Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Mustang Mach-E GT, 15 giorni con un giocattolo costoso ma maledettamente divertente

Mustang Mach-E GT, 15 giorni con un giocattolo costoso ma maledettamente divertente

Abbiamo guidato per 15 giorni la versione migliore e più potente della Ford Mustang Mach-E, la GT, utilizzandola come prima auto. Ecco quali sono pregi e difetti

di pubblicato il nel canale Auto Elettriche
Ford
 

Quando Ford decise di mettere il logo del Pony su un SUV, per giunta elettrico, furono molti gli appassionati che storsero il naso, per usare un eufemismo. Tuttavia la Mustang Mach-E ha saputo guadagnarsi i suoi estimatori, per la maggior parte non legati alla tradizione delle muscle car, ma piuttosto attratti dal mondo elettrico, e catturati da un design decisamente riuscito.

Sulle nostre pagine abbiamo parlato spesso della Mach-E, anche con prove di lunga durata e test in pista, ma ancora non ci eravamo messi al volante della versione migliore sotto tutti i punti di vista, la GT. L'abbiamo quindi usata per quindici giorni come prima auto, alternando momenti di svago a vita quotidiana, viaggi autostradali a curve e tornanti "allegri". Insomma, tutto quello che potevamo fare per capirne pregi e difetti, e per spiegarvi per chi potrebbe essere la scelta giusta. O sbagliata.

L'auto è ovviamente di base molto simile alle altre versioni, con alcuni dettagli estetici che vanno a caratterizzare lo spirito GT, con un tocco di aggressività e sportività. Il paraurti frontale è la parte che si distingue maggiormente, con lo spoiler a contrasto nella parte bassa, e le feritoie laterali con elementi aerodinamici. Al posteriore troviamo un vistoso estrattore, mentre sulla fiancata la differenza la fanno i cerchi con disegno dedicato. Da notare che sul portellone non troviamo il classico logo Mustang, sostituito dalla sigla GT. All'interno l'abitacolo ha la stessa configurazione di sempre, anche qui con la scritta GT riproposta in più parti. La differenza più evidente sono i sedili, nella versione performance, con una struttura aggiuntiva nella zona delle spalle, per maggiore supporto e contenitività. Purtroppo la parte bassa resta uguale, e un po' scarsa come tenuta, soprattutto se si affrontano curve con guida dinamica. Delle sezioni laterali più pronunciate avrebbero migliorato molto il comfort.

Mustang Mach-E GT

Per il resto si conferma la qualità generale dei materiali e degli assemblaggi, così come si conferma anche qualche piccolo difetto. Come la selezione di marcia nella parte bassa della console, non sempre comoda nelle manovre rapide (rispetto a un selettore in zona volante), o come la ghiera digitale sul display centrale, spesso inutilizzata, e che non tiene conto del punto di vista di chi è più alto, andando a coprire altre scritte. Il software di Mach-E è però uno dei migliori del settore, veloce, intuitivo, con una configurazione degli spazi e delle schede logica e pratica. La compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto, via wireless, è poi un punto di forza, soprattutto per il generoso spazio che viene dedicato a questi mirroring. Pollice in su anche per il piccolo display della strumentazione, semplice e pulito, con tutte le informazioni necessarie alla guida, facilmente visibili. Merita una citazione l'impianto audio B&O, con 10 speaker e subwoofer, che anche se spinti al limite restituiscono sempre un suono nitido e potente.

Mustang Mach-E GT

Per una vettura GT il lato più importante è però quello della guida. La vettura è dotata della batteria da 91 kWh effettivi, due motori, uno per asse, per una potenza di 358 kW/487 CV, con una coppia di 860 Nm, mentre l'autonomia è data fino a 490 km. Diciamo subito che queste prestazioni si sentono, eccome, ma con la GT si può anche tenere una guida tranquilla, sia dosando l'accelerazione con il piede, sia affidandosi alle diverse mappature presenti. La Untamed è sempre la modalità che sprigiona tutta la potenza, ma la GT ha anche la Untamed Plus, che elimina i controlli di trazione ed prolunga l'erogazione di picco, ma il cui uso è consigliato in pista. Rispetto alla versione standard la tenuta di strada è decisamente migliore, merito in parte degli pneumatici 245/45/20 con una buona impronta a terra. Lo schema sospensivo propone un McPhaerson all'anteriore, e multibraccio indipendente al posteriore.

