Marzo 2021, 11:56 #12
Originariamente inviato da: Robydriver
I limiti attuali delle batterie sono (sicuramente ne dimentico qualcuno):
-longevità (a parte i dati dichiarati o sperati,è tutto da dimostrare),
-autonomia reale (se non ci si accontenta del solito "fino a" che sottindende una serie di concause ai limiti dell'impossibile, che determinano il miglior risultato sperato),
-tempi di ricarica (oltra al non trascurabile dettaglio che non tutti hanno un garage,non è possibile nè permesso occupare la colonnina in sosta oltre il tempo di ricarica,quindi difficilmente attuabile alle masse sia in parcheggio che al lavoro.Non ultimo sia per quantità di colonnine,che di richiesta di energia),
-peso/ingombro (sia della batteria stessa che del sistema di protezione/condizionamento),
-pericolosità (i vari tipi di batterie al litio, oggi, reagiscono molto male ad urti e calore),
-costo (se aumenta la domanda/produzione,di solito cala.Sempre ammesso che ci sia abbastanza materia prima disponibile e sufficiente produzione,sennò aumenta.Quindi,tutto da dimostrare).
Oltre a questo,una domanda crescente a dismisura di corrente che, va prodotta e non mi pare ce ne sia in abbondanza a meno di tornare a soluzioni di produzione termonucleare...
QUANDO verranno eliminati tutti i limiti delle batterie attuali...ci sarà il problema di trovare la corrente per ricaricarle.
Non la vedo così semplice a parte fare dichiarazioni da urlo...

Edit: -la riciclabilità/smaltimento una volta esauste/a fine vita


1) La longevità pressapoco è quella dichiarata... non so dove tu possa aver letto che il dato sia particolarmente migliore o peggiore. Ormai ci sono modelli elettrici anche vecchi di molti anni e non ho notizie particolari sull'argomento tali da farne un problema. Ovviamente ma questo valeva anche per le macchine "tradizionali" se fai 100.000Km/anno l'auto durerà meno anni mentre se ne fati 10.000Km/Anno arrivi tranquillamente oltre i 10 anni.

2) Autonomia reale è un non problema... i dati dichiarati sono taroccati per qualsiasi auto con qualsiasi tipo di alimentazione. Io guido un turbo-benzina che da libretto viene dichiarato avere un'autonomia di 650Km che non fai nemmeno se ogni volta che c'è la discesa metti in folle e tieni il motore al minimo. Per darti un'idea da libretto dovrei fare circa 16Km/l mentre il dato realistico è intorno a 11/12Km/l ed è un'auto manutenuta perfettamente.

3) È oggettivamente una limitazione per chi non ha il garage fermo restando che se la ricarichi abbastanza spesso per la maggior parte delle famiglie può bastare poche ore per ripristinare il "pieno".

4) ???? Tra la mia attuale auto che non ha niente di trazione elettrica e una elettrica non ci sono differenze di peso o ingombro particolari o che possa notare. Fai conto che il modello più spinto di model 3 (e comunque si parla di auto di cavallerie importanti che non sono certo l'auto di tutti i giorni) arriva al massimo a 1.9t non è che il rapporto peso/potenza sia clamorosamente diverso.

5) È più una leggenda metropolitana che altro. A oggi non ci sono casistiche statisticamente rilevanti che dicano che avere le batterie a bordo sia particolarmente pericoloso. Se pensi anche solo a quante ibride girano e che non ci sono notizie se non sporadiche e in casi molto circostanziati di incidenti relativi alle batterie fai presto a capire che il rischio è molto remoto.

6) Mah... continuo a sentire questo problema di costo ma è vero solo se uno è orientato al mercato delle utilitarie dove l'elettrico ancora di fatto è come se non ci fosse se non come ibrido. Per il resto le elettriche come una model 3 che si rivolgono al mercato berlina sono allineate al segmento. Laddove sono un pochino sovra prezzate è più perché sono la novità del mercato che altro.

Conclusione:

Se ragioni come quello che dice che farà i figli solo quando sarà pronto sotto ogni punto di vista vai a finire che sei vecchio e di figli non ne hai fatto nemmeno uno.
Le auto termiche si vendevano quando avevano molti ma molti più problemi di quelli che hai elencato... se ti vai a cercare la storia dei motori termici scoprirai che prendevano fuoco come niente, in certi casi avevano problemi letteralmente esplosivi, non è un caso se nei vecchi film un classico è l'auto ferma perché bolle il radiatore ecc... ecc... ecc...

Morale della favola l'elettrico indubbiamente ha e avrà problemi di gioventù ma dire che aspetterai che li risolvano tutti è come dire che se fossi nato ai primi del 1900 avresti aspettato il 2020 per comprare un'auto con motore termico.
andy4503 Marzo 2021, 13:51 #13
Originariamente inviato da: Darkon
3) È oggettivamente una limitazione per chi non ha il garage fermo restando che se la ricarichi abbastanza spesso per la maggior parte delle famiglie può bastare poche ore per ripristinare il "pieno".


In una grande città non funziona così, non è detto si abbia una "finestra" temporale di poche ore per ripristinare il pieno, come non è detto si abbia proprio la possibilità di ricaricare la macchina, mi dispiace dirlo, ma proprio nelle grandi città (dove in teoria ci sarebbe maggiore bisogno di auto elettriche) c'è la stretta necessità di avere un garage di proprietà per ricaricare la macchina...cosa che la maggior parte delle persone non ha, limitandone di fatto molto la diffusione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^