La Germania ora rivuole gli incentivi concessi per l'acquisto delle Tesla

La Germania ora rivuole gli incentivi concessi per l'acquisto delle Tesla

Tesla continua ad avere problemi con il governo tedesco a proposito degli incentivi per l'acquisto di veicoli elettrici. Ci saranno anche effetti retroattivi

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Tecnologia
Tesla
 

Alcuni proprietari di veicoli Tesla in Germania dovranno restituire l'incentivo governativo di 4 mila Euro per l'acquisto di un veicolo elettrico. La stessa Tesla ha già annunciato di voler ricorrere in appello rispetto alla decisione e ha detto a Electrek che rimborserà di tasca propria gli acquirenti che dovranno restituire gli incentivi fin quando il problema non verrà risolto.

La Germania ha recentemente introdotto un nuovo piano volto alla promozione dell'adozione di veicoli elettrici attraverso incentivi, tra cui uno sconto di 4 mila euro all'acquisto. Il piano è però valido per i veicoli con prezzo iniziale inferiore a 60 mila euro, escludendo dunque molti modelli di Tesla. Secondo il produttore californiano, l'esecutivo tedesco ha così voluto avvantaggiare i produttori locali, il che, per certi versi, è comprensibile, perché si tratta di fondi stanziati sia dall'esecutivo sia dalle stesse case automobilistiche.

Tesla Model S

Al fine di rendere la Model S idonea all'incentivo Tesla ha tagliato alcune funzionalità per non superare il tetto dei 60 mila euro. La mossa risale a novembre 2016 e non è stata ben accolta in Germania, con accuse provenienti anche dagli organi di stampa, come la rivista automobilistica Auto-Bild. Quest'ultima ha parlato addirittura di "frode" e di "imbroglio", sostenendo che nessuna Tesla costava effettivamente così poco da rientrare nel tetto massimo per ottenere l'incentivo. L'escamotage ideato da Tesla, secondo i tedeschi, prevedeva l'acquisto dell'auto senza funzionalità a un prezzo inferiore di 60 mila euro, mentre i proprietari in un secondo momento sarebbero stati invogliati ad acquistare le funzionalità inizialmente escluse, aggirando così le imposizioni governative.

In particolare, pochi mesi dopo, la BAFA, ovvero l'agenzia tedesca per il controllo dell'economia e degli export, ha stabilito che non esiste una Model S che costi meno di 60.000 euro. Le concessionarie, inoltre, non avvertivano i potenziali consumatori dell'esistenza dell'offerta di Tesla a proposito del pacchetto senza funzionalità con prezzo inferiore ai 60 mila dollari.

Dopo le reticenze iniziali BAFA e Tesla raggiungono un accordo, e l'ufficio federale teutonico concedeva finalmente il rientro sull'incentivo agli acquirenti della Model S. Adesso, però, c'è un dietro front: con una strana mossa BAFA chiede alle persone che hanno acquistato una Model S prima di marzo di rimborsare l'incentivo.

"BAFA è stata in stretto contatto con Tesla per raggiungere una soluzione amichevole nell'interesse dei clienti di Tesla", si legge sul sito ufficiale della BAFA. "Il nostro scopo era quello di raggiungere una soluzione che potesse indennizzare i clienti. Nel corso dei colloqui, BAFA ha dato al produttore Tesla l'opportunità di elaborare una possibile soluzione entro l'inizio di luglio 2018 ma il produttore non ha sfruttato questa offerta. I colloqui con Tesla, purtroppo, sono stati infruttuosi. Di conseguenza, a causa dei requisiti della legge amministrativa e della legge di bilancio, l'incentivo deve ora essere annullato".

