Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Nuova Twingo costruita insiema alla Smart #2? Rumor dalla Francia smentiti da Renault

Nuova Twingo costruita insiema alla Smart #2? Rumor dalla Francia smentiti da Renault

La stampa francese dichiara fonti in esclusiva, ma Renault smentisce tutta la linea. La ricostruzione però sembra plausibile

di pubblicata il , alle 10:13 nel canale Auto Elettriche
Renaultsmart
 

Da quando Renault ha mostrato le immagini (molto probabilmente solo dei rendering digitali) del prototipo della nuova Twingo elettrica, ha scatenato voci e entusiasmo, una situazione che avevamo già vissuto dopo l'annuncio della rinascita della R5.

Nonostante si tratti di un modello che probabilmente vedremo solo tra diversi anni, è già scattata la gara nel reperire informazioni e indiscrezioni. L'ultimo report arriva dalla stampa francese, da L'Argus per la precisione, che dichiara di essere in possesso di informazioni esclusive su come verrà costruita la vettura.

New Twingo EV

La testata francese si dice sicura che verrà riproposta l'alleanza Renautl-Smart, già messa in atto per l'attuale Twingo, sviluppata insieme alla Smart ForFour. Secondo la ricostruzione dell'Argus, la piattaforma SEA di Geely (che ora costruisce le vetture Smart) sarebbe troppo costosa per la futura Smart #2, piccola e compatta come la ForTwo. Per questo motivo uno sviluppo congiunto con la Twingo, sfruttando la piattaforma AmpR Small (ex CMF-BEV) sarebbe l'ideale.

Un buon punto di partenza anche per Renault, che avrebbe così l'opportunità di abbassare i costi di produzione, per raggiungere il target di prezzo prefissato, sotto i 20.000 euro. La casa francese si è però affrettata a smentire le anticipazioni della stampa. Tuttavia Renault e Geely hanno già rapporti industriali, in quanto Geely verrà integrata come partner 50:50 per la divisione motori a combustione della Renault "Horse" (come controparte della divisione elettrica Ampere). I cinesi hanno recentemente acquisito anche il 34% di Renault Korea Motors, con l'intento di sfruttare gli stabilimenti per la costruzione della Polestar 4.

In ogni caso le due vetture dovrebbero arrivare sul mercato non prima del 2026-2028, per cui che l'Argus abbia ragione oppure no, molte cose potranno ancora cambiare da qui al lancio.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^