Ford Focus EcoBoost Hybrid: versione elettrificata anche per Focus

Ford Focus EcoBoost Hybrid: versione elettrificata anche per Focus

Ford introduce una versione elettrificata anche per Focus: il propulsore EcoBoost Hybrid da 48 volt abbinato alla tecnologia di disattivazione dei cilindri, offre un miglioramento del consumo di carburante e un aumento nelle prestazioni

di pubblicata il , alle 14:41 nel canale Tecnologia
Ford
 

Versione elettrificata anche per Focus, equipaggiata con il propulsore EcoBoost Hybrid. Quest'ultimo usa tecnologia Mild-Hybrid da 48 volt per erogare 155 CV di potenza, abbinati a soli 93 g/km di emissioni di CO2 (NEDC). Si tratta di un miglioramento del 17% nell'efficienza, rispetto alla combinazione precedente del motore benzina 1.5 EcoBoost da 150 CV e cambio manuale a sei marce (NEDC).

I modelli con il nuovo propulsore ibrido sostituiscono l’alternatore standard del motore a benzina 1.0 EcoBoost con un sistema di starter/generator (BISG), consentendo il recupero e lo stoccaggio di energia, durante le decelerazioni del veicolo e la ricarica di un pacco batteria di ioni-litio da 48 volt, raffreddato ad aria. Sono disponibili anche nella variante da 125 CV.

Il posizionamento della batteria da 48 volt sotto il sedile del passeggero anteriore consente l’integrazione del propulsore ibrido senza alcuna perdita di spazio sia di carico sia di quello per gli occupanti. Il BISG funge anche da motore, integrandosi perfettamente con il motore, utilizza l’energia accumulata per fornire assistenza alla coppia elettrica del motore durante la guida e l’accelerazione normale, oltre a far funzionare le componenti elettriche del veicolo.

Ford Focus EcoBoost Hybrid

La tecnologia Mild-Hybrid su Ford Focus

La motorizzazione Mild-Hybrid monitora continuamente il modo in cui il veicolo viene utilizzato per determinare quando e con quale intensità ricaricare la batteria e quando utilizzare la carica della batteria immagazzinata, con una delle due seguenti modalità:

  • Sostituzione della coppia, che utilizza la funzionalità del motore elettrico come starter/generator per fornire fino a 24 Nm di coppia – riducendo l’attività del motore benzina per un miglioramento dell’efficienza del carburante, contribuendo al raggiungimento di 93 g/km di emissioni di CO2 e 4.1 l/100 km di consumi (NEDC) e 115 g/km e 5.1 l/100 km (WLTP)
  • Integrazione della coppia, che utilizza la funzionalità del motore elettrico come starter/generator per aumentare al massimo la coppia utilizzabile, fino a 20 Nm sopra il livello disponibile dal solo motore benzina a pieno carico - e fornire fino al 50% in più di coppia ai giri più bassi - per prestazioni ottimizzate

Oltre alla nuova propulsione elettrificata, Focus implementa un nuovo quadro strumenti a colori LCD da 12.3’’, disponibile sull’alto di gamma, al modem di bordo integrato FordPass Connect di serie, oltre a Local Hazard Information, la nuova funzionalità di avviso di pericolo in tempo reale, disponibile entro la fine dell’anno.

Il nuovo quadro strumenti di Ford Focus EcoBoost Hybrid

Il quadro strumenti digitale da 12.3’’ di Focus EcoBoost Hybrid presenta anche un tema dedicato per tenere informato il conducente sull’utilizzo dell’energia elettrica. I conducenti possono vedere quanta energia elettrica è stata generata dal sistema Mild-Hybrid e monitorarne l’utilizzo sia che venga immagazzinata per la ricarica della batteria sia adoperata per favorire l’efficienza o le prestazioni. Realizzati utilizzando la tecnologia “a forma libera”, originariamente sviluppata per la produzione di lenti ottiche, i bordi superiori ricurvi dello schermo, sono più scolpiti per un design interno minimale, mentre le forme circolari integrate su tutta la superficie del display hanno consentito ai progettisti di modellare lo schermo in forme diverse rispetto al tradizionale design rettangolare.

