Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Idrogeno ed aviazione, ecco l'ambizioso progetto 'BSR HyAirport'

Idrogeno ed aviazione, ecco l'ambizioso progetto 'BSR HyAirport'

Il progetto 'BSR HyAirport' vede coinvolti 16 partner che stanno lavorando fianco a fianco per gettare le fondamenta su cui sviluppare l'aviazione del domani, che vede al centro la sostenibilità ambientale, attraverso l'idrogeno; l'aeroporto di Amburgo gioca un ruolo centrale all'interno dell'iniziativa

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Trasporti elettrici
 

I prossimi 3 anni vedranno impegnati sedici aeroporti (fra cui Finavia, Swedavia, diversi aeroporti lituani, l’aeroporto di Riga e quello di Tallinn), compagnie aeree, istituti di ricerca e aziende tecnologiche (provenienti dalla Scandinavia, Paesi Baltici, Polonia e Germania) oltre a 24 partner associati, per sviluppare un nuovo modo di viaggiare in aereo, che metta al centro la sostenibilità ambientale attraverso l'uso dell'idrogeno.

voli aerei a idrogeno

Leader de facto del progetto "BSR HyAirport" (dove BSR è l'acronimo di Baltic Sea Region, ovvero Regione del Mar Baltico) è l'aeroporto di Amburgo. Il progetto è stato presentato nel luglio 2023 e gode dei finanziamenti messi a disposizione dell'UE tramite il programma "Interreg" per la regione del Mar Baltico, per un totale di circa 3,8 milioni di euro, che saranno distribuiti tra i vari partner, con il budget totale del progetto per un importo massimo di 4,8 milioni di euro. 

"L'idrogeno verde gassoso è inizialmente adatto come carburante per i voli su distanze più brevi, rendendolo particolarmente adatto per i collegamenti aerei nella regione del Mar Baltico", ha dichiarato un portavoce dell'aeroporto di Amburgo, cui verranno assegnati 1,1 milione di euro. "Nel corso di questo decennio si prevede la nascita di un traffico aereo regolare, su voli regionali a breve-media tratta, eseguiti da aerei ad idrogeno".

Gli sforzi dei partecipanti al progetto sono tesi a sviluppare, testare e valutare soluzioni pratiche per facilitare, diffondere ad ampliare l'utilizzo di questa tecnologia chiave da parte degli aeroporti e delle compagnie aeree, andando ovviamente a scioglierne i nodi principali, ovvero lo stoccaggio, la gestione e la fornitura di idrogeno verde.

"Uno degli obiettivi è facilitare i voli dimostrativi durante la durata del progetto tra gli aeroporti partner in collaborazione con le compagnie aeree. Ciò richiede che i partner del progetto siano preparati per i requisiti specifici della gestione degli aerei alimentati a idrogeno", ha proseguito il portavoce.

Grande attenzione verrà posta anche sull'aspetto giuridico che andrà a regolare la catena di approvvigionamento (compresa la produzione locale e il trasporto dell'idrogeno all'aeroporto), lo stoccaggio dell'idrogeno e il rifornimento di carburante degli aerei. Verranno discussi anche altri casi d'uso dell'H2 negli aeroporti, come il trasporto terrestre.

voli aerei a idrogeno

"Il progetto BSR HyAirport rappresenta per noi un passo significativo nel nostro percorso verso la transizione energetica del settore aeronautico", ha afferma Jan Eike Blohme-Hardegen, capo del dipartimento ambientale dell'aeroporto di Amburgo. "Ci sono ancora molte domande a cui rispondere prima dell'uso regolare dell'idrogeno. Siamo lieti di farlo in stretta collaborazione con partner che sono altrettanto impegnati a trovare risposte come noi".

L'hub aeroportuale di Amburgo sta portando avanti anche il progetto "Net Zero 2035", per arrivare al 2035 con la neutralità carbonica delle operazioni di terra.

Inoltre, a luglio 2023 l'aeroporto di Amburgo e l'aeroporto di Rotterdam, L'Aia, hanno annunciato la loro collaborazione per aprire una rotta di volo tra le loro sedi per aerei alimentati a idrogeno: il primo volo alimentato a H2 sarà possibile nel 2026.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mars9511 Gennaio 2024, 09:34 #1
L'utilizzo negli aerei ci sta perché per quanto la trasformazione dell'energia elettrica in idrogeno sia ineficiente rispetto all'uso diretto dell'energia elettrica quest'ultima strada non è percorribile sugli aerei per questioni di peso e ingombri.
Ma per il trasporto terrestre all'interno dell'aeroporto utilizzare l'idrogeno sarebbe un vero spreco di energia visto che è lo scenario migliore per l'utilizzo di veicoli elettrici.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^