offerte prime day amazon

Audi, esoscheletri per aiutare gli operai nei compiti più pesanti della catena di montaggio

Audi, esoscheletri per aiutare gli operai nei compiti più pesanti della catena di montaggio

L'intero esoscheletro pesa circa 3 kg, è costituito da un struttura metallica che si indossa dall'alto come fosse una t-shirt, e viene assicurata al tronco per mezzo di alcune fasce: Audi afferma che questo dispositivo può ridurre lo sforzo alla schiena del 20-30%

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Tecnologia
 

Presso gli stabilimenti Audi di Ingolstadt e Neckarsulm, Germania, è in fase di sperimentazione l'adozione di particolari esoscheletri, non meglio definiti per tecnologia adottata, con i quali si vuole puntare a ridurre gli sforzi a cui ogni giorno gli operai che lavorano nei magazzini e sulle catene di montaggio sono sottoposti.

L'esoscheletro è stato progettato per ridurre e distribuire correttamente le forze messe in gioco quando ad esempio si compiono sollevamenti di componenti pesanti oppure si è obbligati ad adottare e mantenere posture non propriamente naturali: si pensi ad esempio ad operai che devono movimentare continuamente componenti meccanici oppure addetti all'installazione di componenti interni all'abitacolo che devono forzarsi per raggiungere spazi poco accessibili.

L'intero esoscheletro pesa circa 3 kg, è costituito da un struttura metallica che si indossa dall'alto come fosse una t-shirt, e viene assicurata al tronco per mezzo di alcune fasce; dotata una piastra principale posta verso la parte bassa della schiena, è dotata di alcuni elementi che si estendono sia verso la parte superiore sia verso quella inferiore del corpo.

Audi afferma che questo dispositivo può ridurre lo sforzo alla schiena del 20-30% e permette anche l'adozione di una postura corretta durante le varie operazioni che si svolgono durante il giorno, senza limitare la libertà di movimento quanto di deve semplicemente camminare o genericamente muoversi.

Il programma di test dell'uso di questo esoscheletro era iniziato proponendo l'adozione di questo aiuto per 2 ore al giorno, attualmente viene reso noto che alcuni operai lo utilizzano per anche 7 ore al giorno, forse a testimonianza degli effettivi vantaggi che esso è in grado di offrire.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cignox122 Dicembre 2017, 09:45 #1
Ad essere cinici direi che si sono accorti che gli costa meno questo che settimane di malattia per problemi alla schiena.

Buono per gli operai comunque.
nickname8822 Dicembre 2017, 09:49 #2
Ottimo ma quando dovranno essere adottati per legge ?
Senza obbligo, se rimangono facoltativi la vedo dura.

In ogni caso sarebbe un ottima cosa per il governo italiano, in questo modo avranno la scusa per eliminare la classificazione di "lavoro usurante" e rimandere l'età pensionabile di questi ultimi.
MiKeLezZ22 Dicembre 2017, 11:57 #3
Originariamente inviato da: cignox1
Ad essere cinici direi che si sono accorti che gli costa meno questo che settimane di malattia per problemi alla schiena.

Buono per gli operai comunque.
Non è essere cinici, è essere realisti. In Italia probabilmente poi si trasforma in certificato medico di inabilità ad alzare pesi e quindi ti passano, senza modifiche di stipendio, dalla catena di montaggio a mansioni più leggere.

Comunque questa cosa mi spaventa. Vero che riduce lo sforzo alla schiena del 25%, ma letto in altri termini può anche significare che un giorno un operaio potrà di sollevare pesi più grandi del 25%. Poi del 50%. Poi del 100%. Quindi basterà un operaio per fare il lavoro di due. Con il doppio dei rischi.
nickname8822 Dicembre 2017, 12:01 #4
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
Non è essere cinici, è essere realisti. In Italia probabilmente poi si trasforma in certificato medico di inabilità ad alzare pesi e quindi ti passano, senza modifiche di stipendio, dalla catena di montaggio a mansioni più leggere.

Comunque questa cosa mi spaventa. Vero che riduce lo sforzo alla schiena del 25%, ma letto in altri termini può anche significare che un giorno un operaio potrà di sollevare pesi più grandi del 25%. Poi del 50%. Poi del 100%. Quindi basterà un operaio per fare il lavoro di due. Con il doppio dei rischi.

A dire la verità probabilmente verranno rimpiazzati tutti dall'automazione.
DarkmanDestroyer22 Dicembre 2017, 19:38 #5
notizia interessante, spero che a fine teest diano i risultati.
in ogni caso, al momento dubito fortemente implicheranno modifiche nel breve periodo. specialmente perchè al momento si parla di test su una catena di montaggio. applicare questa tecnologia su altri ambiti di logistica la vedo più complicata.
Venturer22 Dicembre 2017, 19:39 #6
Nessuno ha ancora citato il mitico esoscheletro che compare nel leggendario "Aliens: Scontro finale" (Alien 2)?

La fantascienza é realtá.
Link ad immagine (click per visualizzarla)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^