Rimac e Bugatti si fondono per un futuro completamente elettrico

Rimac e Bugatti si fondono per un futuro completamente elettrico

I due marchi si fondono in una nuova azienda, Bugatti Rimac, mantenendo i rispettivi brand ma unendo le forze per lo sviluppo tecnologico delle hypercar del futuro.

di pubblicata il , alle 10:21 nel canale Mercato
BugattiRimac
 
15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
niky8906 Luglio 2021, 12:49 #11
Originariamente inviato da: ciolla2005
Le Hypercar a breve saranno tutte elettriche.

Con 2000 e più CV...

Dire che è un totale follia è poco.

Che non Mi vengano a dire che sono ecologiche...


Ah perché le Hypercar sono ecologiche di solito?
nickname8806 Luglio 2021, 13:13 #12
Originariamente inviato da: ciolla2005
Le Hypercar a breve saranno tutte elettriche.

Con 2000 e più CV...

Dire che è un totale follia è poco.

Che non Mi vengano a dire che sono ecologiche...

2000cv che esauriscono la batteria in meno di 8min però
Per una sessione in pista anche da amatore devi calare e di parecchio ( ma proprio tanto ).

2000cv è la specifica massima a cui possono arrivare i motori ma sul piano pratico solo una stupidata. Sono ottime per un singolo sparo dal semaforo su strada, specie se ci sono buche e la tua intenzione è quella di suicidarti.


AH DIMENTICAVO ... non è il primato di cavalleria che definisce il blasone del marchio e del prodotto.
Possono uscire anche con 1 milione di cavalli ma non saranno mai al pari di una qualunque Ferrari, eccezione fatta per la Mondial
mtk06 Luglio 2021, 14:11 #13
io propongo Rigatti
v10_star06 Luglio 2021, 14:14 #14
peccato dire addio a quel v16 quad turbo, peccato davvero.

Niente più cambi d'olio da 20K€
nickname8806 Luglio 2021, 14:17 #15
Originariamente inviato da: v10_star
peccato dire addio a quel v16 quad turbo, peccato davvero.

Niente più cambi d'olio da 20K€
Passano direttamente al cambio del pacco batterie da 200 mila euro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^