Mustang Mach-E GT

L'accelerazione è bruciante, quasi scorbutica, e con auto leggermente scomposta si nota una prevalenza della trazione posteriore, non sappiamo se per impostazione volontaria degli ingegneri Ford. Affrontando il solito percorso montano delle nostre prove, l'auto si è rivelata precisa in inserimento curva, e con una tenuta di molto superiore rispetto alla Mach-E in altri allestimenti. Sullo sconnesso è più rigida, anche per le sospensioni ribassate, che però possono contare sulla tecnologia Magneride, con un sistema di monitoraggio continuo delle condizioni della strada, con regolazione degli ammortizzatori fino a 1.000 volta al secondo. Considerando che si tratta di un SUV, dal peso importante di più di 2.200 kg, il rollio e il beccheggio sono assolutamente accettabili e non pregiudicano il piacere di guida.

Mustang Mach-E GT

Ancora una volta dobbiamo sottolineare le ottime performance dell'impianto frenante, con dischi da 19 pollici ventilati, con pinze Brembo ad alte prestazioni. Il pedale restituisce un feeling di sicurezza assoluta, basta sfiorarlo per far agire la frenata meccanica, ed appena si preme con decisione la potenza della frenata è notevole. Tutto questo unito alla possibilità di scegliere la guida one pedal drive con la rigenerazione del motore elettrico, che spesso rende superfluo l'uso del pedale.

Anche chi ama le auto sportive, però, nella vita quotidiana raramente testa le prestazioni in accelerazione da fermo, ma si rivelano più importanti i passaggi da una velocità ad un'altra. E su questo la Mach-E eccelle, ipotizzando ad esempio un passaggio da 90-100 km/h, fino a 120-130 km/h, classica situazione autostradale, il cambio di velocità è quasi istantaneo, e ci toglie di impaccio in un battito di ciglia. Forse i consumi sono un po' sopra la media, noi abbiamo rilevato in totale 22 kWh per 100 km, ma con un po' di attenzione si può fare meglio. Ma soprattutto questo dato certifica che l'autonomia dichiarata, superiore a 400 km, è reale.

Mustang Mach-E GT

La Mach-E GT può quindi essere una prima auto, anche per una famiglia? Lo spazio a bordo non manca, come già visto per le altre versioni, e l'unico limite potrebbe essere il bagagliaio, non da prima della classe. Il vano è profondo il giusto, ma manca (un po' inspiegabilmente) di un pozzetto secondario. In aiuto fortunatamente c'è il frunk, il vano anteriore che, come vedete dal nostro video, è ampio, e contiene una piccola valigia insieme a uno zaino. L'autonomia non è un problema, e nemmeno la velocità di ricarica, che facilmente supera i 100 kW di potenza massima, e le modalità di guida possono accontentare chiunque. Certo, il prezzo attuale di circa 83.000 euro non la rende di sicuro una scelta popolare, soprattutto considerando che con 10.000, o anche 20.000 euro in meno, si possono avere versioni comunque con una potenza più che discreta, e autonomia anche superiore. L'abbiamo definita un giocattolo, ma nel senso positivo del termine, quell'oggetto che tanto hai desiderato perché ti piace, ti diverte, e non importa il suo valore reale. E dopo due settimane con questa vettura, è stato veramente difficile riconsegnare le chiavi al concessionario.

65 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zbear29 Dicembre 2023, 19:55 #1
Ancora con questi "cosi" elettrici?? Ma QUANDO tornate ai test di informatica e dei prodotti sul commercio, che ce ne sono per ANNI di review serie?? Oppure cambiate nome in "Chincaglieria Hardware" e tanti saluti .....
kbios29 Dicembre 2023, 21:50 #2
Originariamente inviato da: zbear
Ancora con questi "cosi" elettrici?? Ma QUANDO tornate ai test di informatica e dei prodotti sul commercio, che ce ne sono per ANNI di review serie?? Oppure cambiate nome in "Chincaglieria Hardware" e tanti saluti .....


