Le autostrade del futuro caricheranno le batterie delle auto elettriche

Le autostrade del futuro caricheranno le batterie delle auto elettriche

I ricercatori della Cornell University stanno sviluppando una carreggiata speciale in grado di caricare le batterie dei veicoli mentre sono in percorrenza

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Tecnologia
 
39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
WarDuck14 Maggio 2021, 15:59 #11
Originariamente inviato da: recoil
non so se è tecnicamente fattibile, ma risolverebbe molti problemi
potresti avere la batteria standard e in più una aggiunta che puoi rimuovere facilmente così in autostrada ti fermi cambi batteria e lasci giù la tua che viene caricata per un altro utente
andrebbe bene come opzione per chi viaggia molto tipo i rappresentanti


Diciamo che quello che dici può andare bene all'interno di uno stesso circuito di auto a noleggio, ma non può essere una soluzione generalizzata "consumer".

Le batterie si consumano con il tempo, chi le paga se passano da un utente all'altro con profili di guida magari assai diversi?

Potrebbe avere senso portarsi una batteria di scorta? Con tutto quello che comporta in termini di peso e occupazione di spazi non credo sia il massimo, a quel punto aumenti il pacco batterie.

Comunque secondo me l'unica vera soluzione a questo problema sono le Fuel Cell.

Per quanto sta moda dell'elettrico mi piaccia molto poco, specie se non daranno ai consumatori modo di scegliere l'alimentazione (già oggi è diventato difficile trovare auto nuove a gasolio ad esempio ).
recoil14 Maggio 2021, 16:02 #12
Originariamente inviato da: TorettoMilano
https://www.youtube.com/watch?v=H5V0vL3nnHY

ero molto affascinato dal cambio batteria al volo di tesla. poi boh è stato scartato come progetto


immagino che le batterie avendo un costo non indifferente siano difficili da gestire perché se ne devi avere a decine in ogni stazione e in certi periodi molte sono inutilizzate sono soldi che hai speso e che non rendono
infatti secondo me dovrebbe essere un extra, un servizio a pagamento proprio per chi ne ha necessità e può spendere per questa ulteriore comodità

Originariamente inviato da: WarDuck
Diciamo che quello che dici può andare bene all'interno di uno stesso circuito di auto a noleggio, ma non può essere una soluzione generalizzata "consumer".


concordo e infatti lo penso come servizio in più
*Pegasus-DVD*14 Maggio 2021, 17:17 #13
non mi ricordo dove, in svezia forse, alcune strade sono gia cosi
Ombra7714 Maggio 2021, 17:47 #14
@Darkon
Il giacimento di cui parli in Germania è sotto al Reno in un area protetta, possono pianificare quanto gli pare di estrarlo ma fin quando non trovano un processo rivoluzionario ad impatto ecologico prossimo allo zero (percui su un altro pianeta rispetto agli attuali metodi di estrazione) tutto quel litio lì rimane.
tallines14 Maggio 2021, 17:49 #15
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://auto.hwupgrade.it/news/tecn...iche_97723.html

I ricercatori della Cornell University stanno sviluppando una carreggiata speciale in grado di caricare le batterie dei veicoli mentre sono in percorrenza

In Italia ?

Tra 50 anni, se va bene, neanche..........
Notturnia14 Maggio 2021, 18:59 #16
rotfl.. e quanti trilioni ci vorranno ?.. e le batterie perennemente sotto carica a che servono allora ? basta mettere supercondensatori visto che non serve autonomia in tal caso..

mi domando poi che costi avrebbe il pedaggio di una simile autostrada per ripianare i costi di installazione delle bobine..
AlPaBo14 Maggio 2021, 19:11 #17
Ha senso negli USA, dove hanno rinunciato ai servizi di trasporto pubblico incentivando l'uso dell'automobile e dell'aereo per favorire le imprese private (e se qualcuno vuole i confronti, gli USA, pur con una popolazione sei volte l'Italia e un territorio 30 volte più grande, hanno un numero di passeggeri poco più della metà di noi: https://uic.org/IMG/pdf/synopsis_2015_print_5_.pdf).

L'uso del Wireless è ovviamente meno efficiente rispetto a connessioni cablate. In un percorso abbastanza lungo un treno con alimentazione via cavo è estremamente superiore a questo sistema. In un percorso breve l'uso di autostrade dedicate è giocoforza limitato. Semmai ha senso prevedere macchine elettriche a corto raggio nelle stazioni.

Insomma è un sistema che porterebbe a un aumento dello spreco energetico. Se gli USA vogliono questo, che lo facciano. Spero però che non venga mai introdotto da noi.
niky8914 Maggio 2021, 19:44 #18
Originariamente inviato da: Strato1541
Ti rispondo con una domanda, quale è il componente di un'auto che si sostituisce anche se non viene utilizzata? un piccolo aiutino inizia per "Batt" e finisce per "eria"..


Questa mi è nuova, da quando?
io78bis14 Maggio 2021, 20:32 #19
Originariamente inviato da: TorettoMilano
https://www.youtube.com/watch?v=H5V0vL3nnHY

ero molto affascinato dal cambio batteria al volo di tesla. poi boh è stato scartato come progetto


Tesla l'ha abbandonato per ragioni di costo.
A parità di costo ora non ricordo il video ma tipo per ogni postazione di BatterySwap riesce a installare 4/5 colonnine Supercharge.

NIO è l'unica che ha puntato su il battery swap, e credo sia prossima allo sbarco in Europa, ma dubito che in EU possa ottenere le stesse economie che ottiene in Cina.

Non essendoci limiti tecnici l'unica spiegazione che riesco a darmi è di natura politica/economica.
io78bis14 Maggio 2021, 20:43 #20
Originariamente inviato da: WarDuck
Diciamo che quello che dici può andare bene all'interno di uno stesso circuito di auto a noleggio, ma non può essere una soluzione generalizzata "consumer".


In che senso, sono stati definiti degli standard per le prese di ricarica non credo sia difficile stabilire degli standard per forma/dimensione dei singoli moduli (come esiste per le schede madri micro ITX, ATX).

Originariamente inviato da: WarDuck
Le batterie si consumano con il tempo, chi le paga se passano da un utente all'altro con profili di guida magari assai diversi?

Questo credo sia un discorso statistico e con una corretta politica di prezzi, tipo invogliare il ricambio quando la batteria è tra il 20-40% di carica residua, le batterie vivrebbero di più. O sicuramente di più che non ricaricarle a oltre 150W sempre.
Inoltre si accentrerebbe la raccolta delle batterie e nel caso fosse arrivata a fine vita la sua immissione nel percorso di riciclo/riuso alternativo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^