Il cambio di idea di BAFA interessa tra 800 e 1500 proprietari di Tesla in Germania. "La decisione arbitraria di rimuovere temporaneamente Tesla dall'elenco di veicoli idonei per il Bonus ambientale (Umweltbonus) è ingiustificata", è la risposta di Tesla secondo Electrek. "Il fatto che Tesla sia stata inclusa nell'elenco, rimossa dalla lista e quindi aggiunta di nuovo all'elenco, è la prova che si è trattato di un errore. Come dimostra il nostro sito web, chiunque in Germania è sempre stato in grado di ordinare una versione base di Model S inferiore al livello di prezzo richiesto. Inoltre, il tetto di prezzo è stato intenzionalmente fissato dal governo tedesco a un livello che era destinato a impedire alle auto Tesla di qualificarsi per l'incentivo. Di conseguenza, Tesla ha pianificato di presentare un reclamo alla Commissione UE, in quanto tutto questa situazione è contraria alle norme dell'UE".

"Ci appelleremo alla decisione della BAFA di intraprendere questa azione contro i nostri clienti che hanno acquistato l'auto prima di marzo 2018. Per assicurarci che i nostri clienti non siano danneggiati da questa decisione, copriremo il costo del bonus fino alla risoluzione del problema".

Fra industria automobilistica tedesca e americana, secondo alcune ricostruzioni, esiste una guerra dal momento dell'esplosione dello scandalo Dieselgate, che ha impedito a molte case automobilistiche tedesche di vendere veicoli diesel all'interno degli Stati Uniti. Tale blocco non è stato confermato nella medesima misura all'interno dell'Unione Europea.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor18 Luglio 2018, 15:24 #1
non ho capito: i tedeschi coinvolti hanno acquistato la Tesla Model S a meno di 60.000 euro? E allora perché dovrebbero restituire l'incentivo?
L'hanno acquistata a più di 60.000 euro in versione "full optional"? Allora ragionevolmente non hanno avuto accesso all'incentivo.

Se vendo a 59.000 euro la macchina, rientro negli incentivi, faccio domanda e li ricevo (quindi ragionevolmente è tutto a posto anche per il governo tedesco) e poi mi chiedi di darli indietro perché hai "creato apposta una macchina che rientrasse nel range di costo per avere l'incentivo" allora tu governo tedesco mi stai truffando.

L'ho pagata 59.000? Ho diritto agli incentivi.
popomer18 Luglio 2018, 15:39 #2
Originariamente inviato da: Paganetor
non ho capito: i tedeschi coinvolti hanno acquistato la Tesla Model S a meno di 60.000 euro? E allora perché dovrebbero restituire l'incentivo?
L'hanno acquistata a più di 60.000 euro in versione "full optional"? Allora ragionevolmente non hanno avuto accesso all'incentivo.

Se vendo a 59.000 euro la macchina, rientro negli incentivi, faccio domanda e li ricevo (quindi ragionevolmente è tutto a posto anche per il governo tedesco) e poi mi chiedi di darli indietro perché hai "creato apposta una macchina che rientrasse nel range di costo per avere l'incentivo" allora tu governo tedesco mi stai truffando.

L'ho pagata 59.000? Ho diritto agli incentivi.


NON SI RUBA A CASA DEL LADRO........

apparte le battute(io sono un tedescifilo per quello che riguarda le auto),il giochino di tesla a quanto ho capito era di vendere l'auto spoglia di accessori,fatturarla per beccare l'incentivo e dopo fare una fattura a parte per gli optional
Lelevt18 Luglio 2018, 15:41 #3
No il discorso è diverso:
Loro la facevano costare meno di 60.000 perchè ne avevano creato appositamente una versione priva di alcune funzionalità (non specificate quali) che poi facevano acquistare successivamente all'acquirente.
Si configura come "escamotage" in effetti non tanto pulito.
Come dire che tutte le Punto hanno l'aria condizionata. Ne creo apposta una versione senza aria condizionata per farla costare meno di 10.000, diciamo 9990. Poi a te acquirente appena dopo l'acquisto ti propongo di acquistare l'aria condizionata a 500 Euro, e te la installo.
Teoricamente rispetta la legge la cosa, ma ai tedeschi non piace essere presi in giro.
Paganetor18 Luglio 2018, 15:46 #4
ah ma l'acquisto dell' "acessorio rimosso" non è post-consegna dell'auto? E' un'offerta che viene fatta in un secondo momento dal venditore per portare la macchina pari pari al modello da più di 60.000 euro?
Ma si sa se qualcuno ha acquistato la macchina SENZA accessori extra?
In effetti il giochino è sporco, ma non proibito... un po' come se dopo l'acquisto mi proponessero (per dire) un contratto di assistenza e manutenzione extra per tot anni.
Paganetor18 Luglio 2018, 15:54 #5
da qui ( https://electrek.co/2016/11/09/tesl...ves-in-germany/ ) si legge:

