Ford Puma con EcoBoost Hybrid: ecco tutte le caratteristiche

Ford Puma con EcoBoost Hybrid: ecco tutte le caratteristiche

L’Ovale Blu presenta la nuova Puma, crossover di ispirazione SUV basato sulla tecnologia Ford EcoBoost Hybrid con batterie a ioni-litio da 48 volt

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Tecnologia
Ford
 

Ford rende disponibile la nuova Ford Puma con EcoBoost Hybrid. Parliamo di una motorizzazione che integra l’assistenza alla coppia elettrica con un motore a benzina EcoBoost 1.0 a tre cilindri, per erogare fino a 155 CV. Puma rappresenta l’evoluzione della filosofia human centric di Ford, con dettagli distintivi tra cui i fari posti sulla parte superiore della fiancata e le linee sportive. Le proporzioni da crossover compatto, con una maggiore altezza da terra, garantiscono una guida comoda e sicura e una capienza del bagagliaio di 456 litri. Avevamo già visto Ford Puma in una precedente occasione.

Motorizzazioni elettrificate

Puma è uno dei 14 modelli elettrificati che Ford introdurrà entro il 2020. La tecnologia EcoBoost Hybrid potenzia il motore a benzina EcoBoost 1.0 3 cilindri con un sistema di starter/generator (BISG) azionato da una cinghia da 11,5 kW, che sostituisce l’alternatore standard, consentendo il recupero e lo stoccaggio di energia durante le decelerazioni del veicolo e la ricarica di un pacco batteria di ioni-litio da 48 volt, raffreddato ad aria.

Il BISG funge anche da motore, integrandosi con il motore a tre cilindri. Utilizza l’energia accumulata per fornire assistenza alla coppia elettrica del motore durante la guida e l’accelerazione normale, oltre a far funzionare gli accessori elettrici del veicolo.

Offerta con potenza da 125 e 155CV, la motorizzazione Mild-Hybrid monitora continuamente il modo in cui il veicolo viene utilizzato per determinare quando e con quale intensità ricaricare la batteria e quando utilizzare la carica della batteria immagazzinata, con una delle due seguenti modalità:

  • Sostituzione della coppia, che utilizza la funzionalità del motore elettrico come starter/generator per fornire fino a 50 Nm di coppia – riducendo l’attività del motore benzina per un miglioramento dell'efficienza del carburante fino al 9%, (WLTP). La sostituzione della coppia contribuisce al raggiungimento di 124 g/km di emissioni di CO2 e 5.4 l/100 km di consumi (dati WLTP) per la versione da 125CV (96 g/km e 4.2 l/100 km NEDC) e di 126 g/km di emissioni di CO2 e 5.5 l/100 km di consumi (dati WLTP) per la versione da 155CV(99 g/km e 4.4 l/100 km NEDC)
  • Integrazione della coppia, che utilizza la funzionalità del motore elettrico come starter/generator per aumentare al massimo la coppia utilizzabile, fino a 20 Nm sopra il livello disponibile dal solo motore benzina a pieno carico - per prestazioni ottimizzate, aumentando la coppia disponibile ai regimi del motore più bassi fino al 50% in più, per un’esperienza di guida più fluida e connessa
[HWUVIDEO="2830"]Nuove Ford Puma e Kuga al Festival della Scienza di Genova[/HWUVIDEO]

Il BISG, inoltre, ha consentito agli ingegneri Ford di ridurre il rapporto di compressione del motore EcoBoost 1.0 e di aggiungere un turbocompressore più grande per una maggiore potenza, attenuando il turbo lag con l’integrazione della coppia che fa girare il motore più velocemente per mantenere sempre performante la risposta del turbocompressore. Il BISG riavvia il motore in circa 300 millisecondi. Il BISG consente, inoltre, alla tecnologia Start&Stop di Puma EcoBoost Hybrid di operare in una gamma più ampia di scenari per un risparmio maggiore di carburante, anche in caso di decelerazione fino a una velocità inferiore ai 15 km/h e anche quando il veicolo è in marcia con il pedale della frizione premuto. La trasmissione è manuale e a sei rapporti.

