Baidu ha pronto un camion elettrico: guida autonoma e batterie sostituibili al volo

Baidu ha pronto un camion elettrico: guida autonoma e batterie sostituibili al volo

Il colosso cinese Baidu punta sul mercato dei mezzi pesanti attraverso la sua controllata DeepWay. I primi mezzi arriveranno nel 2023

di pubblicata il , alle 15:14 nel canale Trasporti elettrici
Baidu
 

Baidu, ovvero l'equivalente cinese di Google, punta a rilasciare nel 2023 un camion elettrico intelligente, del quale ha già comunicato alcune delle caratteristiche chiave. Tra queste un sistema di cambio rapido delle batterie, che dovrebbe consentire la sostituzione con batterie fresche in soli 6 minuti. Ma sono soprattutto le tecnologie di guida autonoma ad apparire avveniristiche, basate sul lungo lavoro che Baidu ha portato avanti nel settore negli anni scorsi.

Xingtu: primo mezzo pesante con la tecnologia di Baidu

Baidu lavora dal 2013 su un progetto di guida autonoma conosciuto come Apollo. Inoltre, da tempo è attiva nei settori dei robotaxi e dei minibus, oltre ad aver siglato un accordo di collaborazione con la casa automobilistica Geely. Nel futuro, invece, prevede un consistente sforzo di investimento sull'intelligenza artificiale in modo da poter portare la guida autonoma sui mezzi pesanti.

Xingtu

A questo scopo, Baidu ha fondato la joint venture di nome DeepWay insieme a Lionbridge, una realtà che in Cina si occupa di veicoli e di logistica. Secondo una dichiarazione di Baidu, il core business della nuova joint venture è lo sviluppo e la produzione di autocarri intelligenti, ma anche la creazione di soluzioni di guida intelligenti per il mercato del trasporto merci su camion.

La prima concretizzazione della nuova collaborazione prende il nome di Xingtu, un camion pesante ricco di tecnologia e con un design aerodinamico il cui lancio sul mercato è previsto per il 2023. Inizialmente, si prevede di equipaggiare il veicolo con la tecnologia di guida autonoma di Livello 3. Ciò consentirà di utilizzare lo Xingtu su determinate "rotte merci ad alta velocità". Tra il 2024 e il 2026, DeepWay vuole poi potenziare le capacità di guida autonoma del "camion robot" al Livello 4, in modo da poter espandere il numero di tratte su cui il veicolo potrà transitare.

Xingtu verrà equipaggiato con un pacco batterie da 450 kWh appositamente sviluppato capace di garantire un'autonomia fino a 300 chilometri a pieno carico con un peso totale di 49 tonnellate. Il coefficiente di resistenza sarà pari a 0,35, di 0,01 inferiore rispetto al dato indicato da Tesla per Tesla Semi.

Xingtu può essere ricaricato tramite ricarica rapida in un'ora o, in alternativa, è possibile procedere alla sostituzione delle batterie, una procedura che richiede solo sei minuti secondo DeepWay. Ma sono soprattutto le sue smart feature a rendere Xingtu interessante. Sarà dotato di un Highway Intelligence System (HIS) sviluppato da DeepWay alimentato da un processore capace di una potenza di calcolo di oltre 500 TOPS.

Il sistema analizzerà continuamente le informazioni provenienti da dieci telecamere di bordo, cinque radar e tre rilevatori a infrarossi. Con l'aiuto di algoritmi avanzati, Xingtu è potenzialmente in grado di garantire la guida autonoma in maniera ininterrotta. In soli 100 millesimi di secondo interpreta tutto ciò che si trova dinnanzi a sé nel raggio di oltre un chilometro. La tecnologia sarà presente anche nella cabina di guida, con un assistente vocale intelligente, un sistema di infotainment touchscreen e comodi sedili.

Tutto questo è possibile attraverso l'esperienza che Lionbridge ha accumulato nei settori della logistica e dei trasporti autostradali basati sulla piattaforma software Apollo di Baidu. Già da diversi anni le due compagnie cooperano nella condivisione dei dati e nel miglioramento delle tecnologie per lo sviluppo di camion autonomi. "Senza incroci e pedoni e con una segnaletica chiara, l'autostrada è uno dei migliori scenari per la guida autonoma", ha dichiarato il direttore generale del gruppo Smart Driving di Baidu, Shang Guobin, nel 2018. "Il Gruppo Lionbridge è in possesso di una gran mole di dati sul comportamento dei veicoli commerciali sulle autostrade, indispensabile per la commercializzazione di autocarri a guida autonoma. È un partner ideale per Baidu".

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Unrue23 Settembre 2021, 16:29 #1
Finalmente viene dichiarata l'autonomia a pieno carico, dato fondamentale per un camion elettrico.
mail9000it24 Settembre 2021, 11:26 #2
Originariamente inviato da: Unrue
Finalmente viene dichiarata l'autonomia a pieno carico, dato fondamentale per un camion elettrico.


Concordo, ma è sempre un dato indicativo. Non sempre le autostrade sono in piano. Tratte con dislivelli potrebbero ridurre di parecchio l'autonomia.

Però 300Km per 49 tonnellate non sono male.
Una betoniera pesa 40T.

La betoniera è il mio metro di paragone per i mezzi pesanti elettrici.
Ero molto scettico sulla possibilità di elettrificare mezzi così pesanti, devo ricredermi.
fabio75i25 Settembre 2021, 09:15 #3
Cerchiamo di essere seri, autonomia fino a 300km ??? È uno scherzo? Io sono nel settore trasporto merci da oltre 20 anni e vi dico che se i numeri sono questi non ci siamo proprio. Chiudetevi nei vostri laboratori per 10 anni e quando avrete numeri "seri" potrete parlare

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^