We are talking about features like navigation, backup camera, internet radio, blind spot assist, and some very basic features like memory functions for seat positions, folding mirrors, Homelink connection.
There’s even a feature called “performance reduction to 80%”. The specs appear to be the same whether you select the option or not so we asked Tesla for more details about it and we will update if we get an answer.

Ora: se acquisto una vettura e voglio aggiungere a parte - per dire - il gancio di traino o le barre portatutto, questa cifra influenza o no il costo dell'auto in base al regolamento tedesco per l'accesso agli incentivi? Navigatore, gli specchietti che si chiudono da soli, l'internet radio ecc. rientrano nel costo di acquisto dell'auto o no?

Secondo me la differenza la fa solo la possibilità di installare queste cose in un secondo momento. Ma se me la consegni già accessoriata allora hai fregato gli incentivi tedeschi (o almeno ci hai provato).

Giusto quindi che Tesla si faccia carico della differenzza e se/quando riuscirà a ottenerli indietro allora se li terrà.
riaw18 Luglio 2018, 15:56 #6
il vero scandalo è che una model S 75D costa, in germania, al lordo di incentivi, 70.000 euro. lo stesso modello in italia 87.000
Mr Resetti18 Luglio 2018, 16:01 #7
Non sono d'accordo con quanto dicono i tedeschi della BAFA.

La truffa ci sarebbe se la macchina, costando 60000 o meno, non fosse in grado di circolare.

Il fatto di proporre al cliente, successivamente, degli optional, fatturandoglieli a parte, non sarà etico ma è perfettamente legale.

Quello poi di andare a chiedere ai clienti di restituire il bonus è quantomeno illegale. Se la devono prendere col costruttore, al limite.
Bivvoz18 Luglio 2018, 16:09 #8
Originariamente inviato da: Lelevt
Teoricamente rispetta la legge la cosa, ma ai tedeschi non piace essere presi in giro.


Ai tedeschi non piace essere presi in giro ma piace prendere in giro gli altri.
Vedi i trucchetti sulle emissioni.
Ai tedeschi piace far rispettare gli accordi agli altri come il tetto sul deficit al 3% ma se ne fottono allegramente quando gli accordi devono rispettarli loro come il tetto sul surplus al 6%

Piuttosto di comprare un'auto tedesca compro una Punto.
Mparlav18 Luglio 2018, 16:20 #9
Se ho letto bene, l'incentivo tedesco viene dato ai veicoli che hanno un prezzo di listino inferiore a 60.000 ([U]http://www.faz.net/aktuell/wirtscha...rBildJumpTarget[/U])

Concettualmente è corretto tener fuori dagli incentivi le auto più costose.

Ma una Tesla S base che costa 59.990 euro, a cui è possibile aggiungere un Confort Pack di 5200 euro di questo tipo:

Link ad immagine (click per visualizzarla)

non sembra essere illegale per poter accedere agli incentivi.
Dumah Brazorf18 Luglio 2018, 16:27 #10
Bisogna vedere quanti di questi optionals sono stati "installati" successivamente con un semplice aggiornamento software ma anche così se il prezzo di listino rientrava nei 60k i tedeschi han fatto l'ennesima figura da bimbetti viziati che non sanno perdere.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^