Il motore EcoBoost 1.0 da 125CV di Puma garantirà emissioni di CO2 di 131 g/km consumi e consumi da 5.7 l/100 km WLTP (da 103 g/km e 4.5 l/100 km NEDC). 1 A seguito del lancio, verrà introdotta anche una motorizzazione diesel e la trasmissione automatica a doppia frizione a sette rapporti, abbinata al motore EcoBoost.

Il motore EcoBoost 1.0 ed EcoBoost Hybrid di Puma saranno dotati della tecnologia di disattivazione dei cilindri, che può arrestare automaticamente uno dei cilindri quando non è necessaria la piena capacità del motore. La procedura di disattivazione consente di disinnestare o reinnestare un cilindro in 14 millisecondi - 20 volte più velocemente di un battito di ciglia - senza compromessi in termini di prestazioni o precisione.

Puma offre anche la tecnologia dei Drive Modes che consente ai conducenti di impostare i parametri di acceleratore, sterzo e controllo della trazione, oltre ai tempi del cambio per i modelli automatici, per modulare le prestazioni ai diversi scenari di guida.

Le modalità di guida, tra cui Normal, Eco, Sport, Slippery e Trail, che consentono ai clienti di personalizzare la propria esperienza di guida in base alle condizioni stradali e meteorologiche, hanno anche un layout grafico dedicato, nel quadro strumenti.

Esterni

Puma ottimizza la piattaforma di una B-car Ford con l’introduzione di un passo più lungo. Viene presentata con allestimenti ben definiti, tra cui la sportiva ST-Line e l’elegante Titanium, che riflettono le preferenze dei singoli clienti. L'allestimento Titanium X offre finiture premium e cerchi in lega a 10 razze da 18’’ Pearl Grey, dettagli in colore nero lucido e cromature per la griglia a nido d’ape, le cornici dei fendinebbia, le minigonne laterali, mentre diffusore posteriore e la piastra paramotore presentano riflessi grigi metallizzati. Gli specchietti retrovisori, nello stesso colore della carrozzeria, includono indicatori di direzione integrati e luci di posizione che illuminano il terreno adiacente, quando vengono aperte.

Ford Puma

Interni

Puma Titanium X è la prima Ford dotata di rivestimenti dei sedili, rimovibili e lavabili, dotati di un sistema integrato di cerniere che consente di rimuoverli facilmente utilizzando una sola mano. I copri sedile studiati appositamente per le famiglie rendono più facile pulire macchie di succo di frutta o impronte di animali domestici, aiutando a mantenere l’abitacolo sempre pulito. Gli interni di Puma Titanium X sono arricchiti dal volante in pelle, da applicazioni effetto legno che rivestono la lunetta del quadro strumenti e il cruscotto, e da inserti in tessuto a motivi geometrici per gli interni delle portiere.

La Puma ST-Line X, ispirata alla Ford Performance, è proposta con cerchi in lega da 18’’ o da 19’’ colore nero opaco e sospensioni sportive con molle e ammortizzatori dedicati, nonché pedaliera in alluminio. Nella parte anteriore, la griglia ST-Line presenta elementi neri opachi e cornice lucida, come quella dei fendinebbia e uno spoiler sul tetto più grande e funzionale.

Una palette di 10 vivaci colori esterni comprende Blazer Blue, Frozen White, Race Red, Solar Silver, Agate Black, Lucid Red, Grey Matter, Desert Island Blue, Magnetic e Metropolis White.