Local Hazard Information, nuova funzionalità di avviso di tempo reale anche su Ford Focus

Local Hazard Information informa i conducenti di eventuali situazioni pericolose sulla strada da percorrere, prima che queste vengano viste o rilevate dai sensori dell’automobile.

I riferimenti utilizzati dalla tecnologia provengono da ciò che sta accadendo alle auto circostanti, indipendentemente dal navigatore satellitare. È possibile che gli airbag siano stati attivati, le luci di emergenza lampeggino o che i tergicristalli siano in funzione. I precedenti sistemi di allerta per incidenti stradali facevano affidamento sui driver per inserire le informazioni al fine di generare avvisi, mentre la nuova tecnologia Ford lavora in modo autonomo, senza alcuna necessità di interazione con il conducente.

Abbiamo già provato la Nuova Ford Focus e le sue tecnologie di assistenza alla guida
Quando il conducente che precede incontra situazioni improvvise, come code, incidenti o carichi rovesciati, ma anche la presenza di animali o pedoni sulla strada, la tecnologia invia all’automobilista che segue un immediato preavviso. La segnalazione può riguardare ogni tipologia di imprevisto come grandinate, acquazzoni improvvisi (bombe d’acqua) o persino frane.

Il modem integrato FordPass Connect, di serie, consente inoltre ai clienti di controllare da remoto più funzioni del veicolo da qualsiasi posizione, tramite il proprio smartphone e l’app FordPass. Oltre ad aiutare i conducenti a pianificare viaggi più veloci e meno stressanti grazie al Live Traffic, gli aggiornamenti del traffico in tempo reale, tramite l’app FordPass i clienti possono controllare una serie di funzioni tra cui il Door Lock/ Unlock, che consente l’accesso remoto alla vettura e il Remote Start, che consente l’accensione da remoto per le versioni a trasmissione automatica da 8 rapporti, il Vehicle Locator e il Vehicle Status che fornisce informazioni relative ai livelli di carburante, dell’olio e del sistema antifurto.

Focus offre un’ampia gamma di allestimenti tra cui le sportive Focus ST-Line e ST-Line X, le Focus Active e Active X di ispirazione SUV e l’esclusiva Active V. Si unisce a Puma, Kuga e Fiesta e ai veicoli commerciali Ford Transit e Transit Custom nell'offrire una tecnologia ibrida leggera (Mild-Hybrid).

Focus Potenza (CV)  CO2 da (g/km NEDC)   Consumi da (l/100 km NEDC)  CO2 da (g/km WLTP)  Consumi da (l/100 km WLTP)
1.0EcoBoost Hybrid 6M  125  94  4.1  115  5.1
1.0EcoBoost Hybrid 6M  155  93  4.1  115  5.1
8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sandro kensan24 Giugno 2020, 14:46 #1
mild hybrid la dovreste mettere nel titolo perché queste sono macchine a benzina e non ibride.
ninja75024 Giugno 2020, 15:09 #2
ok la fase transitoria, ma queste mild non hanno senso di esistere se non per questioni legislative / ciclo di omologazione
Stefano Landau25 Giugno 2020, 10:34 #3
Originariamente inviato da: ninja750
ok la fase transitoria, ma queste mild non hanno senso di esistere se non per questioni legislative / ciclo di omologazione


Secondo me sono quelle che invece hanno maggior senso.
Produrre batterie costa ed una ibrida plugin ha un peso eccessivo da batterie e per viaggi lunghi.... è come una macchina normale che pesa 200 kg in più per cui quello che guadagni per la maggior efficienza dell'ibrido lo perdi per il peso trasportato. Ha senso per chi usa la macchina per fare casa lavoro max 60-80 km al giorno.
Io al lavoro vado a piedi, la macchina mi serve per i miei week-end in montagna, quindi durante la settimana è nel box, nel week-end, a volte anche 500 km parcheggiata in montagna a 2000 metri senza possibilità di ricarica ovviamente.

