Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

L'idrogeno prende il volo, Airbus, Avinor, SAS, Swedavia e Vattenfall ci mettono la firma

L'idrogeno prende il volo, Airbus, Avinor, SAS, Swedavia e Vattenfall ci mettono la firma

Fra Svezia e Norvegia l'idrogeno sta per prendere il volo, grazie al memorandum d'intesa firmato da Airbus, Avinor, SAS, Swedavia e Vattenfall per valutare e studiare la fattibilità delle infrastrutture per l'idrogeno negli aeroporti delle due nazioni scandinave

di pubblicata il , alle 20:09 nel canale Trasporti elettrici
AirbusAvinorVattenfall
 

Airbus, Avinor, SAS, Swedavia e Vattenfall hanno annunciato, tramite i propri canali ufficiali, la firma di un memorandum d'intesa per valutare e studiare la fattibilità di infrastrutture che possano supportare lo sviluppo di aerei a idrogeno, in modo da rendere anche questo modo di viaggiare a impatto zero.

Aerei idrogeno Svezia Norvegia

L'alleanza, che ad oggi rappresenta il più ampio progetto di questo genere (ma non l'unico, c'è anche il BSR HyAirport, partito nella regione del Mar Baltico poche settimane fa), raccoglie il testimone dell'iniziativa "Nordic Network for Electric Aviation" (del 2019, che ha esplorato l'uso di aerei elettrici nell'aviazione nelle nazioni scandinave e ha avuto il sostegno di diversi operatori di volo regionali come Finnair e SAS) e coinvolge direttamente le cinque società sopra menzionate, oltre a due paesi (Svezia e Norvegia) e più di 50 aeroporti.

Aerei idrogeno Svezia Norvegia

Fra gli obiettivi, sviluppare una migliore comprensione dei concetti, delle operazioni, della fornitura, delle infrastrutture e delle esigenze di rifornimento degli aeromobili a idrogeno negli aeroporti. I partner intendono inoltre identificare e selezionare i migliori aeroporti da trasformare per primi in hub di rifornimento per velivoli a celle combustibili di idrogeno, in modo da creare i primi "corridoi" di volo per supportare l'inizio di spostamenti a zero emissioni e raggiungere l’obiettivo di zero emissioni nette entro il 2050.

Il primo passo sarà uno studio di fattibilità della durata di un anno che coinvolgerà in prima persona Airbus, Avinor, SAS, Swedavia e Vattenfall; Guillaume Faury, CEO di Airbus, ha affermato:

"L'idrogeno si distingue come un fattore chiave nel nostro impegno per aprire la strada a un futuro dell'aviazione sostenibile. La Norvegia e la Svezia sono tra le regioni più esigenti riguado l'aviazione e hanno un potenziale enorme per la produzione di idrogeno verde, vale a dire da fonti energetiche rinnovabili".

Aerei idrogeno Svezia Norvegia

L'idrogeno non è l'unica strada per portare a zero le emissioni di gas clima-alternati o tossici: in questo articolo abbiamo ripercorso la storia dell'aviazione fin dai suoi esordi, passando ai progetti "above top secret" e indagando come saranno gli aerei del futuro. Sicuramente, a emissioni zero.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
UtenteHD02 Febbraio 2024, 09:15 #1
Speriamo che prima di tutto sia sicuro e poi funzioni molto bene.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^