Cina, nuovo standard di ricarica con potenza fino a 900 kW e 1500 V

Cina, nuovo standard di ricarica con potenza fino a 900 kW e 1500 V

Secondo la presentazione della State Grid Corporation of China (SGCC), citata dall'Assemblea Generale CHAdeMO, la Cina sta sviluppando una nuova versione dello standard di ricarica rapida locale GB/T

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Tecnologia
 

Le specifiche previste finora per il nuovo standard indicano una potenza superiore a qualsiasi altra cosa vista fino a oggi, ovvero fino a 900 kW, 1500 V e 600 A. Attualmente lo standard GB/T, utilizzato per la ricarica rapida pubblica in DC in Cina, arriva fino a 237,5 kW a 950 V e 250 A. La nuova versione, quindi, sarebbe di quattro volte superiore rispetto all'attuale, distaccando di parecchio in termini di potenza erogata anche dagli standard in vigore negli altri paesi.

GB/T

Il consorzio CHAdeMO, nato dallo sviluppo della mobilità elettrica in Giappone e supportato dai principali marchi automobilistici del Sol Levante, si ferma a 400 kW, così come CCS Combo, adottato in Nord America (1) e in Europa (2), mentre lo standard DC Tesla si caratterizza per una potenza massima di 135 kW.

GB/T

Secondo le previsioni, il nuovo standard cinese entrerà in funzione tra il 2019 e il 2020. Una misura del genere si rende necessaria alla luce della sempre maggiore diffusione dei veicoli elettrici, dei quali la Cina si conferma il mercato principale. Veicoli elettrici che oltretutto aumentano in termini di capacità del propulsore e presentano sfide sempre più avvincenti per quanto riguarda le tempistiche e l'efficacia della ricarica delle batterie.

GB/T

Soluzioni talmente potenti come quelle che aderiranno al nuovo standard GB/T consentiranno di ricaricare veicoli con queste caratteristiche in soli 15 minuti. Porsche Mission E sarà uno dei primi veicoli con sistema di ricarica rapida a 800 V.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

45 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CapoHorn20 Giugno 2018, 17:14 #1
Sti cazzi...io mi cago addosso quando devo ricaricare le lipo da 3,7v 50W del mio drone e questi parlano già di potenze simili.
TheDarkAngel20 Giugno 2018, 17:21 #2
Mi sembra un pelo brutale come ricarica rapida
In questo caso l'efficienza di ricarica della batteria diventa un punto non poco, ogni % sono 9kwh da smaltire con l'auto parcheggiata.
Dumah Brazorf20 Giugno 2018, 17:41 #3
Non mi meraviglierei se durante la ricarica partissero getti d'acqua contro il fondo dell'auto per non mandare a fuoco le batterie.
TheDarkAngel20 Giugno 2018, 17:47 #4
Originariamente inviato da: Dumah Brazorf
Non mi meraviglierei se durante la ricarica partissero getti d'acqua contro il fondo dell'auto per non mandare a fuoco le batterie.


O anche una placca raffreddata a liquido posta a contatto con il fondo dell'auto o un ventilatore stile hovercraft davanti all'auto
phmk20 Giugno 2018, 18:16 #5
Sai quante ne scoppieranno?
E poi cavi come "bracci di Hulk" per gestire quegli amperaggi...
Per non parlare della "revisione" dei trasformatori, ci vorranno cabine elettriche grandi come case quando molte auto di questo tipo dovranno essere ricaricate contemporaneamente...
igiolo20 Giugno 2018, 18:20 #6
la domanda resta sempre una...
come la producono e distribuiscono tutta quella energia...
Giouncino20 Giugno 2018, 18:34 #7
c'è scritto "liquid cooled cable"....quindi trasferiscono tutta quella putenza con cavi raffreddati a liquido, mai vista una roba del genere!
TheDarkAngel20 Giugno 2018, 19:01 #8
Originariamente inviato da: igiolo
la domanda resta sempre una...
come la producono e distribuiscono tutta quella energia...


Produrre e distribuire corrente in cina è proprio l'ultimo dei problemi, costruiscono centrali atomiche, dighe, campi fotovoltaici ed eolici come se piovessero.
Distribuire in alta tensione non è un grande problema, il problema è far entrare 600A in un'auto
Ago7220 Giugno 2018, 23:29 #9
Originariamente inviato da: Giouncino
c'è scritto "liquid cooled cable"....quindi trasferiscono tutta quella putenza con cavi raffreddati a liquido, mai vista una roba del genere!


In ambito industriale è una tecnologia usata da decenni, come ad esempio nei forni fusori elettrici (EAF).

Esempio a caso
Zenida21 Giugno 2018, 00:38 #10
Beh immagino che le celle di un'auto non siano in serie ma in tanti piccoli gruppi paralleli. Quindi è possibile che la potenza erogata venga suddivisa per ricaricare le celle in parallelo.

L'unica parte sensibile dell'auto sarebbe, quindi, il connettore d'ingresso prima degli splitter, ma non le celle che in teoria dovrebbero sostenere una potenza ridotta.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^