Quindi per me le EV sono assolutamente senza senso,
Le ibride plugin o normali, costano e pesano troppo per i vantaggi (quasi nulli) che mi darebbero.
Le MyilHybrid possono avere un senso perchè a fronte di un costo /peso leggermente maggiore danno una maggior regolarità di funzionamento e minori consumi, quindi vantaggi proporzionali alla spesa.
ninja75025 Giugno 2020, 11:48 #4
Originariamente inviato da: Stefano Landau
Secondo me sono quelle che invece hanno maggior senso.
Produrre batterie costa ed una ibrida plugin ha un peso eccessivo da batterie e per viaggi lunghi.... è come una macchina normale che pesa 200 kg in più per cui quello che guadagni per la maggior efficienza dell'ibrido lo perdi per il peso trasportato. Ha senso per chi usa la macchina per fare casa lavoro max 60-80 km al giorno.
Io al lavoro vado a piedi, la macchina mi serve per i miei week-end in montagna, quindi durante la settimana è nel box, nel week-end, a volte anche 500 km parcheggiata in montagna a 2000 metri senza possibilità di ricarica ovviamente.

Quindi per me le EV sono assolutamente senza senso,
Le ibride plugin o normali, costano e pesano troppo per i vantaggi (quasi nulli) che mi darebbero.
Le MyilHybrid possono avere un senso perchè a fronte di un costo /peso leggermente maggiore danno una maggior regolarità di funzionamento e minori consumi, quindi vantaggi proporzionali alla spesa.


concordo sui contro del peso delle plugin ma le ibride chiamiamole normali non pesano poi tanto più di una berlina classica e il peso lo hanno tutto in basso, queste qui di carburante fanno risparmiare un numero vicino a 0
Mars9525 Giugno 2020, 15:38 #5
Originariamente inviato da: Stefano Landau
Secondo me sono quelle che invece hanno maggior senso.
Produrre batterie costa ed una ibrida plugin ha un peso eccessivo da batterie e per viaggi lunghi.... è come una macchina normale che pesa 200 kg in più per cui quello che guadagni per la maggior efficienza dell'ibrido lo perdi per il peso trasportato. Ha senso per chi usa la macchina per fare casa lavoro max 60-80 km al giorno.
Io al lavoro vado a piedi, la macchina mi serve per i miei week-end in montagna, quindi durante la settimana è nel box, nel week-end, a volte anche 500 km parcheggiata in montagna a 2000 metri senza possibilità di ricarica ovviamente.

Quindi per me le EV sono assolutamente senza senso,
Le ibride plugin o normali, costano e pesano troppo per i vantaggi (quasi nulli) che mi darebbero.
Le MyilHybrid possono avere un senso perchè a fronte di un costo /peso leggermente maggiore danno una maggior regolarità di funzionamento e minori consumi, quindi vantaggi proporzionali alla spesa.


Guarda che le batterie delle ibride (non plugin) pesano 40 chili e il peso complessivo dell'auto è equiparabile visto che togli altri componenti (toyota toglie la frizione per esempio).
I vantaggi invece sono notevoli sia per consumo che per comfort.

I vantaggi delle mild invece sono irrisori per non dire inesistenti, servono solo per scrivere dietro hybrid e attirare chi ci crede senza informarsi a dovere.
Stefano Landau29 Giugno 2020, 12:41 #6
Originariamente inviato da: Mars95
Guarda che le batterie delle ibride (non plugin) pesano 40 chili e il peso complessivo dell'auto è equiparabile visto che togli altri componenti (toyota toglie la frizione per esempio).
I vantaggi invece sono notevoli sia per consumo che per comfort.

I vantaggi delle mild invece sono irrisori per non dire inesistenti, servono solo per scrivere dietro hybrid e attirare chi ci crede senza informarsi a dovere.


Una ibrida però costa troppo di più, e non usandola in città il consumo è paragonabile ad una termica (io con la mia Polo 1.4 faccio gli stessi consumi autostradali di una mia amica con una toyota auris ibrida) peccato che la auris ha lo stesso spazio della polo interno (forse meno bagagliaio) ma costa una volta e mezza la polo........
Solamente per consumare la metà in città c'è ancora troppa differenza di prezzo.

Posso capire un taxista che lavora con la macchina e prevalentemente in città.

