Agricoltura al CES: John Deere presenta il trattore completamente autonomo. E non è solo un prototipo

Agricoltura al CES: John Deere presenta il trattore completamente autonomo. E non è solo un prototipo

Il noto produttore di macchinari agricoli presenta il culmine di un lavoro iniziato vent'anni fa, completato grazie ad acquisizioni mirate e sviluppo sul campo. Ecco il primo trattore autonomo

di pubblicata il , alle 15:47 nel canale Trasporti elettrici
John Deere
 

Potrebbe sembrare strano che un produttore di macchine agricole partecipi ad una fiera di tecnologia come il CES di Las Vegas, ma quando si tratta di John Deere si parla probabilmente dei migliori prodotti del settore. Ed un'azienda con questa reputazione non poteva certo farsi scappare la possibilità di trasformare i suoi trattori in macchine molto più tecnologiche.

Nel tempo l'azienda aveva lasciato diversi indizi sui suoi studi, come nel 2017 quando aveva acquisito Blue River e si suoi algoritmi di intelligenza artificiale, o come quando nell'ultimo anno si era rivolta a Intel per risolvere un annoso problema di saldature, ed aveva in seguito acquisito il controllo di maggioranza di Kreisel Electric.

John Deere

Quindi per l'edizione 2022 scopriamo il culmine di questo lavoro, con il primo trattore John Deere completamente autonomo, risultato di un lavoro durato vent'anni, e che non è solo un prototipo, ma è già nei campi a lavorare ed è anche in vendita.

Basato sul John Deere 8R, il trattore autonomo ha un sistema di guida GPS e sei coppie di telecamere stereo che consentono il rilevamento degli ostacoli a 360 gradi e il calcolo della distanza. Tutte le immagini derivanti dalle telecamere vengono immesse in una rete neurale che classifica ogni pixel in circa 100 millisecondi, e decide se il trattore debba proseguire o arrestarsi, in base al rilevamento di un ostacolo. La stessa rete neurale è anche in grado di riconoscere le diverse piante, e distinguere dunque tra colture o erbacce, eliminando queste ultime.

John Deere

Mentre in altre parti del mondo c'è un lieve ritorno al mondo dei campi coltivati, negli Stati Uniti l'agricoltore ha una media di 55 anni, e si affaccia al settore quindi una crisi di personale, ma con domanda di prodotti crescente. L'8R autonomo quindi aiuta a fare di più, con meno personale, anche se il prezzo è chiaramente proporzionato a una novità del genere: ci vogliono 500.000 dollari.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7705 Gennaio 2022, 15:52 #1
In effetti tra le le possibili aplicazioni della guida autonoma direi che quella di un trattore in un campo è sicuramente tra le prome da considerare.
*Pegasus-DVD*05 Gennaio 2022, 16:44 #2
ma non lo erano gia da anni?
Hiei360005 Gennaio 2022, 16:46 #3
Ma mi compila anche il 730 ?
Sandro kensan05 Gennaio 2022, 18:17 #4
La Guida autonoma è l'ideale per i trattori ma so che già adesso i trattori sono molto avanzati in questo senso.

Però noto sempre più spesso come la tecnologia sia poca cosa quando manca l'energia. Ho letto che un paio di grosse aziende a livello europeo hanno chiuso la produzione di concimi chimici. Questo perché il gas costa troppo per la mancata vendita di gas da parte della Russia che onora solo i contratti a lungo termine.

In seguito a questo nazioni come la Svizzera sono in crisi nella loro agricoltura:

https://www.tvsvizzera.it/tvs/manca...azione/47225830

«Alla luce di difficoltà nella produzione di concimi e di problemi logistici, per far fronte a un'eventuale penuria il Dipartimento dell'economia ha liberato una parte delle scorte obbligatorie, mediante ordinanza che entrerà in vigore il 15 di gennaio.
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 dicembre 2021 - 10:49 30 dicembre 2021 - 10:49 »

«Attualmente, stando a una nota dell'Ufficio federale per l'approvvigionamento economico del Paese (UFAE), il concime azotato è scarsamente disponibile, e ciò a poche settimane dalle prime concimazioni in vista dell'inizio della stagione vegetativa. La Svizzera dipende completamente dalle importazioni di concime azotato.

Le cause di questa strozzatura? La diminuzione a livello mondiale della produzione di ammoniaca, un componente principale del concime azotato, a causa dei prezzi elevati del gas;»
zappy08 Gennaio 2022, 10:02 #5
Originariamente inviato da: Sandro kensan
...«Alla luce di difficoltà nella produzione di concimi e di problemi logistici, ...

ottimo. così si torna ai cavalli ed ai buoi, che oltre a concimare automaticamente mentre lavorano sui campi, sono pure a guida autonoma

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^