Ford Puma

Il MegaBox è uno spazio versatile ricavato nel piano di carico, che offre una capacità di 80 litri in uno spazio di 764 mm di larghezza, 753 mm di lunghezza e 306 mm di profondità, in grado di alloggiare oggetti instabili fino a circa 115 cm di altezza - come piante da appartamento - in posizione verticale. In alternativa, con il coperchio rivolto verso il basso, lo spazio può essere utilizzato per nascondere attrezzature sportive sporche o stivali di gomma fangosi. La fodera sintetica e il tappo di drenaggio posizionato sul fondo del Megabox, ne facilitano la pulizia con acqua.

Realizzato con il 100% di carta riciclata e una colla a base d’acqua, il piano regolabile del bagagliaio presenta una struttura a nido d’ape ispirata alle celle esagonali utilizzate nella costruzione di componenti degli aerei e delle supercar, molto resistente.

Inoltre, il portellone di Puma presenta anche una soluzione a ripiani incorporata, che risolve la sfida di come gestire e riporre i pacchi durante il carico, lo scarico e il trasporto di oggetti di grandi dimensioni. Il telo copribagagli, montato sul portellone, si muove all’unisono con il portellone ed elimina la necessità di supporti laterali, garantendo un accesso senza ostacoli all’area di carico posteriore. Il copribagagli flessibile si adatta facilmente anche agli oggetti più voluminosi.

Ford Co-Pilot

A bordo di Puma, è stata introdotta un’ampia gamma di tecnologie che utilizzano 3 radar, 2 telecamere e 12 sensori a ultrasuoni, racchiusi nel sistema Ford Co-Pilot. L’Adaptive Cruise Control con Stop&Go, Speed Sign Recognition e Lane Centring, disponibile in abbinamento al cambio automatico a 7 rapporti, supporta l’automobile nel mantenimento della distanza di sicurezza dai veicoli che precedono, contribuendo a mantenere il veicolo centrato nella sua corsia e regolando la velocità entro i limiti monitorando i segnali stradali e i dati condivisi dal navigatore.

La funzionalità Stop&Go consente al sistema ACC di arrestare completamente il veicolo nella fase di partenza-arresto utilizzando fino al 50% della forza frenante totale e la rimette in marcia automaticamente se la durata dell’arresto è inferiore ai 3 secondi. In caso di arresto superiore ai 3 secondi, il conducente può premere il pulsante al volante o applicare delicatamente l’acceleratore.

La nuova funzionalità di avviso di pericolo in tempo reale (Local Hazard Information) - abilitata dal modem integrato FordPass Connect - può informare i conducenti di eventuali situazioni pericolose sulla strada da percorrere, anche se l’incidente non è visibile a causa di una curva o per la presenza di altri veicoli.

arà presente una telecamera posteriore (Rear View Camera) che garantisce una visibilità di 180 gradi, che può essere visualizzata sul touchscreen all’interno dell’automobile, in modo che i pedoni, i ciclisti e gli altri veicoli possano essere visti più facilmente durante le manovre di retromarcia in uscita da parcheggi o passi carrai.

Per supportare i conducenti di Puma a guidare in retromarcia con maggiore sicurezza, il Blind Spot Information System (BLIS) con Cross Traffic Alert segnala al conducente quando altri veicoli si avvicinano ai lati nell’angolo cieco e consente, nel caso in cui il guidatore non risponda alle segnalazioni, di frenare per evitare o ridurre le conseguenze di una eventuale collisione.

L’Active Park Assist con parcheggio perpendicolare agevola il parcheggio, consente manovre completamente automatizzate, sia in parallelo sia in perpendicolare, identificando gli spazi adeguati. Inoltre, gli abbaglianti automatici Auto High Beam modulano il fascio di luce passando agli anabbaglianti quando necessario.

Il Pre-Collision Assist con Pedestrian Detection è in grado di rilevare pedoni presenti sulla strada o che potrebbero attraversare nella traiettoria del veicolo. In caso di potenziale collisione e di una mancata risposta da parte del conducente, il sistema applica automaticamente i freni. Puma presenta una versione aggiornata della tecnologia che integra un angolo di ripresa più ampio, permettendo un monitoraggio avanzato dei movimenti dei pedoni.