Io la macchina la uso 2 volte al mese nei week-end per andare in montagna.

faccio meno di 7000 km all'anno. E prevedo una durata di circa 20-25 anni. (La mia polo euro 4 ne ha 19 e 172.000 solo perchè all'inizio facevo molti più km)

Con una ibrida avrei un notevole costo di sostituzione batterie che non durano così tanto...... e tra 20 anni (ma anche 10) sarà ugualmente troppo obsoleta......
Mars9529 Giugno 2020, 13:17 #7
Originariamente inviato da: Stefano Landau
Una ibrida però costa troppo di più, e non usandola in città il consumo è paragonabile ad una termica (io con la mia Polo 1.4 faccio gli stessi consumi autostradali di una mia amica con una toyota auris ibrida) peccato che la auris ha lo stesso spazio della polo interno (forse meno bagagliaio) ma costa una volta e mezza la polo........
Solamente per consumare la metà in città c'è ancora troppa differenza di prezzo.

Posso capire un taxista che lavora con la macchina e prevalentemente in città.

Io la macchina la uso 2 volte al mese nei week-end per andare in montagna.

faccio meno di 7000 km all'anno. E prevedo una durata di circa 20-25 anni. (La mia polo euro 4 ne ha 19 e 172.000 solo perchè all'inizio facevo molti più km)

Con una ibrida avrei un notevole costo di sostituzione batterie che non durano così tanto...... e tra 20 anni (ma anche 10) sarà ugualmente troppo obsoleta......


La Auris è un po' vecchiotta, quelle più nuove rendono meglio come consumi e consumano meno di un benzina sempre e comunque (autostrada, montagna, ecc)
Il paragone con la Polo ci azzecca poco comunque perchè sono auto di due categorie diverse sia per costi che per peso, dimensioni.
Pure la Golf costa una volta e mezza la Polo.
Il bagagliaio sono 100 litri in meno.
Le batterie di un'ibrida durano quando l'auto stessa e in caso di sostituzione costano care si ma può o meno tanto quanto problemi che si possono verificare su qualsiasi auto (frizione, cinghie varie o simili).
Stefano Landau29 Giugno 2020, 15:36 #8
Originariamente inviato da: Mars95
La Auris è un po' vecchiotta, quelle più nuove rendono meglio come consumi e consumano meno di un benzina sempre e comunque (autostrada, montagna, ecc)
Il paragone con la Polo ci azzecca poco comunque perchè sono auto di due categorie diverse sia per costi che per peso, dimensioni.
Pure la Golf costa una volta e mezza la Polo.
Il bagagliaio sono 100 litri in meno.
Le batterie di un'ibrida durano quando l'auto stessa e in caso di sostituzione costano care si ma può o meno tanto quanto problemi che si possono verificare su qualsiasi auto (frizione, cinghie varie o simili).


Da quanto ho visto lo spazio a bordo e del bagagliaio è paragonabile......
Il mio bagagliaio è corto, ma profondo, quello dell'auris è più lungo ma poco profondo..... in più l'auris è più lunga.... ma non hai spazio sfruttabile......
Riempiendo il bagagliaio fino al soffitto di cose sulla poco ce ne stanno....sull'auris non credo così tanto. (Con la polo ci vado a far ciaspolate in 5 persone con 5 paia di ciaspole e gli zaini sfruttando al massimo bagagliaio e cappelliera) Anzi una volta avevo 6 paia di ciaspole, ma il passeggero davanti ha dovuto tenersi lo zaino tra le gambe. E la polo è 3.75 metri, contro i 4.20 metri dell'auris!

La Suzuky Vitara che vedo ora come mild hybrid mi sembra molto interessante..... circa 25.000 € per la versione ibrida 4x4 inseribile con uno spazio comunque superiore alla polo e con cosumi anche migliori nonostante il 4x4 e nonostante i 127 (se non ricordo male) CV di potenza (1.4 turbo)

Per me il tetto di spesa (ed è anche alto) sono i 25.000 € ... con una cifra del genere una ibrida decente non la si prende (lasciamo perdere la yaris.... troppo piccola)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^