"Il sito italiano sulla tecnologia"

Le auto elettriche sono tecnologia, quindi non vedo cosa hai da lamentarti
idroCammello30 Dicembre 2023, 09:14 #3
https://www.tomshw.it/automotive/pe...rare-i-90000-km



dopo quanti km arriva il pareggio per questo Ford Mustang Mach-E GT ?



zbear30 Dicembre 2023, 11:44 #4
Originariamente inviato da: kbios
"Il sito italiano sulla tecnologia"

Le auto elettriche sono tecnologia, quindi non vedo cosa hai da lamentarti


Appunto. Non lo vedi. Perchè solo uno cecato non nota il verticale crollo di un sito come questo, ormai solo una copia di siti vuoti come tom's italia. E se la tecnologia è rifilare pseudo-test su vetture da 80.000 euro, non vedo come potrà migliorare il cervello dell'utenza. O forse stanno proprio scremando l'utenza ELIMINANDO chi chiede un servizio di informatica, e non un sito di pubblicità travestita.
Paganetor30 Dicembre 2023, 12:03 #5
Questa auto ha lo stesso senso degli orologi da 300.000 euro o degli yacht da 80 metri...
das30 Dicembre 2023, 13:37 #6
Originariamente inviato da: zbear
Ancora con questi "cosi" elettrici?? Ma QUANDO tornate ai test di informatica e dei prodotti sul commercio, che ce ne sono per ANNI di review serie?? Oppure cambiate nome in "Chincaglieria Hardware" e tanti saluti .....


Il problema è che le riviste che parlavano di schede madri e processori hanno chiuse tutte. Il mercato è cambiato, la gente che segue queste cose è sempre meno, anche perchè oramai anche un PC da 300€ al supermercato fa tutto quello che serve (a meno che tu non sia un giocatore, e uno di quelli che pretende tutte le impostazioni al massimo).

Quindi un sito, se vuole sopravvivere, deve riadattarsi ad essere un aggregatore di notizie scandalistiche sulle multinazionali americane, di sconti Amazon e parlare un po' di macchine.

Oggi come oggi credo sarebbe difficile anche solo trovare giornalisti appassionati di chip e di ram.

Oramai purtroppo è così.

Io sono un ex lettore di MC Microcomputer e di Nuova Elettronica, anch'esse scomparse anni or sono; sicuramente a causa delle mutate condizioni di mercato. Secondo me comunque incide anche un generale calo del livello culturale
Zappz30 Dicembre 2023, 13:38 #7
Questo cancello da piu' di 2T cosa avrebbe di divertente? Le luci da albero di natale nel cruscotto?
kbios30 Dicembre 2023, 13:47 #8
Originariamente inviato da: idroCammello
https://www.tomshw.it/automotive/per-inquinare-meno-con-unelettrica-devi-superare-i-90000-km



dopo quanti km arriva il pareggio per questo Ford Mustang Mach-E GT ?


Il tempo di pareggio dipende in massima parte dal mix energetico usato per produrre e ricaricare l'auto, è molto difficile fare una stima generale. La buona notizia è che via via che si espandono le rinnovabili il tempo di pareggio si riduce, non solo per le auto nuove, ma anche per quelle già circolanti
kbios30 Dicembre 2023, 13:47 #9
Originariamente inviato da: Zappz
Questo cancello da piu' di 2T cosa avrebbe di divertente? Le luci da albero di natale nel cruscotto?


In famiglia abbiamo la versione awd (non-GT) e ti assicuro che è parecchio divertente
AlexSwitch30 Dicembre 2023, 13:49 #10
Originariamente inviato da: Zappz
Questo cancello da piu' di 2T cosa avrebbe di divertente? Le luci da albero di natale nel cruscotto?


Cruscotto per altro orrido con quel tablet piazzato in verticale nel mezzo… Ma come si dice “ de gustibus “….

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^