In caso di incidente, la tecnologia Post-Collision Braking è in grado di ridurre l’impatto di una potenziale collisione secondaria, applicando automaticamente una moderata pressione sui freni. La possibilità di rallentare l’automobile, dopo una prima collisione, può ridurre le lesioni degli occupanti e i danni alla stessa.

Ulteriori tecnologie progettate per aiutare i guidatori di Puma a evitare incidenti includono:

  • Evasive Steering Assist: aiuta a evitare le collisioni derivanti da eventuali veicoli che procedono a rilento o inaspettatamente fermi, presenti sulla strada. Progettato per funzionare sia alle velocità urbane sia a quelle autostradali, utilizza un radar e una telecamera per rilevare tali veicoli e fornire supporto al guidatore
  • Wrong Way Alert: il sistema di avviso di marcia in contromano, utilizza una telecamera installata sul parabrezza e sfrutta le informazioni ottenute dal sistema di navigazione della vettura indicando al conducente di fermarsi o invertire il senso di marcia mediante avvisi acustici e visivi, proiettati sia sul computer di bordo, nel caso in cui si oltrepassino due segnali di ‘senso vietato’ su una rampa di accesso per strade a scorrimento veloce o autostradale

Infotainment

I dispositivi possono rimanere collegati tramite Bluetooth al sistema di comunicazione e intrattenimento SYNC 3 durante l’utilizzo del pad di ricarica wireless. Il sistema è compatibile con Apple CarPlay e Android Auto senza costi aggiuntivi, ed è supportato da un touchscreen centrale da 8’’ con funzione pinch&swipe.

La tecnologia del modem on-board FordPass Connect trasforma Puma in un Wi-Fi hotspot con connettività disponibile fino un massimo di 10 dispositivi. Il sistema fornisce una serie di funzioni attraverso l’app FordPass, tra cui il Vehicle Locator, il Vehicle Status che fornisce informazioni relative ai livelli di carburante, dell’olio e del sistema antifurto, il Door Lock/ Unlock, che consente l’accesso remoto alla vettura e il Remote Start, che consente l’accensione da remoto per le versioni a trasmissione automatica da 7 rapporti.

Inoltre, è disponibile il sistema audio premium B&O, specificamente calibrato per regalare l’esperienza audio migliore possibile indipendentemente dalle condizioni di guida.

Il sistema dotato di dieci diffusori - tra cui un subwoofer da 150 mm x 200 mm integrato nel bagagliaio non ne compromette lo spazio, offrendo un suono dei bassi sempre uniforme.

Le posizioni dei tweeter sono state ottimizzate per riprodurre le sonorità di un vero e proprio spettacolo dal vivo, offrendo un’esperienza di ascolto avvolgente per tutti gli occupanti. Il sistema è alimentato da un amplificatore di elaborazione del segnale digitale da 575 watt (Digital Signal Processing Amplifier) che controlla l’equalizzazione e il missaggio audio, incluso il surround sound.

Inoltre, il quadro strumenti LCD da 12.3’’ configurabile consente ai conducenti di personalizzare e gestire la visualizzazione delle informazioni, tra cui le tecnologie di assistenza alla guida e le notifiche del navigatore. Il quadro strumenti utilizza la tecnologia free form che consente un design delle immagini senza interruzioni che va oltre il tradizionale design rettangolare.

L’Ovale Blu ha assunto altre 1.700 persone e investito circa 200 milioni di euro nello stabilimento di Craiova, per sostenere la produzione del modello – portando così a quasi 1.5 miliardi di euro l’investimento totale di Ford in questo stabilimento dal 2008.

