Addio ai motori diesel nei veicoli commerciali pesanti entro il 2040, dieci anni prima del previsto?

Addio ai motori diesel nei veicoli commerciali pesanti entro il 2040, dieci anni prima del previsto?

In base ad un accordo siglato fra i maggiori produttori di veicoli commerciali pesanti, sarebbe il 2040 e non il 2050 l'anno in cui si finirà di produrre veicoli di questo tipo con motorizzazione diesel. Ecco quello che sappiamo fino ad ora

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Tecnologia
 
Ne parla il Financial Times, motivo per cui la notizia appoggia su basi solide: sette importanti produttori (Daimler, Scania, MAN, Volvo, DAF, IVECO e Ford) avrebbero siglato un accordo che anticiperebbe di ben 10 anni l'abbandono della motorizzazione diesel nei veicoli commerciali pesanti in Europa. Si parla quindi di 2040 e non più di 2050: sebbene sembri una promessa per un futuro molto lontano, si tratta di un obiettivo comunque ambizioso, considerando che oggi la quasi totalità di questa tipologia di veicoli è mossa da propulsori diesel.

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una grande attenzione da parte delle autorità di regolamentazione europee per ridurre le vendite di veicoli passeggeri a benzina e diesel; sui veicoli commerciali è stata invece posta molta meno attenzione. Vita media dei mezzi più lunga, oggettiva indispensabilità del trasporto su gomma nell'intero quadro logistico mondiale e altre considerazioni pratiche hanno volutamente spostato più in là molti dei vincoli imposti ai veicoli passeggeri per uso privato.

La fonte indica quindi il passaggio ad un regime "carbon neutral" dal 2040 in poi per quanto riguarda il trasporto pesante su gomma ed occorre spendere qualche parola sulla controversa interpretazione data a questa dicitura. Spesso tradotta in italiano come "emissioni zero", in mancanza oggettiva di nulla di meglio, si è portati a prendere alla lettera qualcosa che in realtà è più complesso. Essere carbon neutral, per un'azienda, non significa non emettere nulla di nocivo. Quello è impossibile, specie se di prende in considerazione tutto il percorso che porta alla realizzazione di un mezzo, di qualsiasi tipo esso sia, anche full electric.

Essere "carbon neutral" significa compensare le emissioni prodotte con altro, che vada ad annullarne l'impatto ambientale. Un esempio: Amazon dichiara per alcuni prodotti la specifica "carbon neutral", perché si utilizza in grandissima percentuale materiale riciclato e, soprattutto, la piantumazione di un quantitativo X di km quadrati di foreste ogni tot di prodotti venduti. Non solo attenzione al consumare ed emettere meno nella produzione vera e propria, ma anche una compensazione per quanto viene inevitabilmente immesso in termini di CO2 nell'atmosfera. Ben diverso da quel fuorviante "emissioni zero".

Tornando alla notizia vera e propria, sembra quindi destinato a tramontare il periodo che vede il diesel dominare il mercato europeo, sia nelle autovetture che nei veicoli commerciali. Giusto o sbagliato che sia, sembra solo una questione di tempo. La mobilità elettrica e ibrida si farà strada negli anni a venire fra i veicoli commerciali, insomma. In che modo verrà attuata la compensazione resta tutto da definire.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phmk16 Dicembre 2020, 13:01 #1
..."piantumare alberi"....
si bello, poi basta uno dei soliti incendi estivi per azzerare tutto, quindi .... non è valido

Complimenti però a chi ha scritto l'articolo con la precisazione sulle "emissioni zero", una vera rarità nella pletora di notizie fuorvianti ed in parte menzognere della galassia dei green-radical-chic
Marko_00116 Dicembre 2020, 13:25 #2
"quantitativo X di km quadrati"
allora è un quantitativo X,Y
altrimenti sono km lineari...
vorrei vedere dove trovano i km2 per fare l'operazione
è come per le ciclabili a Bologna
si mangiano i marciapiedi.
qui mangeranno le sponde dei terrapieni per piantare
alberi nani a radici corte.
DanieleG16 Dicembre 2020, 14:10 #3
Tanto appena realizzeranno l'impatto dello smaltimento delle battierie (o anche solo la necessità di terre rare per farle funzionare) torneranno indietro di corsa...
io78bis16 Dicembre 2020, 14:39 #4
Originariamente inviato da: Marko_001
"quantitativo X di km quadrati"
allora è un quantitativo X,Y
altrimenti sono km lineari...
vorrei vedere dove trovano i km2 per fare l'operazione
è come per le ciclabili a Bologna
si mangiano i marciapiedi.
qui mangeranno le sponde dei terrapieni per piantare
alberi nani a radici corte.


E perchè? si dice 10 Km quadrati mica 10x20 Km quadrati
io78bis16 Dicembre 2020, 14:41 #5
Originariamente inviato da: DanieleG
Tanto appena realizzeranno l'impatto dello smaltimento delle battierie (o anche solo la necessità di terre rare per farle funzionare) torneranno indietro di corsa...


Spero che intendano sostituire il diesel con l'idrogeno visto che sembra si stiano facendo passi avanti anche da quel punto di vista.
b.u.r.o.8716 Dicembre 2020, 14:49 #6
il problema a mio avviso, restano sempre i tempi di ricarica e come ricaricaricare materialmente in località non di primo piano
superstopper116 Dicembre 2020, 15:04 #7
Originariamente inviato da: Marko_001
"quantitativo X di km quadrati"
allora è un quantitativo X,Y
altrimenti sono km lineari...
vorrei vedere dove trovano i km2 per fare l'operazione
è come per le ciclabili a Bologna
si mangiano i marciapiedi.
qui mangeranno le sponde dei terrapieni per piantare
alberi nani a radici corte.


KM quadrati in x,y. Ma che è? Il campo dei complessi?

DanieleG16 Dicembre 2020, 15:47 #8
Originariamente inviato da: io78bis
Spero che intendano sostituire il diesel con l'idrogeno visto che sembra si stiano facendo passi avanti anche da quel punto di vista.


L'idrogeno non è un combustibile.
giuvahhh16 Dicembre 2020, 15:55 #9
faranno come nei treni, motore diesel che genera corrente per il motore elettrico cosi è tutto green-iota! beh, alcuni mezzi ci sono già.
Mparlav16 Dicembre 2020, 17:03 #10
Penso che anticiperanno quella data di altri 5 anni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^