Altri dettagli si trovano sul sito ufficiale Ford.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pipperon18 Gennaio 2020, 13:33 #1
ha cappottato prima delle foto?
rotolando per 3 tornanti?

https://upload.wikimedia.org/wikipe...ar_20071125.jpg
Sandro kensan18 Gennaio 2020, 14:17 #2
Bisognerebbe non fare confusione tra quest'auto e le ibride.
Mparlav18 Gennaio 2020, 15:21 #3
Non esiste un solo concetto tecnico di auto ibrida per fortuna, è tecnicamente realizzabile in modi diversi. Contano solo autonomia ed emissioni.
Sta' a chi compra capire e decidere la soluzione tecnica migliore per le proprie esigenze.
Ragerino18 Gennaio 2020, 16:46 #4
Risparmio FINO A 9% di carburante?

Wow scommetto che guidando in maniera piu attenta riuscirei a fare meglio con un auto di 15 anni fa....Ma dai.
Tutta questa elettronica e salti mortali per un motorino d'avviamento potenziato
Spyto18 Gennaio 2020, 17:16 #5
L'ibrido che può avere senso nel mio caso è il Plugin perché arrivo da fuori città usando la tangenziale e appena si entra in città andando a 50 km/h si potrebbe fare tutto elettrico e poi la sera la batteria si potrebbe ricaricare in tangenziale.
Tanto i consumi guarda caso sono sempre intorno ai 4 litri in 100 km
Mparlav18 Gennaio 2020, 19:59 #6
Originariamente inviato da: Spyto
L'ibrido che può avere senso nel mio caso è il Plugin perché arrivo da fuori città usando la tangenziale e appena si entra in città andando a 50 km/h si potrebbe fare tutto elettrico e poi la sera la batteria si potrebbe ricaricare in tangenziale.
Tanto i consumi guarda caso sono sempre intorno ai 4 litri in 100 km


Per me è l'unico ibrido che ha senso. In città solo elettrico, fuori con l'endotermico e se mi ricarica un po' la batteria tanto meglio, altrimenti si fa' presto a ricaricarla a casa o nelle colonnine (ci sono anche quelle gratuite).

Il problema è che il prezzo delle hybrid plugin è troppo vicino a quello delle elettriche. Dovrebbero essere più competitive.

Questa è la mia idea, ma non biasimo i produttori che cercano alternative (vedi ultima proposta di Renault).
W4rfoX19 Gennaio 2020, 08:45 #7
Le Mild Hybrid alla prova dei fatti sono decisamente poco utili. Le Full-Hybrid invece sono su un latro pianeta dal punto di vista consumi. Con gomme invernali 225/R18 montate su una tre volumi da 4 metri e 60, temperature poco favorevoli (il problema e' tenere caldo il motore e quindi la vettura continua ad accendere ICE a vuoto per scaldare i liquidi) la media e' attorno ai 15 km/l con profilo altimetrico poco favorevole dovendo affrontare una salita importante. In estate dove il "riscaldamento" non e' un problema siamo attorno ai 18km/l. Medie da pieno a pieno. In pratica con una IS consumo quando un golf TDI.
gino4619 Gennaio 2020, 09:43 #8
esteticamente l'auto è bella, ma i consumi dichiarati sono elevati rispetto a quello che ci si aspetta, se tutta questa elettronica. che tanto si romperà e costerà un rene, serve per risparmiare cosi poco... dove sta il risparmio?
LordPBA19 Gennaio 2020, 12:54 #9
boh, la Lupo di 30 anni fa di mia zia faceva 30km con un litro... 30 anni di ricerche per farne 25km con turbo, ibrido e compagnia bella... ok
zappy19 Gennaio 2020, 13:22 #10
Originariamente inviato da: Mparlav
Il problema è che il prezzo delle hybrid plugin è troppo vicino a quello delle elettriche.

ovviamente. hai tutto il normale costo di una termica + tutta la parte elettrica e di carica (per di più a 48 volt, quando tutto il resto dell'auto è a 12). E' ovvio che costa un botto.

il tutto-elettrico soffre invece dei costi astronomici della batterie e del loro peso mostruoso (una Zoe pesa 1.5 tonnellate, decisamente insensato in ambito urbano dove il peso è un fattore determinante per i cosumi...)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^